Lexus

Il progetto Lexus venne lanciato nel 1983 da Eiji Toyoda con un obiettivo completamente nuovo rispetto a quelli che erano stati i canoni tipici della produzione Toyota: creare automobili di alta gamma.

Gli obiettivi erano molto ambiziosi alla Toyota, infatti non si prefiggevano di creare solo un nuovo modello o una nuova linea di modelli, ma di creare un proprio marchio per il mercato delle auto di lusso tramite la fondazione di una nuova azienda.

Si è imposta all’attenzione del mondo grazie al design distintivo delle sue auto, all’innovazione garantita dalla tecnologia Full Hybrid Electric, alla sicurezza e alla qualità superiore assicurata dall’artigianalità dei maestri Takumi.

Lexus, acronimo di Luxury EXportation United States, è il marchio di lusso di Toyota nato in risposta alla nascita dei marchi Acura e Infiniti, creati rispettivamente da Honda e Nissan, e pensato fin dalla nascita per competere con questi sul mercato statunitense.

Il successo dei modelli Lexus ha però portato Toyota ad allargare il mercato di esportazione dai soli USA, dove si è imposto in pochi anni come il maggior produttore di auto di lusso, a gran parte dei mercati mondiali, tanto che nel 2005 Lexus ha raggiunto anche il mercato interno giapponese.

La prima vettura marchiata Lexus è stata la berlina LS (Luxury Sedan) frutto di un progetto incominciato nel 1983. Negli anni successivi Lexus ha aggiunto alla propria gamma ulteriori berline, coupé e SUV. Nel 2005 ha poi fatto la propria comparsa la prima motorizzazione ibrida a bordo del SUV RX400h e nel 2007 ha esordito la divisione sportiva marchiata “F”.

Lexus presenta una completa gamma Full Hybrid Electric, che comprende NX, RX, CT, IS, RC, LC, LS, la nuova ES e il nuovo crossover UX. A tali modelli si affianca la RC F, prodotto con un’anima sportiva.