Le concept car rappresentano spesso il massimo della creatività e dell’innovazione nell’industria automobilistica. Spesso, però, queste vetture sono solo prototipi, esposti in saloni dell’auto o utilizzati come studi di design per il futuro. Hanno fatto sognare, ma di fatto non sono mai nate. La storia delle concept car mai prodotte in serie è particolarmente singolare: molti appassionati le ricordano, anche se nessuno le ha mai potute comprare. Dal passato al presente, numerosi marchi hanno nel loro background un modello di questo tipo.

In questo articolo, analizzeremo le 10 concept car da sogno che non sono mai state prodotte in serie, ma che hanno lasciato un segno indelebile nel mondo dell’automobile. Le loro caratteristiche: un nome evocativo, linee futuristiche, motori con potenze da capogiro. Per un motivo o per l’altro, però, non sono mai andate in strada. Hanno avuto un destino molto diverso rispetto a quello delle supersportive del passato acquistabili ancora oggi. Al contrario sono rimaste protagoniste sono nei Saloni o nelle fotografie che le hanno immortalate. Dalla Jaguar C-X75 alla Bugatti Galibier, passando per la Volkswagen W12 Nardò ecco 10 concept car mai prodotte, ma che hanno fatto parlare di se.

Alfa Romeo Scighera

Tra le concept car mai prodotte più affascinanti troviamo sicuramente l’Alfa Romeo Scighera, che in dialetto milanese significa nebbia. Coupé molto affilata nelle linee, tanto da ricordare la silhouette di un’auto da corsa, la Scighera, nata nel 1997, viene ricordata ancora oggi per la particolare apertura delle portiere. Se i vetri laterali si sollevavano verso l’alto, come nell’apertura ad ali di gabbiano, le portiere si aprivano in maniera tradizionale. I vetri, tra l’altro, si potevano anche togliere rendendo questa concept una vera roadster.

Alfa Romeo Scighera concept

Lamborghini Estoque

Non ha mai visto la produzione di serie nemmeno la Lamborghini Estoque, uno degli esperimenti più audaci della Casa di Sant’Agata Bolognese: un’auto di lusso che utilizzava il telaio dell’Audi A8 e il motore da 560 Cv della Gallardo. Segni particolari: gli interni futuristici. Iniziata al Salone di Parigi del 2008, la sua storia è durata soltanto lo spazio di qualche settimana.

Lamborghini Estoque concept

Ford GT90

Una vera supersportiva era la Ford GT90, che la Casa dell’Ovale Blu ha prodotto a metà degli anni Novanta come concept car che ha anticipato la famosa sorella GT. Un mostruoso motore V12 era in grado di regalare ben 740 Cv di potenza. Le cronache del tempo parlano però di un problema che di fatto impedì la nascita di questa supercar: il motore che si scaldava troppo. Gli ingegneri Ford provarono a risolvere la questione ponendo una protezione di ceramica sul propulsore. Ma la GT90 non venne mai alla luce definitivamente.

Ford-GT90 concept

Nissan IDx

Siamo al Salone di Tokyo del 2013, teatro del debutto della Nissan IDx, proposta di coupé sportiva visionaria della Casa giapponese, disponibile anche nella versione estrema Nismo. Due porte, oltre 200 Cv di potenza e una super accelerazione. La sua fama è arrivata anche a farla entrare da protagonista in alcuni videogiochi, ma di fatto questa concept in strada non c’è mai andata.

Nissan idX Nismo

Jaguar C-X75

Tra le concept car mai prodotte un caso molto particolare è quello della Jaguar C-X75: era talmente affascinante che anche dopo la sua prematura scomparsa, nel 2010, un prototipo simile su protagonista del film di James Bond Spectre del 2015. Nel concept originale il motore ibrido sovralimentato garantiva una potenza di ben 870 Cv!

Jaguar CX-75 concept

Volkswagen W12 Nardò

Una Volkswagen che si ispirava ad una Bugatti: era una concept davvero particolare la Volkswagen W12 Nardo, oltre 600 Cv e motore centrale, che vide la luce nei primi anni Duemila. Non è mai stata prodotta in serie, ed anche se sono stati realizzati ben 3 (!) esemplari la mettiamo in elenco. In compenso è entrata nel videogioco Gran Turismo. La sua fama è arrivata fino ai giorni nostri.

Volkswagen W12 Nardo

Bugatti 16C Galibier

La signora 1000 Cv. Forse avremmo dato questo soprannome alla Bugatti 16C Galibier, se fosse venuta ufficialmente alla luce: un progetto di una quattro porte inaugurato nel 2009, con un motore potentissimo, oltre 1000 Cv appunto, da 8 litri con due supercharger. Le linee? Sportive, ma anche imponenti.

Bugatti Galibier

Range Rover Stormer

Nel 2004, nel mondo delle concept ha fatto un veloce capolino anche la Range Rover Stormer, che si ispirava alle classiche linee della Range senza le portiere posteriori e con quelle anteriori che si aprivano verso l’alto. Potenza? Fuori dal comune, grazie ad un V8 sovralimentato.

Range Rover Stormer

Maserati Birdcage

Come non ricordare la concept Maserati Birdcage realizzata da Pininfarina: linee seducenti e prestazioni estreme, conferite dal motore V12 aspirato da oltre 700 Cv. Tanto fascino in un modello presentato nel 2005 al Salone di Ginevra, che rievocava una delle auto che hanno fatto la storia del Tridente. Una meteora, rimasta però solo negli annali.

Maserati Birdcage concept

Mini Cooper Rocketman

Una piccola parentesi, infine, merita la Mini Cooper Rocketman, una delle concept car mai prodotte più innovative: nata nel 2011, lunga solo 3,50 metri, avrebbe potuto essere l’antagonista della Smart. Chissà se, come ipotizzato più volte dai rumors, questa fascinosa erede della Mini Minor possa finalmente venire alla luce in serie nel prossimo futuro. Naturalmente in versione elettrica.

Mini Cooper Rocketman

—-

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram