La prossima Alfa Romeo Giulia potrebbe essere più grande ed elettrica

Robin Grant
22/12/2022

La prossima Alfa Romeo Giulia potrebbe essere più grande ed elettrica

La nuova generazione dell’Alfa Romeo Giulia dovrebbe essere lanciata tra il 2024 e il 2025 e, stando ai piani dichiarati dal marchio italiano e da Stellantis, dovrebbe essere disponibile sia a benzina che totalmente elettrica, quest’ultima poi unica disponibile dal 2027.

Non sappiamo ancora nulla del modello, né se si chiamerà ancora Giulia, ma secondo il rendering pubblicato da Sugar Design sul suo profilo Instagram sarà più grande e lussuosa, con un design fortemente ripreso dalla Tonale.

Come sarà la nuova Alfa Romeo Giulia?

Lanciata nel 2015, la Giulia nel 2023 si appresta a compiere 8 anni arrivando al suo secondo e più massiccio restyling che già le porterà in dote una nuova texture dei fari LED anteriori, ondulati come quelli di Tonale. La nuova generazione, però, sarà completamente diversa e allineata alla Tonale, l’auto che ha rilanciato il marchio sia in Italia che all’estero.

Alfa Romeo Giulia rendering

Come immagina Sugar Design, oltre a una silhouette più longilinea e dimensioni maggiori, possiamo notare fari sottili all’anteriore molto vicini a quelli del SUV compatto prodotto a Pomigliano d’Arco, così come al posteriore dove sono larghi e connessi al centro, ma sempre in chiave più sottile.

Alfa Romeo Giulia rendering

I rendering sono volutamente offuscati per accrescere le aspettative, quindi non si vedono molti dettagli. Notiamo però un grande e interessante diffusore posteriore, e le maniglie delle portiere posteriori nascoste nel montante, come nelle Alfa dei vecchi tempi.

Alfa Romeo Giulia rendering

Lato prestazioni ovviamente non sappiamo nulla, ma è probabile che sia la versione endotermica che quella elettrica possano condividere alcuni aspetti tecnici con le Maserati Grecale e Gran Turismo.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news