Nuova etichettatura europea

Il 20 Marzo 2021 entrano in vigore le nuove etichette per le colonnine elettriche: cosa c’è da sapere

La nuova etichettatura europea per le prese di ricarica delle auto elettriche nasce per aiutare i consumatori a capire quale presa di ricarica è compatibile con il loro veicolo a batteria ricaricabile.

17 marzo 2021 - 16:00

A partire dal 20 Marzo 2021 in tutta l’Unione Europea, nei Paesi dello Spazio Economico Europeo (Islanda, Norvegia, Lichtenstein), Serbia, Macedonia, Svizzera e Turchia entrerà in vigore la nuova etichettatura europea per quanto riguarda le prese di ricarica delle auto elettriche. La nuova normativa segue quanto fatto 3 anni fa con i distributori di carburanti liquidi e gassosi, e serve per dare maggiore chiarezza per quanto riguarda la tipologia di prese e colonnine, e i veicoli ad essi compatibili. Ciò significa che tutti i veicoli lanciati sul mercato o immatricolati da quella data in poi dovranno presentare le nuove etichette, e così anche le nuove colonnine e stazioni di ricarica.

La nuova etichettatura nasce per adeguarsi all’articolo 7 della Direttiva DAFI 2014/94/UE.

Su quali veicoli sarà applicata la nuova etichettatura europea?

La nuova etichettatura europea riguarda tutte le tipologie di veicoli con batteria ricaricabile. Nello specifico:

  • Ciclomotori;
  • Motocicli;
  • Tricicli;
  • Quadricicli;
  • Autovetture;
  • Veicoli Commerciali Leggeri;
  • Veicoli Commerciali Pesanti;
  • Autobus.

Dove saranno posizionate le etichette?

Sui veicoli, le etichette saranno poste in prossimità del connettore fisso del veicolo e sul connettore mobile per la ricarica, e anche sul manuale d’uso e manutenzione sia fisico che, quando presente nel sistema di infotainment, su quello digitale.

Le stazioni di ricarica, ovvero le colonnine, vedranno le etichette in corrispondenza della presa di corrente o, in caso di cavo incorporato, nel vano dove è riposto il connettore di ricarica.

A scopo informativo, le etichette si troveranno anche nei concessionari.

Come sono fatte le etichette?

Le etichette hanno un’estetica diversa a seconda che siano posizionate sulle colonnine o sui veicoli, ma in entrambi i casi hanno forma esagonale, regolare e orizzontale. La forma esagonale riguarda sia le etichette destinate alla ricarica in corrente alternata, sia quelle destinate alla ricarica in corrente continua. L’identificazione del tipo di ricarica avviene con una lettera identificativa e uno schema a colori.

Quando le etichette si trovano sul veicolo, la lettera è bianca/argento su sfondo nero, con contorno bianco/argento. Quelle site sulle colonnine hanno lettera nera su sfondo bianco/argento, con contorno nero.

Dove sarà valida la nuova etichettatura europea?

La nuova etichettatura europea, come detto, è in vigore nella UE 27, in Islanda, Norvegia, Lichtenstein, Turchia, Serbia, Macedonia e Svizzera. Anche i nuovi veicoli prodotti nell’Unione Europea, e destinati al mercato britannico, avranno le nuove etichette, indipendentemente dalle decisioni del Regno Unito sull’applicazione di queste regole dopo la Brexit.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Profumo per auto: i diffusori più interessanti e stilosi

Aria condizionata in auto: i trucchi per viaggiare freschi e consumare meno

Skoda Octavia SportLine

Skoda Octavia SportLine: la nuova versione a partire da 30.050 euro

black out

Basta un po’ di caldo e salta la rete elettrica: sicuri che siamo pronti per le auto elettriche?