Parabrezza ghiacciato

Come sbrinare il parabrezza ghiacciato senza far danni

Il parabrezza ghiacciato è una vera e propria scocciatura, ma ci sono metodi per togliere il ghiaccio senza rovinare il vetro.

27 novembre 2021 - 7:00

Qualcuno ha già trovato la mattina il parabrezza ghiacciato, perchè come tutti gli inverni le temperature scendono di notte sotto lo zero. Nelle prossime settimane il clima potrebbe irrigidirsi, e la prima conseguenza per gli automobilisti privi di box è quella di ritrovarsi una coltre di ghiaccio particolarmente spessa sul parabrezza. Vediamo quindi come sbrinare il parabrezza ghiacciato senza rovinare il vetro e senza perderci troppo tempo.

 

Come evitare il parabrezza ghiacciato al mattino

Prima di procedere a indicare come sbrinare il parabrezza ghiacciato, vogliamo dedicare un paragrafo a come evitare che si formi del ghiaccio del vetro. Prevenire è sempre meglio che curare, dice del resto un saggio proverbio.

Ci sono, in effetti, dei modi per evitare che il ghiaccio si formi. Il primo e più semplice è naturalmente quello di parcheggiare nel box, anche se è valido naturalmente solo per chi ha un garage e, soprattutto, ha la possibilità di parcheggiarci ogni sera. Chi non ha un box, può o metterla in un parcheggio coperto (se presente) oppure coprire il parabrezza con vecchie lenzuola ripiegate più volte; o, ancora, con un telo apposito, che si ritrova nei negozi specializzati.

Il telo va naturalmente assicurato con dei pesi, con delle corde elastiche o con delle calamite. Se però il meteo prevede delle nevicate abbondanti, il telo non va usato perché altrimenti diventa difficile toglierlo dall’auto. Sempre nell’ottica di evitare che il ghiaccio si formi, si può bagnare il telo con acqua e sale. 

In alternativa al telo, è possibile un trattamento anti-ghiaccio per il parabrezza tramite prodotti specifici, oppure con una soluzione homemade. Per creare un buon prodotto, infatti, è sufficiente unire tre parti di aceto bianco con  una di acqua. Il consiglio è però quello di comprare i prodotti realizzati appositamente, perché l’aceto potrebbe danneggiare il vetro. 

Gli strumenti per sbrinare il parabrezza ghiacciato

Vediamo ora come sbrinare il parabrezza ghiacciato, una volta che “il danno è fatto”. Per arrivare pronti a questa evenienza, bisogna procurarsi in anticipo gli strumenti: 

  • Una raschietta del ghiaccio;
  • Uno spray anti-ghiaccio. 

L’operazione è poi molto semplice: si spruzza lo spray anti-ghiaccio, che comincia immediatamente ad agire e, nel frattempo, usare la raschietta dolcemente per rimuovere il ghiaccio e liberare il parabrezza. Usare la raschietta senza lo spray rischia di rigare il vetro, specialmente se lo strato venuto a formarsi è particolarmente spesso. Ricordate, quindi, che la prima cosa da fare è usare il prodotto apposito.

Il raschietto è comunque pensato apposta, e non va sostituito: è sempre infatti realizzato con una fascia in gomma che non lascia segni sul parabrezza. Al contrario, altre soluzioni più o meno improvvisate rovinano e rigano il parabrezza. 

Chi non volesse comprare dei prodotti chimici realizzati appositamente, può in ogni caso creare una soluzione fai-da-te. È sufficiente unire un terzo di acido isopropilico con due terzi d’acqua e, volendo, anche un pizzico di detersivo per i piatti. La soluzione va tenuta in casa, perché in macchina rischia di congelarsi a sua volta. Inoltre, va inserita in un contenitore spray per usarla sul vetro al momento del bisogno. 

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

biofil

In Australia usano l’olio di semi esausto per la ricarica delle auto elettriche

Lucid Air

Nuova Lucid Air a partire da 77.400$

Peugeot 9X8

Peugeot 9X8: la nuova Hypercar ibrida