Hyundai i30 Fastback

Hyundai i30 Fastback: 1.4 benzina da 140 CV [Test Drive]

Letteralmente unica nel suo genere!

21 giugno 2019 - 10:30
Lungh./Largh./Alt.
445,5/179,5/142,5cm
Bagagliaio
450/1351 litri
Motore
1.4 Benzina 140CV

Hyundai i30 Fastback Test Drive – In questo periodo l’automobilismo deve far fronte ad una sempre maggiore richiesta di SUV di ogni forma e dimensione, e ad un progressivo abbandono delle berline. Nonché ad una parte di clientela che non vuole né l’una né l’altra cosa. Ecco allora che la casa sudcoreana tira fuori Hyundai i30 Fastback, una terza variante della nuova i30 che non è una berlina, non è una wagon, ma non è nemmeno una vera Coupé.

Hyundai i30 Fastback Test Drive: com’è adata

Il design di Hyundai i30 Fastback

Hyundai la definisce “l’unica coupé del segmento C”, ma in realtà la sua forma è davvero molto particolare, al punto che attualmente l’unica rivale per dimensioni e forma è la Honda Civic 5 porte. Se il frontale rimane quello tipico della i30, con il cofano piuttosto pronunciato e l’abitacolo arretrato, è la coda ad essere la novità di questa versione.

Il lunotto posteriore, infatti, scende fino al paraurti posteriore, dando luogo ad una coda corta e stretta, e aumentando la lunghezza della i30 dai 4 metri e 33 della 5 porte ai 4 metri e mezzo della Fastback. Insomma, come dimensioni la Hyundai i30 Fastback è una via di mezzo tra la berlina 5 porte e la Station Wagon.

La linea è comunque ben riuscita, complici anche i fari full LED automatici, che oltre ad essere esteticamente piacevoli permettono un’ottima visibilità notturna. Ben riusciti anche i fari posteriori nella loro forma e nel disegno dei LED. Ora l’unica cosa da capire è se la sfida estetica di Hyundai si rivelerà vincente oppure no.

Hyundai i30 Fastback: gli interni

L’interno di questa vettura è invece classico, non differisce rispetto alle altre versioni della i30. Interni non appariscenti, ma “alla orientale”, quindi molto sobri e razionali. Tutto è nero, senza contrasti tra lucido e opaco se non nel display centrale, ed è tutta plastica ma è ben assemblata e lavorata e quindi aumenta la qualità percepita. Non mancano le plastiche rigide, che però sono esclusivamente nei pannelli porta, sotto il bracciolo centrale e nella parte inferiore della console.

Il volante è però in pelle, così come in pelle sono il bracciolo centrale e i comodissimi sedili, i quali sono anche ventilati per essere ugualmente comodi anche nelle calde giornate estive che dovrebbero arrivare tra non molto.

C’è tanto spazio a bordo per chi sta davanti. Il sedile di chi guida si può regolare elettronicamente, mentre il volante ha regolazione manuale in altezza e in profondità. In generale io che sono alto oltre la media, circa 1 metro e 94, sto molto bene, e il bellissimo tettuccio panoramico apribile mi regala anche qualche centimetro in più per la testa.

E questo nonostante la Hyundai i30 Fastback sia alta 142,5cm, 30mm in meno rispetto alla cinque porte. La questione cambia per la seduta posteriore. La caratteristica forma di quest’automobile penalizza chi siede dietro: d’accordo, se non guido io ma una persona alta nella media c’è un po’ di spazio in più, ma per l’altezza purtroppo non ci si può fare molto e chi è alto dal metro e 80 in su toccherà con la testa.

Comunque gli occupanti posteriori godono di un bracciolo centrale con porta-bicchieri, e possono aprire o chiudere le bocchette dell’aria senza però gestirne la temperatura. Peccato, inoltre, che manchino sia le prese USB che la presa da 12-Volt.

Il cruscotto è analogico, salvo un piccolo display LCD contenente tutte le informazioni sul veicolo, dai consumi medi alla velocità in tempo reale. Al centro c’è invece un display touch da 8 pollici, che funziona bene e da cui è possibile controllare Radio DAB, Media e Navigatore, che funziona molto bene. La grafica del sistema non è freschissima, ma in generale il sistema è intuitivo e il touch è capacitivo, quindi risponde molto bene ai tocchi. Molto interessanti i sette anni di Servizi Live inclusi nel sistema, e che prevedono informazioni Live sempre aggiornate su traffico, autovelox e meteo. Non manca naturalmente la compatibilità con Android Auto e Apple CarPlay. Fortunatamente la gestione della climatizzazione, bizona sulla nostra versione, è manuale e posta appena sotto il display centrale.

Ci sono abbastanza vani, uno sotto il bracciolo, uno sotto il display centrale utile per lo smartphone, visto che fa anche da stand di ricarica wireless, e uno vicino ai porta-bicchieri, oltre a quelli nei pannelli porta. C’è però una sola presa USB, un solo ingresso AUX e una sola  presa da 12 Volt dentro il bracciolo.

