Fiat 600, ecco come sarà l’erede della 500X

Robin Grant
29/11/2022

Fiat 600, ecco come sarà l’erede della 500X

Da mesi si parla del ritorno del nome Fiat 600 come nuovo SUV che sostituisca l’attuale 500X, e che dovremmo vedere nel 2023 come auto chiave per il rilancio del “gigante addormentato“.

Alcuni hanno già provato a immaginare come potrebbe essere il nuovo veicolo, come il sito kolesa.ru che nelle scorse ore ha diffuso alcuni rendering.

Come sarà la Fiat 600?

La Fiat 600 potrebbe condividere la piattaforma STLA Small con la nuova Jeep Avenger, a sua volta derivata dalla vecchia piattaforma CMP del fu gruppo PSA, una base versatile e pensata per ospitare sia motorizzazioni endotermiche che elettriche. Non è da escludere, infatti, che come il SUV compatto italo-americano anche la Fiat 600 almeno in Italia possa essere proposta in più varianti di motore.

Comunque, sono tutte supposizioni, anche perché il Lingotto sta tenendo ben nascosto il modello visto che ancora non si vedono muletti di prova in giro. Ad ogni modo, l’unica cosa certa è che la produzione sarà a Tychy, in Polonia.

Fiat 600

Esteticamente, Kolesa immagina una continuità estetica con la 500X, e quindi un design ripreso dall’attuale 500 elettrica. Lo dimostrano i fari tondeggianti e full LED ripresi dall’utilitaria a batterie, con piccola griglia del radiatore e logo “600” al centro. Dalla city car, il nuovo SUV compatto riprenderebbe anche la carrozzeria simil-coupé, qui con tetto a contrasto in nero.

Altri rendering, invece, la vedono totalmente distaccata dal mondo 500, e più vicina alla Fiat Tipo e alla concept car Centoventi. Quindi fari e form factor squadrato, più moderno ma comunque piacevole. Nulla si sa invece degli interni, ma verosimilmente si ispireranno anch’essi a 500 elettrica e tipo, con cluster digitale e display da 10,25” con Uconnect 5 sempre connesso.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news