Il succo di pomodoro in aereo è più buono: lo dice la scienza.

Perchè è più buono in volo che a terra...?

15 giugno 2019 - 21:45

Il mistero del succo di pomodoro in aereo è svelato. Nel 2010 Lufthansa stava svolgendo una ricerca sulle preferenze dei consumi di cibo e bevande, da parte dei propri passeggeri, scoprendo un fatto sorprendente. Il succo di pomodoro in aereo, bevanda non molto richiesta nei bar “terrestri”, aveva superato a bordo dei velivoli della compagnia tedesca il consumo della birra. Per dare l’idea, era arrivato quell’anno, a raggiungere quasi i 200.000 litri serviti. Un numero decisamente interessante che non riguarda ovviamente il volo più corto del mondo del quale abbiamo parlato tempo fa. I dati raccolti indussero Lufthansa, e non solo, a commissionare una ricerca su quali potessero essere le cause che inducevano i passeggeri a scatenarsi, una volta messo piede a bordo di un aereo di linea, nel chiedere il succo di pomodoro in aereo. I risultati? Diciamo che sono emersi una serie di fattori interessanti.

 

Perchè il succo di pomodoro in aereo è più buono

La pressurizzazione incide sul gusto

Per prima cosa, secondo i ricercatori, gli effetti della pressurizzazione del velivolo, e la scarsa umidità a bordo, incidono sulla percezione del gusto. Questo ci permette di apprezzare meno alcuni alimenti e bevande che siamo soliti consumare, indirizzandoci su altre tipologie di cibo che normalmente non prenderemmo in considerazione.

Magicamente sembra che il succo di pomodoro in aereo mantenga un’elevata appetibilità. Uno a zero per il pomodoro. Un secondo motivo del tutto inaspettato e, ancora da approfondire scientificamente, è attribuibile al rumore di fondo presente durante il nostro volo. L’università di Cornell, negli Stati Uniti, ha condotto un esperimento. Venivano propinando cibi e bevande ad un campione di volontari, una volta in condizioni normali e un’altra volta facendo indossare delle cuffie che generavano un rumore di fondo, di intensità simile a quello che possiamo udire nei nostri voli. In maniera piuttosto curiosa è emerso che la percezione del gusto risultava ancora una volta mutata, facendo variare scelte e preferenze delle persone.

Anche il rumore influisce sul gusto del succo di pomodoro?

Il meccanismo di base di come il rumore possa influenzare il gusto all’interno del nostro cervello, è ancora in fase di dibattito, ma per noi la cosa importante è che anche da questa seconda prova, il succo di pomodoro esce vincitore, apprezzato molto anche in presenza di rumori disturbanti. Rimane però un quesito da risolvere. Come fa un passeggero che viaggia per la prima volta, a sapere tutto questo? È possibile che ordini il succo di pomodoro anche per qualche altro motivo? La risposta è affermativa.

Tra le bevande proposte da molte compagnie, il succo di pomodoro spesso appare, agli occhi dei passeggeri, una delle scelte migliori. Non alcolica, rinfrescante, salubre e con poche calorie. Non è quindi così strano che la scelta possa cadere proprio su questa opzione. Inoltre vi è un effetto psicologico. Avete mai notato quando siete al cinema, quanta gente ordini i popcorn? Addirittura in quantità esagerate che probabilmente a casa non si sognerebbero mai di consumare. Influenzati dall’ambiente, e dalla scelta di altri consumatori, ingurgitiamo felici parecchi popcorn per tutta la durata del film.

Bene, in aereo è possibile che un passeggero novello, sentendo ordinare il succo da parecchi compagni di viaggio, si faccia un po’ condizionare nella scelta, ordinandolo anch’esso. Comunque nel dubbio non resta che fare una prova. Per il prossimo volo, se non lo avete già fatto, chiedete un bel succo di pomodoro. Non ve ne pentirete!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

fulmini aereo

I fulmini sono pericolosi per un aereo?

stazioni di servizio

Stazioni di servizio: le più belle del mondo

Volocopter

Volocopter: volo dimostrativo davanti al Museo Mercedes di Stoccarda