biciclette

In Colorado i ciclisti potranno passare col rosso, ed è una pessima idea

In Colorado una legge permetterà ai ciclisti di non fermarsi agli stop, mentre potranno passare con il rosso dopo aver dato la precedenza agli altri.

8 aprile 2022 - 7:00

I ciclisti potranno passare con il rosso, almeno in Colorado. E’ questa la notizia che ci arriva in questi giorni e che fa discutere in rete. Che passare con il rosso per qualche ciclista sia diventata un’abitudine, questo è certo e non solo in Italia. Che qualcuno si sia spinto a legalizzare i contromano per i ciclisti è un altro fatto certo, e questo è successo anche in Italia.

Ma da quello che abbiamo capito, i ciclisti in Colorado saranno tutelati nel passare con il rosso grazie ad una nuova legge appena passata al Senato locale. In attesa della firma del governatore, sempre che firmi davvero, il Safety Stop Bill cambia il significato dei segnali stradali, ma solo per determinati veicoli. Per chiunque guidi un “mezzo di trasporto a bassa velocità” i cartelli di stop equivarranno a quelli in cui si deve dare la precedenza, mentre i semafori rossi saranno equiparati ai cartelli di “stop“.

In questo modo il ciclista che si avvicina ad un segnale di stop, dovrebbe semplicemente rallentare a una velocità ragionevole e dare la precedenza a qualsiasi veicolo o pedone stia impegnando l’incrocio.  Ad un semaforo rosso, i ciclisti dovranno fermarsi all’incrocio e dare la precedenza a qualsiasi veicolo o pedone stia impegnando l’incrocio, prima di proseguire la marcia, appunto con il rosso.

Ovviamente non saranno solo le biciclette a godere di un trattamento di favore, ma anche le biciclette elettriche, i monopattini elettrici, gli skateboard e tutti gli altri.

La motivazione di una scelta del genere è piuttosto cervellotica. I sostenitori della legge sostengono che rende molto più sicura la vita per i ciclisti. Secondo Bicycle Colorado, oggi il 72,2% degli incidenti segnalati tra ciclisti ed automobilisti hanno avuto luogo agli incroci o comunque erano “correlati agli incroci”. Quindi meno tempo i ciclisti passeranno  ad aspettare nell’incrocio, dove hanno più probabilità di essere feriti, meno incidenti ci saranno. Che è come dire che se non ci fossero i semafori, non ci sarebbero incidenti dovuti al passaggio con il rosso.

C’è solo da sperare che qualche genio non pensi di importare la stessa legge anche da noi, visto che le leggi già ci sono ma pare sia impossibile farle rispettare.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

 

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

guardia di finanza

Truffa auto schilometrate fino a 200.000 km: la GDF denuncia tre persone

kia sorento 2012

La Kia Sorento da record ha fatto un milione di km cambiando 9 motori in 10 anni!

Mazda MX-30 2022 da 31.650 € con gli incentivi statali