airtags furti auto

Gli AirTag di Apple vengono usati in Canada per rubare le auto

6 dicembre 2021 - 12:00

Se sei tra chi che è costantemente a caccia delle proprie chiavi, gli AirTag di Apple sono come una manna dal cielo: un dispositivo compatto che può essere rintracciato quasi ovunque nel mondo, senza un costoso GPS o un abbonamento dati? Sfortunatamente, sembra che l’idea di trovare dove sia un’automobile sia venuta in mente anche a qualcuno che sfrutta la tecnologia in altro modo.

La polizia di York ad Aurora, in Ontario, ha identificato cinque furti d’auto in cui i ladri hanno fatto nascosto un AirTag su un’auto di lusso, con l’intento di rubarla. La tecnica dei ladri è quella di nascondere il tracker sull’auto individuata, per poi seguire la sua posizione nell’app di Apple e scoprire dove è parcheggiata.

Il documento ufficiale della Polizia parla chiaro, ed è accompagnato da un video che spiega le fasi del furto:

Da settembre 2021, gli agenti hanno indagato su cinque casi in cui i sospettati hanno piazzato piccoli dispositivi di tracciamento su veicoli di lusso per poterli poi localizzare e rubare. Gli AirTag di Apple vengono agganciati alle auto nei parcheggi dei centri commerciali. I ladri poi rintracciano i veicoli bersaglio fino alla residenza della vittima, dove vengono rubati direttamente sotto casa.

I responsabili dei furti usano poi dei cacciaviti per entrare nell’abitacolo, assicurandosi di non far scattare l’allarme. Una volta dentro, viene collegato un dispositivo elettronico come quello usato dai meccanici per resettare le impostazioni di fabbrica. In questo caso la centralina viene riprogrammata per accettare una chiave che i ladri hanno portato con sé. Una volta programmata la nuova chiave, il veicolo si avvia e i ladri lo portano via.

Queste le raccomandazioni della Polizia canadese:

  1. Se possibile, parcheggiate il vostro veicolo in un garage chiuso a chiave.
  2. Utilizzare un bloccasterzo. Agirà come deterrente come tempo maggiore per il furto.
  3. Installare una serratura sulla porta dati della centralina. Questo semplice dispositivo può essere acquistato online e blocca l’accesso alla porta del computer dove i ladri hanno accesso per riprogrammare le chiavi del veicolo.
  4. Considera l’acquisto di un sistema di videosorveglianza di qualità. Assicurati che le telecamere siano posizionate correttamente e che funzionino sia di giorno sia di notte.
  5. Ispeziona regolarmente il tuo veicolo e chiama la polizia se noti qualche potenziale dispositivo di tracciamento sospetto.

 

E’ tutto da vedere se la tecnica funziona anche con altri dispositivi di tracciamento, che però sono solitamente più grandi e pesanti. Vedremo se qualcuno riuscirà in qualche modo a risolvere la situazione.

 

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Mitsubishi ASX

Mitsubishi ASX: la nuova generazione debutta nel 2023

Range Rover 6x6

Range Rover 6×6: all’asta il fuoristrada inglese a 6 ruote!

Bentley Beyond100

Con Bentley Beyond100 il marchio britannico annuncia 5 nuove elettriche