Colonnine gratis 2022: dove ricaricare l’auto elettrica senza pagare

Robin Grant
21/12/2021

Colonnine gratis 2022: dove ricaricare l’auto elettrica senza pagare

Anche oggi rimane possibile cercare dove sono le colonnine gratis per ricaricare l’auto elettrica senza spendere un euro. In effetti, da proprietario di una city car a batterie, posso dire che per questo tipo di vettura il costo di rifornimento è notevolmente più basso se paragonato a quello di un’auto a benzina. Riguardo alle colonnine gratis, sono calate in numero già rispetto a un anno fa, quando avevo provato la Kia eSoul, e rispetto agli anni scorsi. Tuttavia, va detto che è ancora importante il numero di punti dove ricaricare gratis l’auto elettrica.

Sono principalmente diffuse nei supermercati, ma non manca qualche sorpresa all’interno delle città che permette di ricaricare la propria vettura a zero spese. Altro presupposto da tenere in conto è che la quasi totalità delle colonnine gratis sono in Corrente Alternata, cioè con potenza compresa tra i 7 e i 22 kW.

Colonnine gratis: Tesla Destination Charger, non solo per Tesla

Tesla è famosa per la sua rete Supercharger, infrastruttura di ricarica a 480 Volt con presa CCS disponibile solo per le sue vetture (ma ancora per poco). Meno noti sono i Destination Charger, ovvero delle vere e proprie wallbox che di solito si trovano in alcune strutture alberghiere o ristoranti.

Colonnine gratis

Di recente, però, sono stati posizionati alcuni Destination Charger anche negli stessi complessi che ospitano i Supercharger. Nello specifico, mi riferisco alla stazione di Arese, che si trova in un parcheggio appena dall’altro lato della strada rispetto al famoso centro commerciale, dove le quattro Destination Charger sono gratuite e aperte a tutte le auto elettriche, non solo alle Tesla. Il valore aggiunto è che non serve nemmeno registrarsi o scaricare app Tesla: è sufficiente parcheggiare l’auto, prendere il cavo incorporato nella wallbox e inserirlo nella presa della vettura.

Si tratta ovviamente di una ricarica molto più lenta rispetto ai Supercharger, con potenza massima di 22 kW (comunque non male). Oltre a quello di Arese, si trovano dei Tesla Destination Charger all’esterno di quasi tutti gli NH Hotel di Milano e dintorni, due allo Sporting Club di Monza (Viale Brianza, entrambi da 22 kW) e uno all’interno del Garage Velasca, il parcheggio sotto la famosa torre, che però si ferma a 11 kW. A questo link la mappa completa con tutti i Tesla Destination Charger in Italia.

Colonnine gratis Iper

La catena di supermercati Iper è pioniera nell’erogazione di corrente gratuita per i possessori di vetture a batteria. Le colonnine si trovano in tutti i punti vendita (Arese compreso), e possono comprendere da quattro a sei punti di ricarica.

colonnine iper

La ricarica, come detto, è gratuita: occorre registrarsi con la propria tessera sanitaria o sul sito o anche direttamente alla colonnina, quando presente il display touch come nel caso dell’Iper di Savignano sul Rubiconde (FC). Attenzione, però, perché la ricarica alle colonnine Iper può essere effettuata per un massimo di due ore. La potenza massima è di 11 kW. Per saperne di più, vi rimandiamo all’articolo dedicato.

Colonnine gratis Decathlon

Anche la catena di abbigliamento e articoli sportivi Decathlon ha installato delle colonnine gratis in alcuni dei suoi punti vendita, anche se non tutti. Sempre restando nel milanese, sono presenti colonnine nei negozi Decathlon di Segrate, Saronno (VA) e Pieve Fassiraga (LO).

Ad ogni modo, apprezzabile l’intento della catena francese. Per attivare le colonnine, è sufficiente passare la tessera RFID di Decathlon o, quando presente, scaricare l’app del gestore a cui la catena si è appoggiata (per esempio a Ferrara le colonnine sono di Scame Parre). La potenza massima è di 11 kW, ma per esempio quella lodigiana si ferma a 3,7 kW.

Colonnine gratis Aldi

Anche la catena di discount Aldi ha installato colonnine gratuite presso i suoi punti vendita, compreso quello del nuovo negozio di Monza in Viale Lombardia.

Il loro funzionamento, però, è alquanto complesso: bisogna infatti parcheggiare l’auto, entrare e chiedere al personale di far partire la colonnina. Certo, a caval donato non si guarda in bocca, ma speriamo che Aldi attivi il funzionamento tramite tessera fedeltà, per rendere il tutto più agevole (soprattutto per i commessi!).

Colonnine gratis Tigros

Anche la catena di supermercati Tigros ha installato colonnine gratis nei parcheggi dei suoi punti vendita.

In molti casi si tratta di vere e proprie wallbox, un po’ come nel caso di Tesla, che si attivano tramite tessera del supermercato.

Ricaricare gratis nei territori comunali

Infine, molti comuni, come Milano e Monza, mettono a disposizione colonnine gratis per cittadini e turisti. Non sono tantissime, specialmente a Milano, dove si contano letteralmente sulle dita di una mano, ma è comunque bene segnalarlo.

Juice Booster 2

Alcune di loro, come per esempio quelle di Via Sempione, Via Enrico Arosio e Via Magenta a Monza, si attivano tramite l’app EvWay. In generale, questo gestore nella sua app include la quasi totalità di colonnine presenti sul territorio, e dà modo di attivarle, e per questo è consigliato scaricarla. L’applicazione, infatti, fornisce indicazioni sui prezzi di ricarica, e permette quindi di scoprire nuove colonnine gratis.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news