Seat Leon e-Hybrid

Le migliori Auto Plug-in Hybrid del 2022

Le migliori auto plug-in hybrid da comprare questo mese per rapporto qualità prezzo, per le vetture ibride che si possono ricaricare dalla presa elettrica.

5 aprile 2022 - 8:00

Vengono chiamate “ibride alla spina”, per differenziarle dalle full hybrid e per sottolineare il fatto che, proprio come le vetture elettriche, per ricaricarsi devono essere collegate a un cavo di corrente, sia a casa che alle colonnine. Anche per questo, le auto plug-in hybrid sono quanto di più vicino al full electric ci sia sul mercato: tra le vetture a motorizzazione ibrida, infatti, sono quelle che montano il motore elettrico più potente e le batterie più capienti, consentendo quindi di percorrere distanze abbastanza prolungate senza sfruttare il motore termico.

La vicinanza con l’elettrico, come detto maggiore rispetto alle Full Hybrid e soprattutto alle Mild Hybrid, si vede anche dai prezzi che sono un po’ più elevati: vediamo quindi insieme quali sono le migliori proposte che riteniamo imbattibili nel rapporto qualità e prezzo.

Nei prossimi paragrafi, la scheda per ognuna delle auto plug-in hybrid scelte, con le caratteristiche principali ed i prezzi di listino.

Auto Plug-in Hybrid: Kia Ceed Sportwagon

Forte di un indiscutibile successo, la Kia Ceed è giunta alla sua terza generazione, che stilisticamente si mantiene simile a quella precedente, il cui design è ancora attuale e moderno, ma che cambia nella piattaforma e nelle motorizzazioni: infatti, la versione sportwagon (la familiare) guadagna la motorizzazione ibrida plug-in, e si aggiunge alla già molto completa gamma elettrificata del marchio coreano.

Il design della Ceed PHEV riprende quello sportivo e giovanile della GT-Line, anche se la vera novità è naturalmente il motore 1.6 cilindri abbinato a un motore elettrico, per una potenza complessiva di 141CV. In modalità full electric, la Ceed PHEV può percorrere fino a 60km, una delle autonomie maggiori della categoria.

Il prezzo parte da 35.500 euro.

Auto Plug-in Hybrid: Ford Kuga PHEV

La Kuga è il SUV medio dell’ovale blu che ha raggiunto un successo impressionante, motivo per cui la sua terza generazione è disponibile in tante motorizzazioni diverse grazie a una nuova piattaforma inedita: “normale”, mild hybrid, full hybrid e appunto ibrida plug-in.

La nuova Kuga è completamente rinnovata e ora gode di un design sempre squadrato e sportivo ma più raffinato, più vicino a quello della nuova Focus. Anche gli interni ora sono più curati, e riprendono lo stile delle ultime Ford, con un cruscotto completamente digitale e il display da 8 pollici sulla plancia. La Kuga ha due motori elettrici e uno termico, per una potenza complessiva di 225 CV.

In elettrico ha un’autonomia di poco più di 50km, per un prezzo che parte da 42.850 euro.

Auto Plug-in Hybrid: Toyota RAV 4

Non manca mai Toyota quando si parla di auto ibride, anche plug-in. RAV 4 è il suo modello forse più celebre, che colleziona successi su successi da oltre 20 anni. Oggi, rispetto alle origini, si è un po’ “imborghesito” (senza però rinunciare alla sua vocazione fuoristrada) ed è più grande. Inoltre, ha perso la configurazione 3 porte che caratterizzava le prime generazioni. In compenso, ha acquisito la motorizzazione full hybrid, per la prima volta, anche la Plug-in hybrid.

Il motore è un 4 cilindri a ciclo Atkinson da 178CV abbinato a due motori elettrici che consentono in totale una potenza di 306CV, e l’impressionante risultato (per un’auto di questo tipo) di 6,2 secondi nello scatto 0-100. Ottima anche l’autonomia in full electric, dichiarata di 65km. Per il prezzo si parte da 55.500 euro.

