Lancia Fulvia Sport Zagato

Milano AutoClassica 2021: cosa vedere e gli appuntamenti da non perdere

Tutto quello che c'è da vedere e tutti gli appuntamenti da non perdere assolutamente a Milano AutoClassica 2021

1 ottobre 2021 - 10:00

Inizia oggi l’undicesima edizione di Milano AutoClassica che punta a valorizzare la memoria storica dei marchi automobilistici presenti con l’heritage dei loro modelli più rappresentativi, oltre a proporre le novità più innovative. Qui tutte le informazioni su orari e biglietti, come arrivare e parcheggi.

 

Cosa vedere

Il tema dell’undicesima edizione di Milanoautoclassica è LE REGINE DELLA VELOCITA’, interpretato dalle  indiscusse protagoniste delle più importanti competizioni internazionali. Si sono sfidate infatti alla 12 ore di Sebring come alla 1000 Miglia fino al GP di Cuba nella metà degli anni ‘50,  guidate da straordinari piloti del calibro di Jean Behra, Philippe Tritignant, Alfonso de Portago e Bruno Gazzoli che hanno fatto la storia della Categoria Sport. Stiamo parlando di Maserati 200 S, Ferrari 750 Monza Spider, ex Ecurie Belge e di una OSCA Mt4 che ha partecipato a due edizioni della prestigiosa Mille Miglia nel 1954 e 1955.
L’ accurata selezione delle 3 regine è stata affidata a Paolo Olivieri, Classic Car Advisor da sempre legato a Milano AutoClassica, l’ha infatti vista nascere dieci anni fa ricoprendo tra l’altro il ruolo di direttore della manifestazione.

Molto prestigiosa la lista dei brand che hanno accolto l’invito a partecipare all’undicesima edizione, con tre anteprime italiane: Alpine cars, Bentley, BMW Club Italia,  Caterham, McLaren, Kimera Automobili, Morgan, Musei Ferrari e Porsche Classic Partner Milano Est.

Bentley Milano presenta in un “total black body paint” due anteprime nazionali, la Bentayga Hybrid e la Continental GT Speed, disponibili sin da ora presso le concessionarie di Bentley di Milano e Padova del Gruppo Fassina. Anteprima italiana anche per Kimera Automobili EVO37, supercar stradale in edizione limitata che in fiera sarà esposta sia nell’inedita configurazione grigio metallizzata che nel colore rosso intenso, per far rivivere il mito della Lancia Rally 037, indiscussa icona dei Rally degli anni 80.

McLaren compie dieci anni di storia, e la casa di Woking è presente con due modelli che narrano tappe fondamentali di questo compleanno: la McLaren 600LT Coupè e la McLaren GT.

I due marchi inglesi Morgan e Caterham  approdano a Milano AutoClassica, allo stand di Romeo Ferraris con una selezione di Morgan (Morgan Plus Four, Morgan Plus Six, Morgan Roadster 3.7 ), una  Catherham  Seven 485 R e una Radical SR8, gradita ospite dell’esposizione.

Porsche Classic Partner Milano Est presenzierà con una selezione di modelli che rappresentano tutto il meglio della sua storia (Porsche 356 A Coupé, Porsche 911 Targa coupè, incluso un telaio risalente al 1967)  e un moderno Taycan  in versione Cross Turismo, a trazione totalmente elettrica.

Le Ferrari Classiche

Anche quest’anno Rossocorsa presenzia con uno stand dedicato alla sua Officina Ferrari Classiche autorizzata, tramite la quale segue il processo di certificazione, manutenzione e restauro delle vetture Ferrari che hanno compiuto oltre 20 anni per affezionati collezionisti della Casa di Maranello.

Nello spazio espositivo è presente una 250 GT Berlinetta lusso attualmente in restauro presso l’officina milanese di Via dei Missaglia. Ogni intervento su questa e su tutte le Ferrari d’epoca restaurate da Rossocorsa viene eseguito con l’assistenza diretta del reparto Ferrari Classiche di Maranello, utilizzando tutta la documentazione storica completa che solo l’Azienda possiede, con l’obiettivo di offrire un servizio altamente qualificato ai clienti che conferisce un elevato valore aggiunto alle vetture restaurate grazie alla certificazione di autenticità di Ferrari Classiche, documento ufficiale che funge da garanzia qualificante in caso di passaggio di proprietà.

Per il quarto anno consecutivo, è significativo il ritorno in Fiera di RETRO CLASSICS® Stoccarda, uno dei più rinomati eventi europei nel panorama internazionale d’auto d’epoca nonchè la più grande fiera al mondo per quantità di espositori e superficie occupata, che rafforza ulteriormente la sinergia  con Milano AutoClassica. L’esposizione nel Padiglione 13 abbraccia i veicoli più rappresentativi della storia dell’automobilismo, i modelli  più giovani, i NEO CLASSICS® – confermando il crescente interesse verso auto che non hanno ancora raggiunto i vent’anni di età –  e le corse SIM.

Celebrazioni ed anniversari

Una sorprendente selezione di auto votata alla celebrazione del 50° anniversario delle Countach arreda  la Club House dell’undicesima edizione di Milano AutoClassica con uno straordinario parterre dei modelli che incarnano un ideale stilistico che nel 1971 rivoluzionò il settore del design: ben otto vetture rappresentative di cinque modelli clou della gamma Countach, di cui alcuni esposti in diverso colore. La Lamborgini Countach LP 400 prima serie detta “a ruote strette” o “periscopio” per le sue particolari fattezze, è un raro e splendido modello prodotto in soli 150 esemplari (1972- 1978), forse il più ricercato dai collezionisti di tutto il mondo, di sicuro la vettura di serie più veloce del mercato in grado di abbattere il muro dei 300 Km/h.  Anche la Lamborgini Countach LP400S, esposta in un luminoso colore verde e costruita in 235 esemplari (978-1982), alimentata da un motore da 4 litri e 12 cilindri a V di oltre 350 CV è degna interprete di 50 anni di successi.

Due saranno gli appuntamenti istituzionali  dedicati alla celebrazione dei 50 anni della Countach in calendario. Venerdì 1 ottobre nell’Arena di ACI Storico l’evento “Perbacco che supercar!- La Lamborghini Countach compie 50 anni” dove Gaetano De Rosa di RuoteClassiche, incontrerà Valentino Balboni, storico collaudatore Lamborghini che racconterà la genesi della Countach attraverso una chiacchiera confronto sui diversi stilemi dei modelli di ieri rispetto ai contemporanei.
Domenica 3 ottobre allo stand di ASI, l’evento intitolato “Lamborghini Countach: capolavoro di Gandini, ultimo atto di Ferruccio nella sua sfida a Enzo Ferrari“ sarà occasione di un’interessate retrospettiva sulla vettura, attraverso il racconto di aneddoti vissuti in prima persona da Antonio Ghini, direttore del magazine “The Key – Top of the Classic Car World” ed autore di libri dedicati all’argomento.

ACI Storico celebra i 70 anni dell’ Alfa Romeo 1900 Sprint esponendo uno splendido modello della Casa del Biscione. Grazie alla collaborazione con il RIAR, nello stand sarà presente anche una stupenda Alfa Romeo 1900 Cabrio. I 100 anni di Moto Guzzi saranno rappresentati dall’esposizione di un Airone Sport 250 del 1956 e da una Moto Guzzi Sport 14 500 del 1930.

Nella scia della tradizionale volontà di rendere omaggio a personaggi chiave del motorismo d’epoca, dopo Zagato e Pininfarina, quest’anno l’Automotoclub Storico Italiano (ASI) celebra  anche il centenario della nascita di uno straordinario designer automobilistico, Giovanni Michelotti, con un’esposizione dedicata ad alcuni tra  i suoi modelli più iconici.

Gli appuntamenti da non perdere

Sabato 2 ottobre
Alle ore 16.00 l’imperdibile appuntamento con tutto il meglio di un secolo dell’automobilismo da collezione: dai modelli più classici tout court degli anni ’30 del secolo scorso fino alle più interessanti Youngtimer del 2003, l’asta “Auto e Moto Classiche e Youngtimer” promossa da Wannenes è un omaggio celebrativo dell’automobilismo come simbolo stesso della modernità del XX secolo.

Trentanove i lotti che compongono il catalogo, uniti dal fil rouge della passione per il bello e dal valore di unicità e divisi in ventotto autovetture, due oggetti di memorabilia, e nove motociclette. Il catalogo completo dell’Asta di Wannenes a Milano AutoClassica a questo link.

Venerdì 1 ottobre nel salotto ACI Storico
ore 12.45 “L’arte del restauro: un’eccellenza tutta italiana” a cura di Ruoteclassiche (relatori: Dino Cognolato, Pierluigi Bottini, Alessandro Gamberini e Carlo Di Giusto)
ore 14.00 “Perbacco che supercar! – La Lamborghini Countach compie 50 anni”a cura di Ruoteclassiche
(relatori: Valentino Balboni e Gaetano Derosa)
ore 14.45 “quattro chiacchiere con Vicky” a cura di Milano Autoclassica (relatori: Gaetano De Rosa intervista Vicky Piria)
ore 15.15  “Ricomincio da Lancia” a cura di l’Automobile (relatori: Francesco Paternò intervista Mike Robinson)
ore 16.00 “100 anni di Moto Guzzi” a cura di ACI Storico (relatori: Enrico Colombo, Giorgio Sarti)

Venerdì 1 ottobre nel salotto ASI:
ore 12.30 Inaugurazione stand ASI e ASI Village
ore 15.00 Presentazione libro “Il giovane Giorgetto” ( relatori: Giorgetto Giugiaro, Giosuè Boetto Cohen -autore, Stefano Chiminelli -Libreria ASI)
ore 16.00 Spazio Club: interventi dei Club Federati ASI che presentano le proprie attività con la partecipazione dei presidenti delle Commissioni Manifestazioni Auto e Moto ASI Ugo Amodeo e Palmino Poli
ore 17.00 ASI Circuito Tricolore 2021: prima edizione al top  (relatori: Alberto Scuro, presidente ASI; Felice Graziani) – Collegamento in diretta con il “Giro Motociclistico di Sicilia”

I Raduni

Vivace ed articolato il fine settimane di raduni della manifestazione con la partecipazione di numerosi Club: attese oltre 500 vetture che tra sabato 2 e domenica 3 ottobre animeranno l’aerea esterna di MilanoAutoClassica. Per la prima volta  quest’anno anche un raduno del Vespa Club, un’occasione per la manifestazione  di aprirsi anche al mondo delle due ruote, con una gara di abilità sabato 2 e un raduno vero e proprio la domenica 3 ottobre.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dacia Duster 2021

Dacia Duster GPL: il SUV comodo e risparmioso

Zeekr 001

Zeekr 001: la “Polestar” cinese di Lynk & Co è bella e prodotta nella “Zeekr Intelligent Factory”

Birò O2 edizione limitata

Birò O2 edizione limitata: in pre-ordine l’elettrica realizzata con l’80% di plastica riciclata