Car Sharing Bologna Corrente Renault Zoe

Car Sharing Bologna Corrente Renault Zoe: quanto costa e come funziona

Car Sharing elettrico? Si può fare, a Bologna!

20 marzo 2019 - 14:00

Car Sharing Bologna Corrente: il capoluogo emiliano arricchisce la propria offerta con il servizio di car sharing 100% elettrico “Corrente”, operativo ormai da fine Ottobre con 120 auto elettriche. 240 Renault ZOE saranno impiegate entro Pasqua 2019.

Omnibus, il consorzio pubblico-privato che riunisce Tper, Cosepuri e Saca, ha scelto, per l’avvio del progetto, una flotta di 120 Renault Zoe, che diventeranno 240 entro Pasqua 2019, arricchendo l’offerta di mobilità con un’alternativa pubblica. Già da oggi la città si tingerà del blu delle Zoe che circoleranno per l’ultima fase di test su strada e, da lunedì 8 ottobre, sarà possibile per i futuri utenti, registrarsi sulla piattaforma online o scaricare la App su Play Store o Apple Store.

Alle Zoe del Car Sharing Bologna Corrente, sarà consentito l’accesso alle zone a traffico limitato (ZTL) del Comune di Bologna con eccezione delle aree pedonali, sulle corsie preferenziali, nonché la gratuità della sosta sulle strisce blu, negli stalli bianchi per i residenti e nei posti auto riservati al car sharing.

Car Sharing Bologna Corrente: i costi e le convenzioni

Dal portale o dalla app, sarà possibile visualizzare sulla mappa le auto disponibili più vicine alla propria posizione o ad un altro indirizzo d’interesse e la prenotazione potrà essere effettuata anche con poco anticipo rispetto alla fase di fruizione. Dal momento della prenotazione Car Sharing Bologna, si avranno a disposizione 15 minuti per raggiungere l’auto. Il pagamento sarà effettuato per i soli minuti di effettivo utilizzo ed avverrà in modo semplice e sicuro attraverso la propria carta di credito. Fino al 31 dicembre 2018, sarà in vigore una speciale tariffa di lancio di 20 centesimi al minuto, tariffa che dal 2019, sarà applicata anche agli abbonati annuali Tper; numerose, inoltre, le forme di convenzione già in fase di sottoscrizione con le imprese e operatori pubblici e privati.

I veicoli disponibili si troveranno su aree pubbliche o in parcheggi dedicati messi a disposizione nell’area di operatività del servizio, di 45 km2, all’interno della quale il cliente potrà iniziare e terminare la corsa. La ricarica elettrica dei veicoli sarà a cura del gestore del servizio che monitorerà in tempo reale l’autonomia residua in ciascuna ZOE, intervenendo puntualmente quando necessario.

La Renault Zoe elettrica del Car Sharing Bologna Corrente

Veicolo 100% elettrico più venduto in Europa, Renault ZOE si conferma ancora una volta la soluzione ideale di mobilità elettrica, apprezzata da clienti pubblici e privati per le sue qualità tecnologiche e la sua versatilità di utilizzo. Grazie alla sua batteria Z.E. 40 da 41 kWh, Renault ZOE vanta un’autonomia pari a 300 km WLTP. Il caricatore Caméléon, inoltre, consente a ZOE una ricarica più veloce sulle infrastrutture a corrente alternata, le più diffuse, adattandosi automaticamente a tutte le potenze monofase e trifase.

Grazie a queste sue caratteristiche, oggi in Italia ZOE è l’auto elettrica preferita per i car sharing elettrici in via di sviluppo, car sharing pubblici o privati, aziendali o universitari: da Milano a Palermo, da Napoli a Padova, dal Lazio alla Puglia, dall’Umbria alla Toscana.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

McLaren Ultimate Series 2020

McLaren Ultimate Series 2020: annunciata la nuova roadster decapottabile

Lamborghini Aventador SVJ 63 Roadster

Lamborghini Aventador SVJ 63 Roadster: svelata alla Monterey Car Week 2019

Autostrada di notte

Calendario esodo 2019: bollini neri e rossi nel rientro dalle vacanze