La birra di Jeremy Clarkson è già la più venduta su Amazon UK

Robin Grant
30/11/2021

La birra di Jeremy Clarkson è già la più venduta su Amazon UK

Oltre alla sua fattoria, Jeremy Clarkson si è lanciato nel mondo delle birre, un po’ come l’amico e collega James May ha avviato la sua distilleria. Il conduttore britannico ha messo in commercio la sua birra chiara Hawkstone lo scorso 27 Novembre 2021, e in appena 8 ore è salita in cima alle classifiche di Amazon UK. Tanto che le scorte potrebbero già terminare prima di Natale, con risultati migliori di marchi blasonati quali Corona, Budweiser e Stella Artois.

Il nuovo successo di Jeremy Clarkson

Le vendite alle stelle hanno portato il team di Clarkson a discutere per capire se fissare un limite al numero di bottiglie acquistabili dai clienti, in modo da non farle esaurire per il periodo natalizio. Clarkson, quindi, dopo la sua Clarkson’s Farm, ha reso un successo anche uno dei suoi sogni infantili. Per celebrare questa vittoria, il 61enne si è letteralmente arrampicato sul tetto del suo trattore Lamborghini, e con la birra in mano ha dichiarato: “Bevi qualcosa, fatti un giro e  vedi cosa riesci a trovare“.

Clarkson's Farm

Ad ogni modo, la birra è completamente artigianale: lui ha coltivato l’orzo per la miscela nella sua Diddly Squat Farm, ma è al manager ventunenne Kaleb Cooper che deve quasi tutto il successo della bevanda, come dichiara lui stesso. Clarkson ha infatti dichiarato che Cooper si è dedicato completamente alla coltivazione dell’orzo.

Lo stesso show-man si è poi sorpreso nell’aver scoperto la differenza tra le 205 sterline a tonnellata pagate in origine per il suo orzo, e le 580 sterline a tonnellata che l’orzo raggiunge per gli altri produttori di birra. Per questo, il suo prossimo obiettivo è quello di garantire accordi più equi per i produttori di orzo, magari andando fondare una cooperativa di agricoltori.

Jeremy Clarkson[/correlato]

Altre difficoltà

Secondo Jeremy Clarkson, la parte più difficile nella realizzazione della miscela è stata capire quanto renderla forte. Le fazioni erano divise: il figlio di Jeremy optava per una gradazione forte, in quanto ha pochi soldi da spendere e quindi preferisce “ubriacarsi il più possibile con la minima spesa“. Al contrario, il suo muratore a secco Gerald Cooper, di 72 anni, ama bere almeno otto pinte al pub, e per questo preferisce una bassa gradazione. Da qui, il compromesso di una gradazione alcolica di 4.8. “Un bel numero intermedio”, secondo Jeremy.

Sarà, per noi sono cose “molto da inglesi”!

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news