Volvo Recharge Highways

Bonus colonnine elettriche: come funziona e a chi è rivolto

Il governo ha fatto partire il fondo di 90 milioni di euro del bonus colonnine elettriche, dedicato a imprese e persone fisiche con attività.

16 dicembre 2021 - 7:00

Mentre gli incentivi per l’acquisto sono terminati, almeno per il 2021, il governo ha fatto partire il bonus colonnine elettriche, una nuova agevolazione dedicata a persone fisiche e imprese in modo da incentivarle ad installare infrastrutture di ricarica per veicoli a batteria presso le proprie sedi. Si tratta di un contributo in conto capitale, erogabile fino al 40% della spesa totale.

Il bonus colonnine elettriche è nuovo e aggiuntivo tassello nel piano del governo italiano per la cosiddetta “transizione ecologica”, la quale oltre ai bonus edilizi (ben più importanti e urgenti) passa anche attraverso la mobilità elettrica.

Bonus colonnine elettriche: a chi si rivolge il fondo?

Il governo ha stanziato 90 milioni di euro per il bonus colonnine elettriche, la stessa cifra che era stata stanziata originariamente per il 2020. Il Mite, Ministero per la Transizione Ecologica, ha sbloccato il bonus con un decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale nella giornata del 25 ottobre 2021, dichiarando che l’80% dei fondi è pensato per gli interventi delle imprese che abbiano un valore complessivo inferiore a 375.000 euro. C’è poi un 10% pensato per lavori che superino tale cifra, e un ultimo 10% per persone fisiche con attività d’impresa, arti e professioni.

Oltre a loro, il bonus si rivolge anche a soggetti IRES, di cui fanno parte enti pubblici e privati, aziende, trust, con oggetto principale l’esercizio dell’attività commerciale. Tutti i richiedenti possono presentare una sola domanda.

I requisiti del bonus colonnine elettriche

Come detto, il bonus colonnine elettriche è in conto capitale, per un valore massimo pari al 40% delle spese ammissibili. Invitalia si occupa dell’erogazione, che viene effettuata in un’unica soluzione.

Sono previsti, ovviamente, dei requisiti da rispettare per accedere al fondo:

  • Le imprese devono avere sede in Italia e risultare attive;
  • La società deve essere regolarmente iscritta al Registro Imprese, con iscrizione Ines e Inail e posizione contributiva regolare;
  • La società non deve aver richiesto altri contributi pubblici per investimenti parte dello stesso decreto Mite;

Sono escluse quelle realtà imprenditoriali in stato di difficoltà, sottoposte a procedure concorsuali o equivalenti, o se sottoposte a sanzioni interdittive. Ancora, sono escluse le aziende che non sono in regola con la restituzione di somme dovute.

Allo stesso modo, le persone fisiche devono essere in regola con i loro obblighi fiscali, quali il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali ed, eventualmente, la restituzione di somme dovute. Inoltre, il loro volume d’affari non dev’essere inferiore al valore della colonnina elettrica per cui viene richiesto il bonus.

Il bonus, infine, copre solo le spese soggette a fatturazione elettronica, e solo quelle per acquisto e messa in opera delle colonnine elettriche. Non solo l’infrastruttura, quindi, ma anche l’installazione, l’impianto elettrico e le opere edili correlate e strettamente necessarie. Sono inclusi nel bonus anche gli impianti di monitoraggio.

La domanda va presentata secondo le modalità stabilite sul sito ufficiale del Mite, allegando le descrizioni degli investimenti in abbinamento alla segnalazione dei risultati. Entro 120 giorni, Il Ministero provvede ad erogare i contributi con provvedimenti distinti.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Mitsubishi ASX

Mitsubishi ASX: la nuova generazione debutta nel 2023

Range Rover 6x6

Range Rover 6×6: all’asta il fuoristrada inglese a 6 ruote!

Bentley Beyond100

Con Bentley Beyond100 il marchio britannico annuncia 5 nuove elettriche