Allarme bomba in aereo: arrivano le squadre speciali per arrestare i sospettati

Redazione
23/08/2023

Un video decisamente particolare quello che è circolato sui social nelle scorse ore, dove a causa di un allarme bomba su un aereo di linea, sono intervenute le squadre d’assalto per arrestare i sospettati.

Il volo Jet2 è stato bloccato all’aeroporto di East Midlands dopo che una segnalazione aveva riferito che un uomo a bordo dell’aereo era in possesso di un ordigno esplosivo. La polizia ha effettivamente arrestato un uomo, che nel frattempo è stato rilasciato su cauzione, ma subito dopo ha dichiarato che dopo una accurata ricerca non era stata trovata alcuna bomba, e che quindi la il pericolo non era reale.

allarme bomba aereo

Il volo, diretto ad Antalya in Turchia, sarebbe dovuto partire alle 16:45 ma ha finito per lasciare la pista alle 20:08, secondo il sito web di Jet2, dopo che il “passeggero” è stato scaricato.

Il filmato dell’accaduto mostra due agenti di polizia armati in piedi nella parte anteriore dell’aereo mentre dicono a un uomo di camminare avanti con le mani alzate sopra la testa e di scendere dall’aereo. Dietro di lui si vedono anche la moglie e una giovane ragazza.

allarme bomba aereo

La polizia del Leicestershire ha dichiarato:

Alle 17:16 di oggi (lunedì), la polizia è stata informata della segnalazione di un uomo a bordo di un aereo all’aeroporto di East Midlands che ha dichiarato di essere in possesso di un ordigno esplosivo. L’aereo era a terra al momento dell’incidente.

Gli agenti hanno collaborato con il personale aeroportuale e con l’equipaggio dell’aereo per fornire una risposta immediata alla segnalazione. Nell’interesse della sicurezza pubblica e degli ufficiali, nell’area dell’aereo sono stati schierati anche agenti armati.

Dopo le istruzioni, l’uomo ha lasciato tranquillamente l’aereo dove è stato arrestato con l’accusa di possesso di sostanza esplosiva.

Dopo l’arresto, l’aereo è stato completamente perquisito. A bordo non è stato trovato alcun ordigno esplosivo e non vi è alcun indizio che la minaccia formulata sia realizzabile.

 

Al momento le indagini sono ancora in corso.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Mastodon, Google News e Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram

 

 

Le immagini presenti in questo articolo sono concesse in licenza a H FUSION MEDIA & COMMUNICATIONS LIMITED