Porsche 911 Targa

Porsche 911 Targa: 3 litri biturbo boxer da 450 cv a 148.431 euro

6 cilindri boxer a 304 km/h

18 maggio 2020 - 16:00

Porsche 911 Targa fa il suo debutto con il classico sistema di azionamento del tetto completamente automatico e, proprio come sul modello Targa originale del 1965 di Porsche, anche sul nuovo sono presenti il tipico ampio arco di protezione, la sezione amovibile del tetto sopra i sedili posteriori e il lunotto posteriore avvolgente. Il tetto può essere aperto e richiuso comodamente in soli 19 secondi.

Porsche 911 4 e Targa 4S sono equipaggiate di serie con una trasmissione a doppia frizione (PDK) e otto rapporti e con trazione integrale attiva Porsche Traction Management (PTM) per garantire un piacere ai massimi livelli. In alternativa è possibile ordinare la 911 Targa 4S con il cambio manuale a sette rapporti di nuova concezione che include anche il pacchetto Sport Chrono. Sono state inoltre integrate nuove tecnologie per ampliare le dotazioni di entrambi i modelli di 911 e, per la prima volta, è disponibile il sistema Porsche InnoDrive che include il sistema adattivo di regolazione della velocità.

Grazie alla funzione Smartlift ottimizzata è possibile programmare l’altezza da terra in modo tale da rendere l’auto adatta a un utilizzo quotidiano. L’elenco degli optional include un’ampia gamma di accessori originali Porsche Tequipment e nuove opzioni di personalizzazione fornite da Porsche Exclusive Manufaktur. Porsche prevede inoltre di proporre un’inedita combinazione fra elementi stilistici tradizionali e linea senza tempo del noto modello, da un lato, e diverse tecnologie d’avanguardia, dall’altro, in un’esclusiva edizione speciale della 911 Targa che verrà presentata in anteprima a metà maggio.

Porsche 911 Targa: il propulsore boxer biturbo

L’alimentazione è affidata a un sei cilindri boxer da 3 litri a doppia sovralimentazione: la 911 Targa 4 è ora in grado di sviluppare una potenza di 385 CV e, se abbinata al pacchetto Sport Chrono opzionale, accelera da 0 a 100 km/h in soli 4,2 secondi, rivelandosi di un decimo più veloce rispetto al passato. Il motore della 911 Targa 4S ha una potenza di 450 CV e raggiunge i 100 km/h con partenza da fermo in appena 3,6 secondi, battendo in velocità il modello precedente di quattro decimi. La velocità massima raggiunta dalla 911 Targa 4 è di 289 km/h (due km/h in più) e di 304 km/h per la 4S (tre km/h in più).

Come i modelli 911 Carrera, entrambe le versioni 911 Targa beneficiano dell’incremento di potenza garantito dalle unità boxer turbo da sei cilindri e tre litri, che offrono vantaggi in termini sia di prestazioni sia di usabilità nella vita quotidiana. Il motore della 911 Targa 4 sviluppa 385 CV a 6.500 giri, vale a dire 15 CV in più rispetto al modello precedente. La coppia massima di 450 Newton metri viene erogata su un’ampia gamma di regimi, fra 1.950 e 5.000 giri. Con una potenza di 450 CV, l’unità della 911 Targa 4S eroga 30 CV di potenza in più rispetto al modello precedente e genera una coppia massima di 530 Nm (30 Nm in più) fra 2.300 e 5.000 giri.

Un telaio ulteriormente sviluppato per maggior confort e sicurezza

Il sistema PASM (Porsche Active Suspension Management) di regolazione elettronica degli ammortizzatori rientra nella dotazione di serie dei nuovi modelli 911 Targa. Questo sistema adatta automaticamente le caratteristiche di smorzamento – migliorando al contempo confort e maneggevolezza – alla situazione di guida specifica e dispone di due opzioni di regolazione manuale, Normal e Sport.

Il sistema Porsche Torque Vectoring Plus (PTV Plus), che include un differenziale posteriore autobloccante elettronico con ripartizione completamente variabile della coppia motrice, viene fornito di serie sulla Targa 4S ed è disponibile su richiesta per la Targa 4. Al pari delle altre versioni della Porsche 911 di ottava generazione, i modelli Targa includono la modalità Porsche Wet nella dotazione di serie. I sensori montati nei passaruote anteriori rilevano la presenza di acqua sul fondo stradale e, nel caso venga sollevata una quantità di acqua significativa, sul cruscotto si accende una spia che segnala al conducente che sarebbe opportuno attivare manualmente la modalità Wet. L’elasticità della vettura viene quindi adattata alle condizioni del fondo stradale per garantire la massima stabilità durante la guida.

Lo schema relativo alla dinamica di guida della 911 Targa 4 include pneumatici 235/40 ZR su cerchi in lega da 19 pollici sull’asse anteriore e gomme 295/35 ZR su cerchi da 20 pollici sul posteriore. La dotazione di serie del modello 4S prevede pneumatici 245/35 ZR e cerchi da 20 pollici nella sezione anteriore e pneumatici 305/30 ZR montati su cerchi da 21 pollici in quella posteriore. Sulla Targa 4, la decelerazione è garantita su entrambi gli assali da freni a disco da 330 millimetri con pinze fisse monoblocco a quattro pistoncini di colore nero. Le pinze dei freni rosse della Targa 4S hanno sei pistoncini sull’asse anteriore e quattro sul posteriore, mentre i dischi dei freni misurano 350 millimetri davanti e dietro. Sono disponibili su richiesta i freni carbo-ceramici PCCB.

L’inconfondibile linea della Targa interpretata in chiave moderna

La carrozzeria della 911 Targa presenta elementi stilistici che sono tipici della generazione 992 corrispondente. Rispetto ai modelli precedenti, il suo profilo è caratterizzato da passaruota anteriori molto più pronunciati e, fra i proiettori a LED da un cofano con una rientranza particolare che evoca la linea delle prime generazioni della 911. Nella sezione posteriore dominano lo spoiler estensibile e l’elegante barra luminosa perfettamente integrata nella carrozzeria. Fatta eccezione per le sezioni anteriore e posteriore, l’intera carrozzeria è realizzata in alluminio.

L’abitacolo ricorda i modelli 911 Carrera. Qui domina la linea diritta e pulita del cruscotto, nel quale è incassata la strumentazione. Il richiamo ai modelli 911 degli anni ’70 risulta evidente. Accanto al contagiri collocato centralmente – un tratto distintivo delle sportive Porsche –, due sottili display senza telaio forniscono informazioni aggiuntive al conducente. Sotto lo schermo centrale da 10.9 pollici del sistema Porsche Communication Management (PCM) si trova un’unità di comando compatta con cinque interruttori che consentono di accedere direttamente a importanti funzioni del veicolo. Le funzioni standard del sistema PCM includono la navigazione online basata su dati Swarm e il modulo Connect Plus.

Porsche 911 Targa Listino Prezzi Italia

La commercializzazione dei nuovi modelli 911 Targa è prevista a partire da agosto 2020. I prezzi d’acquisto (inclusa IVA 22% e dotazioni specifiche) partono da 132.571 euro per la 911 Targa 4 e 148.431 euro per la 911 Targa 4S.

 

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Flipboard. Non esitate ad inviarci le vostre opinioni e le vostre segnalazioni commentando i nostri post.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Polestar 5: ecco la versione definitiva del concept Precept

FIAT 600 Rendering

Fiat 600 Rendering: se fosse lei la 500 a 5 porte?

Come si legge il libretto di circolazione

Cosa rischio se dimentico a casa il libretto dell’automobile?