Auto Plug-in Hybrid: Peugeot 508 Hybrid

Da quando è stata presentata, ho sempre avuto un debole per questa 508, che preferisco di gran lunga nella versione berlina 4 porte rispetto alla station wagon. Lasciando perdere i gusti, ad alcuni farà sapere piacere che questa berlina francese che punta tutto al design, alla tecnologia e alla qualità degli interni è disponibile anche in versione plug-in Hybrid.

L’auto gode di un motore 4 cilindri da 1,6 litri abbinato a un motore elettrico, per una potenza totale di 225CV. L’autonomia in modalità elettrica supera di poco i 50km, che quindi le consentono di muoversi a emissioni 0 in città e poi di godersi i viaggi extraurbani senza l’ansia della ricarica e delle batterie.

Il prezzo in Italia parte da 49.950 euro.

Auto Plug-in Hybrid: Mitsubishi Eclipse Cross PHEV

È la proposta SUV Coupé del marchio dei diamanti, che richiama nel nome la celebre sportiva degli anni Novanta. Mitsubishi Eclipse Cross è arrivata sul mercato nel 2017, e nel 2021 è stata oggetto di un profondo restyling che non solo l’ha resa più moderna, ma le ha anche portato la propulsione plug-in hybrid unita alla trazione integrale, come vuole la tradizione.

La propulsione ha una potenza totale combinata di 188 CV, e 45 km di autonomia in modalità full electric. Il valore aggiunto, una rarità sulle PHEV, è il supporto alla ricarica rapida con presa CHAdeMO, standard sempre meno diffuso sulle auto ma che per legge si trova su tutte le colonnine a ricarica rapida.

Il prezzo parte da 45.350 euro.

Auto Plug-in Hybrid: Citroën C5 Aircross Hybrid

Il motto della casa del double chevron è “Electric for all“: Citroën, infatti, vuole proporsi come la casa del gruppo Stellantis che porta vetture elettriche ed elettrificate a prezzi abbastanza accessibili, in maniera non dissimile da quanto nello stesso gruppo si propone di fare Opel. Oltre alla Citroën Ami, il veicolo supercittadino classificato come quadriciclo leggero (per il quale non serve nemmeno la patente), e all’elettrica Citroën e-C4 la casa francese ha proposto già  la versione ibrida della sua ammiraglia, la Citroën C5 Aircross Hybrid.

Esteticamente non cambia praticamente nulla, se non la presenza di un secondo sportello-serbatoio con la presa per la ricarica delle batterie, visto che si tratta naturalmente di un ibrido plug-in. La versione elettrificata dell’assai apprezzato SUV compatto francese è dotato di un powertrain dalla potenza complessiva di 225CV e 320 N/m di coppia. La batteria (unica) del motore elettrico è da 13,2 kWh e garantisce circa 55km di autonomia in modalità solo elettrica. Il prezzo parte da 44.600 euro.

Auto Plug-in Hybrid: Hyundai Tucson PHEV

La nuova generazione della Hyundai Tucson presenta tutte le forme di ibrido, dal Mild hybrid al plug-in che abbiamo provato qualche mese fa.

Hyundai Tucson PHEV ha un design muscoloso e particolare, come vuole la filosofia stilistica “Sensous Sportiness” del marchio, e propone tanto comfort, tecnologia e sicurezza. La potenza combinata è di 265 CV mentre l’autonomia in modalità full electric di 50 km su ciclo WLTP. Il prezzo parte da 45.000 euro.

Auto Plug-in Hybrid: Volvo XC40 Recharge PHEV

Saliamo un po’ di livello, con un altro SUV compatto questa volta proveniente dalla Svezia: la Volvo XC40 Recharge PHEV. L’auto è esteticamente identica alla Xc40 normale, ma cambia nella sicurezza, notevolmente migliorata, anche per proteggere le batterie.

