Il trucco virale della foglia magnetica per coprire la targa non funziona: ecco perchè

Marco Dimartino
21/09/2022

Il trucco virale della foglia magnetica per coprire la targa non funziona: ecco perchè

Gira in rete un video di un fantomatico sistema per coprire la targa con una finta foglia magnetica. In questi giorni lo abbiamo trovato su diverse piattaforme social, da Twitter a Facebook, ed è apparso più e più volte. Il sistema semplice quanto geniale, serve ovviamente a coprire la targa per contrastare autovelox, tutor e via dicendo.

Non è la prima volta che ci imbattiamo in diversi sistemi progettati per questo scopo. Ma dobbiamo ammettere che, in questo caso, siamo rimasti particolarmente sorpresi dalla sua semplicità. Un elettromagnete attivato da telecomando permette alla finta foglia di aderire alla targa coprendone una parte, ma a differenza di tutti gli altri sempre grazie al telecomando si può far cadere la foglia in qualsiasi momento.

Bello vero? Peccato che non funziona.

Il primo grosso problema di questo sistema è che il magnete, stando al video diffuso in questi giorni sui social, può coprire solo un paio di cifre o lettere sulla targa. Quindi, una volta individuata un’infrazione da un sistema automatizzato di sorveglianza del traffico, come autovelox o tutor, un’indagine sarebbe fattibile, considerando altre variabili, come la marca e modello del veicolo, o il suo colore, e la parte di targa che non è stata mimetizzata, potrebbero consentire di identificare inequivocabilmente il veicolo che ha commesso l’infrazione.

Ma non finisce qui, perchè il rischio è di commettere un vero e proprio reato, come spieghiamo qui sotto.

L’occultamento della targa è un reato penalmente rilevante

Coprendo la targa con elastici, nastro adesivo, cellophane o spray, oltre a essere inutile, fa incorrere nel cosiddetto “occultamento della targa“. L’atto di occultare la targa di un’automobile configura reato, come ricordato dalla Corte di Cassazione sesta sezione penale con la sentenza n. 9013/2018. Queste costituiscono infatti certificazioni amministrative, trattandosi di documenti che attestano l’immatricolazione e l’iscrizione al pubblico registro automobilistico.

E’ sufficiente l’occultamento anche di una sola lettera della targa di un autoveicolo per configurare illecito penalmente rilevante ai sensi dell’art. 490 c.p. La soppressione, la distruzione o l’occultamento di targhe di autoveicoli configura inoltre illecito penalmente rilevante ai sensi dell’art. 490 c.p. soppressione, distruzione e occultamento di atti veri.

Se nella migliore delle ipotesi il giudice potrebbe archiviare il processo per particolare tenuità del fatto, c’è da ricordare che la fedina penale riporterà la condanna perchè si tratta di un proscioglimento giustificato sulla base delle conseguenze non gravi della condotta.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram