Nio rende disponibile il proprio Swapping Battery agli altri costruttori

Robin Grant
13/12/2022

Nio rende disponibile il proprio Swapping Battery agli altri costruttori

Il presidente e co-fondatore di Nio Qin Lihong ha rivelato alcuni dettagli interessanti sul futuro dell’azienda durante l’evento annuale di presentazione dei nuovi prodotti, con la possibilità di vendere la propria tecnologia di swapping battery a tutti i produttori.

Una scelta non da poco, considerando che molti Paesi, come il Giappone, puntano a una transizione energetica proprio con lo scambio batterie.

I piani di Nio per i prossimi anni

Al di là dello swapping battery, Nio punta molto in alto. Non solo a un’espansione concreta in Europa, che è appena cominciata “con alti e bassi“, come ha confermato Lihong; ma anche in un mercato ancora più difficile, per un’azienda cinese, che è quello statunitense. Lihong a tal proposito conferma che l’ingresso negli USA non sarà nel 2023, ma l’anno successivo, ma l’azienda si sta già preparando al debutto.

nio et5

Per poter espandersi al meglio, Nio conta proprio su ciò che l’ha resa famosa e al momento la distingue da tutti gli altri produttori, anche cinesi, appunto lo scambio di batterie. William Li, CEO del marchio, ha dichiarato che siccome una batteria è il 40% del costo di un’auto elettrico, la chiave è una fornitura stabile di accumulatori, tanto che spera che Nio dalle batterie ottenga il 70% dei guadagni internamente e il 30% esternamente, ovvero vendendo la tecnologia ad altri.

Dichiara Lihong: “Quello che dobbiamo fare è rendere lo scambio di batterie il più comune possibile tra i marchi. La nostra tecnologia è aperta a tutte le case automobilistiche e ad altre aziende“.

Nio insomma si vuole porre come alternativa a CATL, il principale produttore di batterie al mondo, sempre cinese, offrendo ai produttori un’altra tecnologia. Quel che è certo è che al momento la direzione sembra tutta a vantaggio della Cina, sempre che i produttori occidentali, quelli non ancora comprati da aziende asiatiche, non decidano di unire le forze per la creazione di un mercato europeo di batterie elettriche.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news