Van VN5 Electric

Il Van VN5 Electric è il furgone elettrico derivato dai taxi di Londra

Una nuova era per LEVC

5 novembre 2020 - 8:00

Dopo la presentazione ufficiale avvenuta qualche mese fa, LEVC – London Electric Vehicle Company – la storica azienda produttrice dei taxi londinesi di recente finita nelle mani del gruppo Geely con Volvo e Smart, ha dato inizio alla produzione del suo nuovo LEVC Van VN5 Electric, il piccolo furgone elettrico derivato dalla nuova generazione del London Cab (chiamato TX), anch’esso elettrico.

Il Van VN5 Electric è inglese di progettazione e di produzione

Come detto, l’azienda inglese è stata acquisita e completamente rivoluzionata dal colosso cinese Geely, che sta completando la sua espansione in Europa grazie all’acquisizione di storici marchi. Ma, nonostante questo, l’iconico taxi e i suoi derivati rimangono britannici: come il cugino TX, infatti, anche il Van VN5 Electric è stato progettato nel Regno Unito, e sarà prodotto nello stabilimento LEVC di Ansty, Coventry, attualmente l’unica fabbrica specifica per la produzione di automobili elettriche in tutto il Regno Unito.

Un impianto di produzione altamente digitalizzato: tutti i sistemi e i processi aziendali sono interconnessi e in grado di rilasciare dati in tempo reale basati su cloud. È anche una struttura particolarmente ecologica, in quanto sfrutta la raccolta dell’acqua piovana e un complesso sistema di pannelli solari in modo da rimanere coerente con l’obiettivo dei nuovi veicoli LEVC, ovvero ridurre l’impronta di carbonio.

Il Van VN5 Electric condivide la quasi totalità delle componenti con il Taxi da cui deriva, compreso il design del frontale e gli interni. È, comunque, un veicolo importantissimo in quanto rappresenta il primo furgone elettrico dell’azienda britannica, che fino a questo momento non si era mai dedicata alla produzione di altre tipologie di veicoli. La filosofia, comunque, è la stessa e vuole una nomenclatura pratica e funzionale: come “TX” è una sigla per “Taxi”, così “VN” è abbreviazione di Van, mentre il numero 5 rappresenta il volume massimo dell’area di carico, ovvero 5 metri cubi. Per il resto, è un veicolo perfetto per le metropoli: trazione elettrica, dimensioni compatte, costruzione in alluminio che assicura leggerezza e tecnologia eCity.

Van VN5 Electric nasce per proporre un’alternativa diversa e ad emissioni 0 a un settore in forte crescita quale è quello dei piccoli furgoni. Con la produzione del suo primo furgone, LEVC e Geely puntano a rappresentare circa il 70% della produzione entro il 2022. I primi veicoli saranno pronti entro la fine del 2020, mentre nel Marzo 2021 arriverà anche la variante LHD.

Le caratteristiche di LEVC Van VN5 Electric

Come si diceva, il Van VN5 Electric è basato sulla stessa architettura e condivide la tecnologia eCity con il LEVC TX. Il furgone elettrico dell’azienda avrà un’autonomia pura di 98 km e un’autonomia totale flessibile di oltre 489 km, che lo rendono quindi l’ideale come veicolo van cittadino, per corrieri urbani o altre tipologie di impieghi che richiedono mezzi con un grande volume di carico. Inoltre, LEVC Van VN5 Electric conferma la sua natura pensata per le strette strade urbane, tipiche di città come Londra, grazie al suo raggio di sterzata record di appena 10,1 metri.

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social. Vi invitiamo a seguire Quotidianomotori.com su Google News, ma anche su FlipboardFacebookTwitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Zeekr 001

Zeekr 001: la “Polestar” cinese di Lynk & Co è bella e prodotta nella “Zeekr Intelligent Factory”

Birò O2 edizione limitata

Birò O2 edizione limitata: in pre-ordine l’elettrica realizzata con l’80% di plastica riciclata

foxtron model e

Foxconn passa dalla produzione di iPhone a quella di auto elettriche Foxtron: cosa c’è dietro?