James May ha dovuto smontare la sua Model S per ricaricarla

Robin Grant
14/05/2021

James May ha dovuto smontare la sua Model S per ricaricarla

James May, il conduttore di The Grand Tour, Our Man in Japan e Oh Cook!, ha raccontato a DriveTribe le disavventure con la sua Tesla Model S. Lo show-man inglese ha infatti raccontato di non aver usato la vettura per un po’, ma l’ha lasciata collegata alla presa, credendo che sarebbe rimasta carica e sbagliando completamente.

La Model S ha due batterie: la più grande, di dimensioni davvero importanti, si trova sotto il pianale, disposta come uno skateboard e funzionale a spingere le ruote. Una seconda batteria, da 12 Volt come quella di tutte le vetture (anche le termiche), alimenta tutto il resto dell’auto. Proprio questa seconda batteria si è scaricata, essendo l’auto rimasta ferma per troppo tempo. Il sistema di ricarica, infatti, si spegne quando la batteria grande è carica che, di conseguenza, smette di caricare quella piccola.

Quando una piccola batteria ha in mano tutto

Un vero problema, se consideriamo che la piccola 12 Volt “ha in mano”  molte funzionalità, a partire dallo sblocco delle serrature. May ha raccontato infatti di non aver potuto entrare in nella sua auto elettrica, e di non aver potuto aprire nemmeno il cofano per accedere alla batteria, visto che anche la sua apertura è elettro-attuata. Di conseguenza, ha dovuto tirare due ganci di emergenza, rimuovendo tutte le parti per arrivare a “dissotterrare” l’accumulatore.

Tesla Model S

Ora, un caricatore di mantenimento andrà a recuperare la batteria, ma quanto accaduto è un po’ un peccato, per una vettura che costa circa 80.000 euro. May ha infatti dovuto rimuovere diversi pannelli e parte del condotto del clima per raggiungere la batteria e, cercando su internet, si può scoprire come non sia il solo.

Insomma, per caricare la batteria bisogna smontare l’auto, perdendo circa un’ora. Decisamente fuori luogo per l’auto che fa della tecnologia e dell’immediatezza il suo punto di forza.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news