Sosta auto elettriche: quant’è la multa ai “furbetti” della ricarica

Mario Roth
25/03/2022

Sosta auto elettriche: quant’è la multa ai “furbetti” della ricarica

La sosta delle auto elettriche è stata regolamentata a causa dei “furbetti” che tengono occupate le colonnine per ore anche a carica conclusa. Il Decreto Infrastrutture e Trasporti ha infatti messo ordine alla questione della sosta delle auto elettriche, proprio per evitare gli abusi dei soliti incivili.

In estrema sintesi vengono riconosciuti e distinti gli spazi di sosta riservati ai veicoli elettrici per fermata e sosta, rispetto a quelli destinati alla ricarica elettrica. Nel primo caso, la sosta è consentita ai soli veicoli elettrici. Per i trasgressori la multa è di 87 euro, oppure di 41 euro se l’infrazione viene commessa con un ciclomotore o un motoveicolo a due ruote.

Cosa succede negli spazi di ricarica delle auto elettriche

Negli spazi per la ricarica delle auto elettriche si potrà sostare solo se si ricarica. Questo ovviamente per evitare abusi di chi magari arriva di prima mattina, e lascia l’auto con il cavo attaccato per tutto il giorno. Fin’ora il rischio era relativo, e dipendeva unicamente da eventuali tariffe maggiorate in caso di sosta non necessaria, decise dal singolo operatore.

Da ora chi sosta con un veicolo elettrico non in carica, oppure prolunga la sosta per più di un’ora dal completamento della ricarica, viene punito come se avesse un veicolo non elettrico: la sanzione è di 87 euro.

E di notte?

Cosa succede se uno lascia l’auto in ricarica di notte? Mica si può pretendere che esca alle 3 del mattino per staccare il cavo. Ebbene, sappiate che dalle 23 alle 7 è consentito lasciare il proprio veicolo in ricarica.

Ovviamente l’orario notturno non vale nel caso di colonnine “di potenza elevata”, ovvero le fast charge come Ionity, come da classificazione classificate così dall’articolo 2, comma 1, lettera e) del Dlgs 257/2016.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram