Alfa Romeo Racing

Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio “Alfa Racing” a Ginevra

Due serie speciali che celebrano il ritorno di un pilota italiano (Giovinazzi) in F1 nel team Alfa Romeo Racing al fianco di Räikkönen.

6 marzo 2019 - 10:08

Al Salone di Ginevra 2019 Alfa Romeo ha presentato due nuove serie speciali che rendono omaggio al ritorno di un pilota italiano in Formula 1. Nel 2019 infatti Alfa Romeo gareggerà nel massimo campionato con il nome “Alfa Romeo Racing” riportando al via un pilota italiano, Antonio Giovinazzi, accanto a Kimi Räikkönen, già campione del mondo nel 2007.

Dal legame con le competizioni nascono le serie speciali a tiratura limitata Giulia Quadrifoglio e Stelvio QuadrifoglioAlfa Romeo Racing” con livrea dedicata. Sulle serie speciali vedremo il ritorno della storica sigla “Turismo Internazionale” a fregiare Alfa Romeo Stelvio nel nuovo allestimento Ti, che rappresenta il massimo della sportività, accanto alla Giulia Veloce Ti.

Su questa serie speciale alla esclusiva livrea, che rende omaggio alla monoposto Alfa Romeo Racing C38, si abbinano dettagli di stile unici, come i sedili sportivi Sparco con cuciture rosse e guscio in carbonio, il pomello del cambio automatico con inserto in carbonio firmato da Mopar, il volante in pelle e alcantara con inserti in carbonio.

All’interno spicca poi un badge celebrativo dedicato con il logo Alfa Romeo Racing. E poi ancora il tetto in carbonio a vista su Giulia, i cerchi in lega bruniti da 19″ su Giulia e da 20″ su Stelvio, le pinze freno rosse. Inoltre queste serie speciali sono dotate dell’esclusivo scarico in titanio Akrapovič, che enfatizza il sound profondo e aggressivo del motore 2.9 V6 Bi-Turbo incrementato nella potenza.

L’adozione dello scarico in titanio, dell’impianto frenante con dischi carbo-ceramici e dei sedili Sparco con guscio in carbonio, inoltre, apporta un significativo risparmio di peso rispetto alle rispettive versioni di normale produzione. L’utilizzo del carbonio è diffuso e coinvolge anche le calotte degli specchietti retrovisori, la “V” del trilobo frontale, gli inserti sulle minigonne, i battitacco (su Giulia).

Su entrambe le vetture “Alfa Romeo Racing” non mancano i cristalli privacy, l’Adaptive Cruise Control, il pacchetto audio premium Harman Kardon, il sistema infotainment AlfaTM Connect 3D Nav by Mopar con schermo da 8,8”, Apple CarPlayTM e Android AutoTM e radio DAB.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

poggiatesta Oasser per auto rimovibile

Il fantastico poggiatesta auto per dormire (quasi) come in business class

Parabrezza ghiacciato

Come sbrinare il parabrezza ghiacciato senza far danni

Nuova Kia Niro 2022

Nuova Kia Niro 2022: tanto spazio in un design futuristico