Vantaggi, costi e requisiti per sedere vicino alle uscite di emergenza in aereo. Più spazio per le gambe e sbarcare più velocemente ma anche responsabilità e capacità necessarie.

Volare può essere un’esperienza piacevole, soprattutto se si ha la fortuna di sedere nei posti vicino alle uscite di emergenza. Questi posti sono ambiti per diversi motivi, ma comportano anche alcune responsabilità e costi aggiuntivi. Vediamo insieme i vantaggi, i requisiti e i costi legati a questa scelta.

I vantaggi dei posti vicino alle uscite di emergenza

Uno dei principali motivi per cui molti passeggeri preferiscono sedere vicino alle uscite di emergenza è lo spazio extra per le gambe. Questi posti offrono infatti un maggior comfort, ideale per i voli di lunga durata. Avere più spazio significa poter distendere le gambe e muoversi più liberamente, riducendo il rischio di rigidità e affaticamento durante il viaggio.

Costi aggiuntivi

Come per molte comodità in più, anche potersi sedere vicino alle uscite di emergenza ha il suo prezzo. La maggior parte delle compagnie aeree applica un supplemento per questi posti, che può variare in base alla tratta e alla compagnia stessa. Questo costo extra è giustificato dal comfort aggiuntivo offerto e dalla maggiore domanda per questi posti.

I passeggeri devono quindi valutare se il beneficio di avere più spazio giustifichi la spesa aggiuntiva. Per molti, soprattutto per chi affronta voli molto lunghi, si tratta di un piccolo investimento per viaggiare in comodità e benessere.

Piccoli svantaggi

Un aspetto spesso trascurato riguardo ai sedili vicino alle uscite di emergenza è che non sono reclinabili. Questa caratteristica è implementata per garantire che l’accesso all’uscita rimanga libero in ogni momento, facilitando un’eventuale evacuazione rapida e sicura.

Per le stesse ragioni è vietato tenere borse, zaini o qualsiasi altro oggetto personale appoggiato vicino a sé o sotto il sedile. Tutti i bagagli a mano devono essere riposti negli appositi scompartimenti sopraelevati per evitare di ostacolare il passaggio e garantire uno spazio sgombro in caso di emergenza.

Quali sono le responsabilità

Sedere vicino alle uscite di emergenza comporta anche alcune responsabilità.

In caso di emergenza, i passeggeri devono essere pronti ad assistere l’equipaggio e gli altri passeggeri nell’evacuazione dell’aereo. Per questo motivo, devono essere fisicamente in grado di aprire la porta di emergenza, che può essere pesante, e di seguire le istruzioni dell’equipaggio rapidamente e senza esitazioni.

Requisiti minimi

Non tutti possono sedere nei posti vicino alle uscite di emergenza. Le compagnie aeree impongono alcuni requisiti minimi per garantire che i passeggeri siano in grado di svolgere i compiti richiesti in caso di emergenza:

  • Età: generalmente, i passeggeri devono avere almeno 15 o 18 anni.
  • Condizioni fisiche: devono essere in buona salute e fisicamente idonei ad assistere l’equipaggio.
  • Lingua: è necessario comprendere le istruzioni verbali e scritte in italiano o in inglese.
  • Assenza di responsabilità verso altri: i passeggeri non devono avere la responsabilità di altri individui a bordo, come bambini piccoli o persone con disabilità.
  • Disponibilità: devono dichiararsi disposti ad aiutare in caso di evacuazione.
  • Bagagli: i bagagli a mano devono essere riposti in modo da non ostruire l’uscita di emergenza.

Le compagnie aeree forniscono un briefing supplementare a chi occupa questi posti, per assicurarsi che comprendano appieno le loro responsabilità.

Per chi si oppone, c’è l’arresto

Sedere nei posti vicino alle uscite di emergenza può offrire numerosi vantaggi in termini di spazio e comfort, ma come abbiamo visto comporta anche certe responsabilità. Prima di scegliere questi posti, è importante considerare tutti questi aspetti per garantire un viaggio sicuro e piacevole per sé stessi e per gli altri passeggeri a bordo.

@travelwithtia23 When keeping it real goes wrong. Irrate lady refused to deplane, because of her non compliance and disrespect towards the flight attendant. We all had to deplane and she was then arrested. #travelwithtia #travelwithtia23 #blackvloggers #fyp #travel #traveltiktok #xyzbca #viral #traveltok #vacaciones #vacation #budget #budgettravel #tsa #tsaprecheck #airport #selfcare #airplanemode #clt #frontierairlines @Frontier Airlines ♬ original sound – Travel With Tia

Anche perchè, possono accadere casi decisamente particolari ed antipatici. Come accaduto alla donna nel video qui sopra, che alla domanda:

Lei è seduta vicino ad una uscita di emergenza. In caso di emergenza, le verrà richiesto di utilizzare questa uscita. E’  disposta e in grado di aiutare?

La risposta è stata un secco:

No, non salverò nessuno. Se succede qualcosa, penserò prima a me stessa.

La situazione tra la donna e l’equipaggio è diventata tesa, ed è stato necessario l’intervento della polizia. Tutti i passeggeri sono stati costretti a sbarcare e la donna è stata tratta in arresto.

 

Non perderti le ultime notizie e condividi opinioni ed esperienze commentando i nostri articoli:

• Iscriviti ai nostri canali Telegram e Whatsapp per gli aggiornamenti gratuiti.
• Siamo su Mastodon, il social network libero da pubblicità e attento alla privacy.
• Se preferisci, ci trovi su Flipboard e su Google News: attiva la stella per inserirci tra le fonti preferite!