Due i motori, per una potenza totale di 262CV: un 1.5 benzina da 180CV e un elettrico da 82CV, che portano a una velocità massima limitata di 180km/h (così ha stabilito Volvo per i suoi modelli). In modalità solo elettrica la vettura ha un’autonomia di circa 45km, mentre i prezzi partono da 48.050 euro, che la rendono un po’ la via di mezzo completa tra la elettrica (che parte da 60.000 euro) e la Mild Hybrid (che parte da 35mila).

Auto Plug-in hybrid: Renault Captur E-Tech

C’è anche Renault Captur E-Tech nella lista delle migliori auto plug-in hybrid di questo mese. Il cuore del sistema sviluppato da Renault si basa su un motore a benzina di 1,6 litri da 91 cv, da due motori elettrici ma soprattutto da una gestione elettronica dei flussi energetici frutto delle esperienze acquisite dal team di Formula 1.

Viene proposta ad un prezzo davvero concorrenziale: per la 1.6 PHEV E-TECH 160cv INTENS il listino è di 32.950 €.

Auto Plug-in Hybrid: Seat Leon e-Hybrid

La nuova generazione della Seat Leon, presentata nel corso del 2020, è nata elettrificata. Infatti, oltre alle classiche declinazioni benzina e diesel, la nuova segmento C di Barcellona ha due motorizzazioni ibride: una Mild Hybrid (da noi provata) e la versione di questo paragrafo, ibrida plug-in. La Leon, inoltre, è una delle ormai pochissime vetture ad avere anche una versione a metano bi-fuel.

Per quanto riguarda la Leon e-Hybrid, si tratta di una delle ibride di questo tipo più accessibili sul mercato, e può diventarlo maggiormente grazie agli incentivi. Ottima anche la propulsione: l’autonomia del motore elettrico da 75kW è di 60 km, e si combina con un motore 1.4 TSI da 175 kW, per una potenza totale di 204 CV. Il prezzo parte da 34.950 euro.

Auto Plug-in Hybrid: Kia XCeed PHEV

La XCeed PHEV (qui per la nostra prova) è una versione crossover della gamma che arriva con motore tradizionale a benzina, a gpl (qui la nostra prova), motore mild hybrid e versione plug-in Hybrid, quest’ultima in unico allestimento. L’auto è spaziosa, molto piacevole esteticamente, e anche in questo caso rappresenta una delle PHEV più economiche: costa, infatti, a partire da 36.250 euro.

L’autonomia del motore elettrico è di poco più di 50 km, utile per gli spostamenti quotidiani, mentre la potenza totale è di 141 CV. Ottima anche l’abitabilità interna, che offre una vista rialzata e grande comfort nei lunghi viaggi.

Auto Plug-in Hybrid: Range Rover Evoque P300e

Anche il crossover di successo del marchio britannico si fa ibrido, e anche in questo caso con variante Mild o Plug-in. Quest’ultima vede combinare un motore turbo benzina tre cilindri 1.5 con un motore elettrico montato sull’asse posteriore, cosa che serve a dare la trazione integrale e a rendere l’auto più efficiente a livello di consumi. Il motore elettrico è uno dei più performanti visti su una plug-in: si parla di 68 km di autonomia in solo elettrico.

Tanta la potenza: 309 CV abbinati a 540 N/m di coppia, in abbinamento a una trasmissione automatica a 8 marce. Il prezzo parte da 59.315 euro.

Auto plug-in Hybrid: Peugeot 3008 Hybrid

L’elettrificazione di Peugeot continua, e dopo la 508 anche la 3008 si fa ibrida: noi l’abbiamo anche provata nel nostro primo contatto. Una vettura che si aggiorna nel design proprio a partire dal 2021, e in particolare nel design frontale che ora riprende gli artigli LED introdotti a partire dalla nuova 508 e nuova 208, mentre il posteriore rimane molto simile al precedente, e cambia per la nuova texture tridimensionale del gruppo ottico.

