cervicale alla guida

Cervicale alla guida? Ecco alcuni consigli

Cosa si può fare per la cervicale alla guida?

14 ottobre 2021 - 7:00

La cervicale alla guida, nonché il mal di schiena, sono spesso riscontrati dagli automobilisti, soprattutto coloro che usano l’auto tutti i giorni. Ci sono però alcuni accorgimenti che ognuno di noi può seguire per ridurre la cervicale alla guida, e che fanno davvero la differenza per quanto riguarda comfort e sicurezza.

Diffusa soprattutto tra i conducenti più anziani, non risparmia a volte nemmeno quelli più giovani, ed è spesso abbinata a mal di schiena, torcicollo, crampi a piedi e dita delle mani, e dolori alle spalle. Tutto questo non va ovviamente bene: vediamo cosa si può fare per ridurre la cervicale alla guida.

Cervicale alla guida: attento a entrare e uscire

Ciò che può provocare la cervicale alla guida o il mal di schiena sono proprio l’ingresso e l’uscita dall’auto. Se è particolarmente scomodo, può essere una soluzione trovare qualcosa a cui aggrapparsi.

Il volante potrebbe dare un po’ di spinta, ma alla lunga si rovinerebbe. Meglio quindi acquistare delle maniglie e delle impugnature che entrano nella serratura della portiera e creano uno slancio più sicuro.

Si badi bene che le auto molto basse, come le Roadster e alcune berline, possono causare mal di schiena. In tal caso, forse è meglio rivolgersi a vetture con una seduta un po’ più alta.

Caricare i bagagli

Un’altra causa della cervicale alla guida, e del mal di schiena, è data dalle operazioni di carico e scarico dei bagagli, specie se sono ingombranti. Per esempio, grandi scatoloni, valigie pesanti, o passeggini e sedie a rotelle possono essere molto dannosi.

Per agevolare l’ingresso di questi oggetti, è possibile usare dei semplici pannelli laminati che riducono lo sforzo di sollevamento. Inoltre, può aiutare mettere una copertura protettiva all’apertura del bagagliaio, in modo da non danneggiare la carrozzeria. Sapete invece qual è il trucco per portare un bagaglio in più in aereo?

La cintura di sicurezza

Alcuni trovano molto scomodo allungarsi indietro per prendere la cintura di sicurezza, e se questa non dev’essere una scusa per smettere di utilizzarla, c’è però una soluzione pratica e sicura.

Esistono, infatti, delle maniglie molto economiche, e semplici da montare. Alcune sono dotate anche di imbottitura extra, e coperture che proteggono collo e spalle da eventuali sfregamenti.

Regolare la posizione di guida

Tra i fattori principali della cervicale alla guida c’è ovviamente la posizione di guida. Ci sono alcune persone che stanno troppo vicino al volante, posizione sbagliata a prescindere, perché compromette un efficace dispiegamento degli airbag in caso di incidente. Allo stesso modo, sedersi troppo indietro, oltre a distendere in modo esagerato le braccia, riduce la capacità di controllo del pedale.

È bene assicurarsi di avere un contatto libero con i pedali, e in generale di lasciare circa 30 cm tra il centro del volante e lo sterno del conducente. Anche lo schienale non deve essere eccessivamente dritto, ma un po’ inclinato.

Occhiali da sole

Non sembra, ma anche rimanere abbagliati dal sole causa cervicale alla guida. Specialmente in questo periodo, che vede le giornate allungarsi, il sole può compromettere la visibilità, costringendoci ad assumere posizioni scorrette e rischiose, oltre a non farci vedere nulla.

In questo caso, meglio rivolgersi a dei professionisti per trovare gli occhiali adatti, ed eventualmente si possono aggiungere lenti antiriflesso sulla visiera parasole.

Viaggiare organizzati

Per ridurre il rischio di cervicale alla guida (e tanti altri inconvenienti), i viaggi lunghi vanno pianificati.

Per esempio, se possibile cercando di individuare un momento con poco traffico, e scegliendo tipi di strade adatte a noi: lo sterrato non è un amico della schiena. Con la cervicale e il torcicollo, cerchiamo di evitare il più possibile gli incroci. Certo non è possibile farlo del tutto, ma comunque serve a ridurre le volte in cui dovremo girarlo.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Amazon Echo Auto in Italia

Amazon ha davvero smesso di credere nelle automobili?

Applicazioni Android Auto

Le migliori applicazioni per Android Auto gratis

Skoda Kamiq Monte Carlo

Skoda Kamiq G-tec: il SUV a metano