La forma curvata della Hyundai i30 Fastback va a penalizzare anche la visibilità posteriore, che è praticamente nulla e che richiede sempre l’utilizzo retrocamera e dei sensori di parcheggio, di serie sul nostro allestimento Style. La retrocamera è buona, nonostante non sia a 360 gradi, ma la sua definizione non particolarmente alta si nota soprattutto di notte, quando l’immagine è sgranata e richiede quindi qualche attenzione in più.

Hyundai i30 Fastback: motore e guida

Sicuramente il vero pregio di questa Hyundai è la guidabilità, decisamente ottima, e stupisce l’ottimo lavoro fatto sull’insonorizzazione dell’abitacolo, nel quale il rumore del motore non entra praticamente mai.

Sulla nostra versione con motore 1.4 benzina da 140 CV, abbiamo un cambio automatico doppia frizione a 7 rapporti, con 3 diverse modalità di guida: Normale, Eco e Sport. La differenza, soprattutto tra Eco e Sport, si sente. La prima permette una guida molto silenziosa, anche alle alte velocità dove si sentono praticamente solo i fruscii aerodinamici. La cambiata è fluida, mentre c’è una lenta risposta dell’auto dal momento in cui spingiamo sul pedale al momento in cui effettivamente accelera. Il che vuol dire che in questa modalità per avere partenze un po’ più scattanti bisogna spingere un po’ di più. La modalità Sport è invece quella più divertente, che allunga la cambiata – ancora meglio se mettiamo in manuale – e con una risposta subito pronta. Dico solo che l’ho portata in Valle d’Aosta, sulle strade panoramiche del Parco Nazionale del Gran Paradiso, dove la Hyundai i30 Fastback si è comportata davvero bene e mi ha regalato tanto divertimento alla guida.

La Hyundai i30 è più bassa ed è ben piantata a terra, solida, e questo si deve all’assetto più sportivo rispetto alle altre due versioni grazie alle sospensioni del 15% più rigide. Queste, unite ai cerchi da 18’’, fanno sì che le buche si sentano particolarmente.

Da segnalare, tra gli altri sistemi di sicurezza e assistenza alla guida, il Cruise Control Adattivo, il sensore dell’angolo cieco, il mantenitore di corsia,  il rilevatore dei limiti di velocità e il sistema anti-collisione frontale con riconoscimento dei veicoli. Un pacchetto interessante che può sicuramente fare la differenza nelle situazioni di emergenza.

Hyundai i30 Fastback: pro e contro

Alcuni aspetti emersi nel corso della nostra prova, riassunti in estrema sintesi:

Pro

  • Design originale
  • Insonorizzazione
  • Divertimento alla guida

Contro

  • Visibilità posteriore
  • Consumi non ottimizzati
  • Pochi vani portaoggetti

Hyundai i30 Fastback: quanto consuma?

Parliamo di consumi. La prova è stata effettuata portando la vettura in città, su strade extraurbane e in autostrada in egual misura. L’obiettivo è avere un dato il più possibile realistico, segnando i valori pieno su pieno. Non vuole essere quindi una misurazione “scientifica” quanto piuttosto un termine di paragone che si avvicini il più possibile alla vita reale.

Da questo punto di vista ho mantenuto una media di 15,8 km/l, un valore che può scendere a circa 13 in città cittadino o in situazioni come coda e traffico elevato dove ovviamente le frenate e le ripartenze sono numerose.

Hyundai i30 Fastback: prova consumi 1500 km

km L Prezzo €/L
412 30,59 48,00 1,569
211 14,57 23,01 1,579
427 22,23 39,66 1,784
497 33,19 55,06 1,653
Totale 1.547 km 97,58 litri 165,74 euro Media Km/l 15,8

 

Hyundai i30 Fastback: il prezzo.

Il listino prezzi della Hyundai i30 Fastback parte da 25.350 euro per il 1.4 benzina da 140 CV e 210 km/h con allestimento Business. Il diesel viene proposto da 28.900 euro con il 1.6 da 136 CV e 200 km/h abbinato al cambio automatico sequenziale.

 

Hyundai i30 Fastback: me la consigli?

Devo dire che quest’auto mi è piaciuta molto. Posso definirla unica sul mercato, perché unisce la praticità di una cinque porte alla linea sempre apprezzabile di una coupé. Dato che non ha praticamente rivali, se cerchi qualcosa di fresco, diverso dal resto delle altre automobili, la risposta è Hyundai i30 Fastback. Non solo: ottima per l’insonorizzazione e per l’assemblaggio dei materiali, con la presenza di un tettuccio panoramico posso consigliartela se sei un’amante dei viaggi e dei grandi panorami.

Ottimo anche il prezzo, visto il segmento, peccato solo che non ci sia una motorizzazione ibrida.

Commenta per primo