Disponibile solo negli allestimenti Allure e GT, la 3008 Hybrid costa poco meno di 45.000 euro (senza incentivi), ed è disponibile con due motori ibridi: il primo, a trazione anteriore, che permette un’autonomia in full electric di 59 km; il secondo, a trazione integrale, con autonomia in modalità solo elettrica di 56 km. Perfetto per la città, ma anche per i percorsi fuori strada, Peugeot 3008 si arricchisce di una nuova motorizzazione per rimanere sul pezzo, e continuare la sua gloriosa carriera che lo rende il best seller del leone.

Auto ibride plug-in: MINI Countryman SE

Una delle cittadine per eccellenza, la MINI ha un futuro in chiave elettrico. E se la MINI classica è già full electric, per la Countryman il marchio ha giustamente puntato su un’alta elettrificazione, scegliendo una motorizzazione ibrida plug-in. La Countryman è la MINI crossover, più grande ma sempre compatta, e nella versione All4 anche a trazione integrale, per poter affrontare qualunque tipo di percorso.

Con un prezzo che parte da 40.600 euro, la MINI Countryman SE gode di un’autonomia in full electric di 61 km grazie a una batteria da 10,0 kWh, mentre quella combinata è di circa 800 km. Tanta anche la potenza: 220 CV, che donano all’icona britannica tante anime. Quella tranquilla, silenziosa e cittadina; quella esuberante e potente, dall’anima offroad ma sempre chic.

Auto ibride plug-in: Jeep Compass 4xe 2022

Rinnovata nel 2021, la nuova Compass, per quanto restyling, cambia in tutto fuorché nel nome. L’estetica della Jeep made in Italy vede ora un frontale più massiccio e imponente, tutto sviluppato in larghezza grazie alla calandra più grande e alla nuova firma a LED dei gruppi ottici anteriori. Anche il paraurti è nuovo, con una nuova presa d’aria “a ferro di cavallo”, mentre una maggiore differenziazione estetica è stata fatta tra i 4 allestimenti, Longitude, Limited, S e Trailhawk.

Sopratutto negli ultimi due: la S, di nuova concezione, ha paraurti e minigonne ribassati in tinta carrozzeria, che danno più eleganza e sportività, con un look urban. La trailhawk aumenta la sua connotazione offroad, con un nuovo design per il cofano, rinforzi in plastica su parafanghi e paraurti, e pneumatici a spalla elevata. Con la Compass l’offroad Jeep è solo ibrido alla spina, grazie al “4xe” che reinventa il modo di fare fuori strada: le motorizzazioni ibride sono da 190 o 240 CV, e l’autonomia in full electric è di circa 50 km, per un prezzo di 44.650 euro.

Auto ibride plug-in: Lynk & Co 01

È stata una delle novità più interessanti del 2021, sia per la sua formula di vendita (500 euro al mese, sia come rata del finanziamento sia come noleggio senza impegno), sia per la community che permette di condividerla con gli altri membri, sia ovviamente per il design particolare.

La Lynk & Co 01, disponibile anche in variante full hybrid, nasce sulla stessa piattaforma CMA della Volvo XC40, ma rispetto alla svedese PHEV, la cugina cinese presenta 265 CV combinati e un’autonomia in elettrico di 70 km. L’auto è venduta a 40.700 euro full optional, con tetto panoramico, sedili in EcoNYL, camera integrata per i vlog e tanta sicurezza. Se vuoi saperne di più, ecco il nostro test drive!

Auto ibride plug-in: Kia Sportage PHEV 2022

È stata appena presentata la quinta generazione della Kia Sportage, che nasce solo elettrificata. Questo comprende anche una motorizzazione ibrida plug-in, nativa con la trazione integrale, e che offre una potenza di 265 CV per un’autonomia in EV di 56 km.

Il design è tutto nuovo con filosofia Opposites United derivata dalla Kia EV6, come nuovo è il telaio. Una vettura per tutta la famiglia e per tutti gli usi, in grado di farsi notare.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

toyota supra

A 265 km/h con una Toyota SUPRA MK4 del 1994 in autobahn.

Alfa Romeo Stelvio Guardia Civil

La Guarda Civil usa auto di cartone per spaventare gli automobilisti?

Militem Ferox500

Militem Ferox500 a partire da 149.500 €