auto epoca

Le 5 cose che ci mancano delle vecchie auto

21 febbraio 2021 - 11:00

Osservando i nuovi modelli possiamo vedere come negli ultimi anni la tecnologia all’interno delle automobili ha fatto passi da gigante. Infotainment, touchscreen ma anche climatizzatori e airbag ovunque non ci fanno rimpiangere i tempi nei quali chi non aveva lo stradario era perduto, oppure le partenze in notturna erano obbligatorie per evitare il caldo. Eppure, sotto sotto c’è qualcosa delle vecchie auto che ci piaceva, e purtroppo non c’è più.

Andiamo alla scoperta di questi particolari, ringraziando i nostri amici che sul canale telegram di Quotidiano Motori ci hanno dato qualche consiglio.

1 – L’antenna telescopica automatica

Bellissime le pinne di squalo attuali, ma quanto era bello far salire e scendere l’antenna?

 

2 – Il deflettore

Quando non c’era l’aria condizionata, bastava aprire il deflettore per far entrare un po’ d’aria. Utilissimo a tutti, è scomparso per avere una migliore visibilità.

Eppure se ci pensate bene, servirebbe anche oggi quando non fa proprio caldo, ma non vuoi abbassare il finestrino. Ridateci il deflettore!

 

3 – L’autoradio estraibile con frontalino o meno

Qui ci sono pro e contro: vediamo perchè.

C’è stato un periodo nel quale le automobili erano particolarmente soggette ai furti di autoradio. Qualcuno inventò allora l’autoradio estraibile, che ha costretto milioni di persone a girare con una mattonella appesa ad una maniglia. Meno furti ma molte meno comodità. Ecco allora che qualcuno inventò il frontalino estraibile. La parte pesante rimaneva in macchina perché inutilizzabile senza il frontalino. Ovviamente non era vero al 100%, e qualcuno si trovava comunque con l’autoradio rubata. Il colpo di grazia ai furti l’ha dato l’abitudine di comprare le auto nuove con l’impianto già installato, cosa che complica la vita ai ladri allungando i tempi. Perché allora rimpiangere le vecchie autoradio?

Perché se non ti piaceva quella di serie, potevi sempre comprarne un’altra e montarla in poco tempo, il tutto senza rovinare l’estetica della tua vettura. Se ora vuoi cambiare radio, ti troverai nella console centrale un oggetto che non c’entra assolutamente nulla ed è bruttissimo da vedere.

 

4 – Il freno a mano

Si proprio il freno a mano: non il semplice “freno di stazionamento”. Sta scomparendo in favore dei pulsanti, perchè?

Innanzitutto alle donne piacciono gli “uomini che usano il freno a mano”, come dice Clarkson. Con il freno a mano puoi impostare dei bei derapage, come dice Andrea De Adamich. In più guidare con la mano sul freno a mano ti da un senso di sicurezza in più, come dico io.

Insomma, meno pulsanti e più leve, grazie.

 

5 – Il benzinaio sotto casa

Quando non servivano grandi stazioni di servizio i benzinai erano in città. Non serviva andare a cercarli, perchè erano un po’ dappertutto.

Un’abitudine durata almeno fino agli anni ’80, quando i benzinai in città hanno iniziato a chiudere. Qualcuno è rimasto, ma con prezzi che scoraggiano una clientela abituale. Probabilmente tutto cambierà ancora grazie, o per colpa, delle auto elettriche.

 

Ed ora… qui sotto quelle segnalate da voi direttamente sul nostro canale Telegram!

La cara e vecchia chiave

Già, perché hanno deciso di toglierla? Se non altro, quando salivi a bordo e accendevi la tua automobile, sapevi dov’era e, ovviamente, sapevi dove metterla.

 

Non correre, pensa a noi

Anche questa ha fatto discutere, ma abbiamo deciso di metterla. Da una parte, tutti quelli che hanno vissuto l’automobile negli anni 60 e fino agli anni 80 sanno benissimo cosa significava questa targhetta magnetica da mettere sul cruscotto, che 40 anni era di metallo non rivestito. Si trattava di un vero e proprio ricatto morale fatto dalle mamme per indurre i papà ad andare piano, usando le foto dei figli. Funzionava? Forse si forse no. Per tutti gli agli, è un oggetto trash che merita l’oblio.

 

 

A questo punto la parola a voi! Cosa rimpiangete delle vecchie automobili? Scrivetecelo nei commenti a questo articolo.

Alla prossima!

 

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Autovelox e Tutor Lazio

Autovelox nel Lazio: tutte le postazioni dall’8 al 14 marzo 2021

Mario Draghi

Draghi che cancella il bollo auto è una bufala

Komatsu mining dump truck

Il veicolo elettrico più grande del mondo lavora… in miniera!