La Svizzera teme il black out e ferma le auto elettriche?

Gianluca Pezzi
29/11/2022

La Svizzera teme il black out e ferma le auto elettriche?

Pessime previsioni per la crisi energetica in Svizzera, dove il timore di un blackout out generalizzato si fa sentire, e a farne le spese potrebbero essere anche le auto elettriche.

Una situazione seria, con i primi allarmi scattati già la scorsa estate. A quanto pare le centrali idroelettriche e quelle nucleari garantiscono alla Svizzera il 70-75% della produzione di elettricità. Il restante viene importato da Francia e Germania, che non possono però assicurare le forniture invernale, per gli evidenti problemi interni.

Il consiglio federale svizzero ritiene allora poter ricorrere ad appelli urgenti per economizzare l’energia elettrica. Si paventa di arrivare fino all’interruzione dell’erogazione in alcune zone, onde evitare un black-out. Piccoli vademecum per le emergenze sono già stati pubblicati in rete dal sito della RSI.

svizzera elettricita

La decisione non è ancora stata presa, ma sulla stampa locale iniziano a circolare voci sui provvedimenti che il governo federale di Berna potrebbe prendere.

Come in Italia, si guarda alla temperatura interna negli edifici, con temperature massime di 19 negli uffici e 20 negli hotel per arrivare in casi estremi a 18 gradi negli appartamenti. Misure che però riguardano gli ambienti riscaldati prevalentemente con energia elettrica.

Usare le auto elettriche il minimo indispensabile

Il capitolo auto è quello che fa più riflettere. Se l’abbassamento della velocità massima a 100 km/h sulle autostrade è già oggetto di scherno da parte degli stessi svizzeri, che a causa del traffico si chiedono quando mai si sia raggiunta tale velocità, è la motivazione a stupire. Secondo il governo svizzero, il carburante risparmiato può essere utilizzato nei generatori di emergenza e negli impianti bicombustibili.

A quanto pare, abbassare la velocità massima può non essere sufficiente per risparmiare energia, anche per le auto elettriche. In caso di emergenza, l’esecutivo federale potrebbe limitare l’uso privato delle auto elettriche al minimo indispensabile, ovvero fare la spesa, visite mediche ed esercizio della propria professione.

I nodi arrivano potrebbero arrivare al pettine anche Svizzera, perchè spingere sull’elettrico quando non si ha abbondanza di elettricità può diventare un boomerang. Una transizione ecologica facile a dirsi e meno a farsi, quando possono non esserci i presupposti per poterla mettere in atto.

 

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram