Mazda CX-3 2018: tante novità dentro e fuori

La Mazda CX-3 2018 si presenta con serie di miglioramenti tecnologici ed estetici: nuovo motore diesel SKYACTIV-D da 1.8 litri e due motori a benzina SKYACTIV- G 2.0 litri sono ora dotati delle evoluzioni introdotte per la prima volta sull’attuale Mazda CX-5.

23 settembre 2018 - 16:54

La Mazda CX-3 2018 porta in dote un design che ne rafforza lo stile deciso e di accattivante eleganza. Il SUV compatto Mazda combina un abitacolo flessibile e orientato a chi guida con grandi qualità tecniche e una minuziosa attenzione al dettaglio, rendendolo una proposta più convincente che mai.

Mazda CX-3: il design

La rinnovata attenzione verso il design tradizionale giapponese, che elimina gli elementi superflui per svelare forme di grande bellezza perfettamente armoniche, ha permesso agli stilisti Mazda di esplorare una sorprendente evoluzione della filosofia stilistica KODO – Soul of Motion del Marchio.

La nuova calandra della Mazda CX-3 presenta otto barre anziché sette. Le barre sono abbinate con due linee di diverso spessore; una configurazione che rende il frontale più deciso e gli conferisce un senso di profondità, mettendo in risalto la forma dei fari e la loro firma luminosa. I gruppi ottici posteriori a LED ora adottano una forma ad anello combinata con linee orizzontali. La precisione e la profondità di questo design coniuga l’aspetto più raffinato e maturo con una illuminazione di alta qualità, facendo spiccare ancor di più le luci sulla nuova preziosa tinta Soul Red Crystal della carrozzeria.

Le nuove ruote in lega d’alluminio multirazze da 18 pollici hanno un design possente e scolpito che conferisce un senso di profondità, velocità e maggiori dimensioni. La lucentezza metallica delle superfici lavorate si combina con i profili laterali cromati della CX-3 accentuandone l’impressione generale di velocità.

Gli interni della nuova Mazda CX-3 sono stati rivisti, sia in base alla filosofia Mazda che pone l’uomo al centro, che alla tradizione estetica giapponese di eliminare tutto il superfluo in modo da creare un abitacolo confortevole ed eccellente dal punto di vista dell’ergonomia, con una ambientazione complessiva coordinata in modo elegante e dalla qualità premium. Anche comodità e funzionalità sono migliorate: è stato aggiunto un bracciolo imbottito che cela un vano portaoggetti mentre la manopola del Multimedia Commander è stata spostata in avanti per agevolarne l’utilizzo. Anche il portabicchieri è stato spostato per un accesso più facile.

Mazda CX-3: i motori

Puntando a minori consumi, migliori prestazioni ambientali e comportamento in marcia ancora più uniforme, la cilindrata del motore diesel della Mazda CX-3 è stata aumentata da 1.5 a 1.8 litri. L’unità da 1.759 cc sviluppa 115 CV a 4.000 g/min e una coppia massima di 270 Nm tra i 1.600 e i 2.600 g/min. Abbina un consumo medio di 4,4-5,2 l/100 km ed emissioni di CO2 pari a 114-137 g/km.

La sovralimentazione è assicurata da un singolo turbocompressore a geometria variabile dotato di meccanismo ad ugello di scarico variabile. Di maggiori dimensioni in coerenza con l’aumentata cilindrata, il turbocompressore singolo è in grado di assicurare la sovralimentazione necessaria e la sua geometria variabile gli permette di funzionare in una gamma più ampia di regimi ed offrire una efficiente sovralimentazione dai bassi sino agli alti regimi.

La maggiore cilindrata del motore migliora anche la portata d’ossigeno, garantendo il funzionamento del ricircolo dei gas di scarico a tutti i regimi e riducendo drasticamente gli NOx per prestazioni ambientali migliori. L’unità è anche dotata di sistema NSC con catalizzatore ad accumulo di NOx, che riconverte gli ossidi di azoto in innocuo azoto. Ciò permette al motore SKYACTIV-D 1.8 (consumo carburante: 4,4-5,2 l/100 km; CO2: 114-137 g/km) di ottenere eccellenti prestazioni ambientali e di soddisfare le stringenti normative europee sulle emissioni.

Queste nuove tecnologie si uniscono ad altre peculiarità attuali dei motori Mazda come il controllo della sovralimantazione ad elevata precisione (High-Precision Boost Control), che offre una risposta di coppia più lineare, ed i sistemi Natural Sound Smoother e Natural Sound Frequency Control, che riducono notevolmente la rumorosità e generano una sonorità più piacevole del motore.

SKYACTIV- G 2.0 (consumo carburante: 6.1-7.0 l/100 km, CO2: 140-160 g/km) è invece un motore a iniezione diretta di benzina che offre prestazioni brillanti unite a consumi di carburante eccellenti. E’ stato aggiornato per dare una risposta più rapida, migliorare i consumi e ridurre la tossicità dei gas di scarico.

La variante a potenza minore dell’unità da 1.998 cc sviluppa 121 CV a 6.000 g/min e una coppia massima di 206 Nm a 2.800 g/min. Abbina un consumo medio di 6.1-6.2 l/100 km ed emissioni di CO2 pari a 140-141 g/km. La variante a potenza più alta della stessa unità sviluppa 150 CV a 6.000 g/min e una coppia massima di 206 Nm a 2.800 g/min. Combina un consumo medio di 6.7-7.0 l/100 km ed emissioni di CO2 pari a 152-160 g/km.

Ulteriori obiettivi di sviluppo comprendono la riduzione degli attriti meccanici tramite l’ottimizzazione del mantello dei pistoni e l’evoluzione del profilo dei segmenti. L’adozione di un sistema di controllo del liquido di raffreddamento per la gestione termica favorisce un riscaldamento da freddo più rapido per ridurre i consumi di carburante.

L’insieme di queste migliorie aumenta l’economicità nei consumi e riduce drasticamente il particolato nelle emissioni allo scarico. La coppia più elevata a tutti i regimi offre prestazioni brillanti che rafforzano ulteriormente il legame Jinba Ittai fra vettura e guidatore.

Mazda CX-3: su strada

Con la sua tecnologia di controllo del veicolo di nuova generazione SKYACTIV-Vehicle Dynamics, Mazda punta a perfezionare in modo consistente la sua esclusiva esperienza di guida Jinba Ittai, vettura e pilota come fossero una cosa sola, attraverso un comportamento su strada evoluto, maggiore comfort di marcia e spazi di frenata più brevi.

Per migliorare la maneggevolezza ed il comfort di marcia è stato accuratamente affinato il sistema di sospensioni con montanti MacPherson all’anteriore e barra di torsione al posteriore, ed è stato ottimizzato il sistema G-Vectoring Control (GVC).

Pur mantenendo la resistenza al rotolamento degli pneumatici d’origine per salvaguardare l’economia nei consumi, mescola e struttura delle nuove gomme ribassate 215/50 R18 sono state modificate per adottare fianchi più morbidi. Ciò conferisce allo pneumatico una maggiore elasticità verticale per un migliore assorbimento delle asperità del fondo stradale con conseguente miglioramento della qualità di marcia.

L’intrusione in abitacolo delle rumorosità aerodinamiche e di quelle indotte dal fondo stradale è stata ridotta con l’aggiunta di uretano alle giunzioni delle porte, ed aumentando lo spessore dei pannelli esterni delle porte anteriori e posteriori e dei cristalli posteriori. Inoltre, è stato aumentato da sei a otto millimetri lo spessore del rivestimento del padiglione consentendogli di assorbire maggiormente i rumori e di ridurre l’eco sonoro in abitacolo. Ciò non solo facilita la conversazione fra tutti gli occupanti, ma migliora anche il suono delle porte che si chiudono per una sensazione di maggiore lussuosità.

Il regolatore della velocità di crociera radar Mazda calcola la velocità relativa e la distanza dal veicolo che precede e gestisce automaticamente motore e freni per mantenere la vettura a velocità e distanza ottimali da esso. L’evoluto MRCC impiega sia il radar a onde millimetriche del sistema precedente che la telecamera anteriore. Ciò ha permesso di ridurre la velocità minima di funzionamento da 30 km/h a 0 km/h. Disponibile su tutti i modelli con cambio automatico, il sistema ora agisce a tutte le velocità e può seguire la vettura che precede anche partendo da fermo.

I fari ALH (Adaptive LED Headlights) integrano le seguenti funzionalità: abbaglianti anti accecamento a controllo automatico, anabbaglianti ad ampio raggio che illuminano un’area più vasta, e la modalità Autostrada, che alza automaticamente il fascio dei fari quando si viaggia ad alta velocità.

Supporto intelligente avanzato alla frenata in città (Advanced Smart City Brake Support – SCBS): Il sistema SCBS avanzato impiega una telecamera sul frontale per rilevare veicoli e pedoni davanti e aiuta adevitare le collisioni o a mitigarne le conseguenze se inevitabili. Il sistema può rilevare i veicoli a una velocità compresa fra 4 e 80 km/h e i pedoni fra 10 e 80 km/h.

Monitoraggio punti ciechi (Blind Spot Monitoring – BSM) con avviso di attraversamento posteriore (Rear Cross Traffic Alert – RCTA): Rileva i veicoli che si stanno avvicinando lateralmente ed avvisa il guidatore. La funzione RCTA allerta in retromarcia chi è al volante dell’avvicinarsi di un veicolo.

La Mazda CX-3 2018 beneficia di tutte le dotazioni di sicurezza passiva del modello precedente, che comprendono la scocca SKYACTIV ad alta resistenza, il sistema di ritenuta supplementare (Supplemental Restraint System – SRS) airbag, cinture di sicurezza con pretensionatori e limitatori di carico, sedili anteriori che mitigano la sollecitazione sul collo, sedili posteriori che prevengono la penetrazione dei bagagli nella zona passeggeri, un piantone dello sterzo ad assorbimento d’urto e attacchi ISOFIX per i seggiolini di sicurezza per i bambini.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Opel Corsa GSi, 150 cv di puro divertimento

Audi R8, al via gli ordini in Italia

Noleggio auto: consigli per non farsi fregare