Orrore in Puglia: trascina il cane con l’auto per punirlo fino ad ucciderlo

Gianluca Pezzi
18/12/2022

Orrore in Puglia: trascina il cane con l’auto per punirlo fino ad ucciderlo

Una vicenda crudele vede un uomo punire un cane per aver mangiato due galline, trascinandolo con la propria auto fino a farlo morire. Non succede in quale paesino sperduto chissà dove, ma accade in Italia, per la precisione nelle campagne di Cerfignano di Santa Cesarea Terme, in Puglia.

cane ucciso

Lascia davvero a bocca aperta l’atroce morte del cane, la cui unica colpa era quella di essere… un cane. Una storia iniziata male fin da subito, con tre pastori maremmani abituati a badare al loro gregge, nati liberi, cresciuti liberi.

Il loro riparo era una vecchia masseria diroccata in provincia di Lecce che il pastore aveva occupato abusivamente. Una volta sfrattato, il pastore è andato via portando con sé solo le sue pecore. Molly e i suoi cuccioli sono rimasti soli e abbandonati nella masseria diroccata, precaria e a rischio crollo. Oggi Molly, Neve e Leo sono tre cani docili, buoni e molto affettuosi. Sono cani nati liberi, non conoscono guinzagli o pettorine e non sanno nulla del mondo.

pastori maremmani

Ma c’era un terzo cucciolo, sparito mesi fa e portato via dal suo ambiente. Chissà in quali condizioni è stato costretto a vivere. E’ tornato alla masseria ormai senza vita perchè, a causa della fame, ha preso due galline e per punizione è stato legato al gancio del bagagliaio di un’auto da un anziano del paese, e trascinato per chilometri. Ha provato a correre all’inizio ma quando non ce l’ha fatta più, si è dovuto arrendere a quella crudeltà senza senso. E devastato dal dolore delle ferite, è morto soffrendo in modo atroce.

cane ucciso

L’uomo è stato notato da una volontaria dell’Associazione Una Zampa per la Spagna ODV, mentre stava andando dai maremmani della masseria per abbandonare la carcassa di questo angelo senza colpe. La volontaria lo ha bloccato sulla strada facendo scudo con la sua auto. E dopo aver cercato invano di soccorrere il cane, ha chiamato i Carabinieri che sono arrivati sul posto.

Il racconto shock della volontaria è pubblicato su Facebook:

Avrete già letto dai giornali locali questa notizia. Io riesco a scrivere solo ora e ancora riesco a malapena. Ho ancora la scena nei miei occhi. Le gambe che ancora tremano.

Stamattina mi sono ritrovata davanti questa scena. La macchina che trascinava il maremmano, ormai morto. Ho fermato il signore suonando e sorpassandolo con la mia macchina. È sceso dalla sua… era incredulo di quello che aveva fatto. Forse credeva che il cane era ancora vivo? Dopo avergli urlato contro, e gli è andata bene, ho chiamato carabinieri, i miei colleghi della guardia zoofila, Asl, polizia municipale. La legge farà il suo. Una scena che ho sempre visto sui social o in tv.

Scena che non volevo mai vedere con i miei occhi. Non ho potuto salvare il cane, ma voglio mettere a conoscenza il mondo intero che ancora nel 2022 succedono queste atrocità. Da oggi voglio dare voce a quel cane che non ha saputo difendersi da chi si fidava, qualunque cosa ha fatto. Ha mangiato 2 galline, dichiarazione dell’uomo e scusante di quel gesto. Non meritava questa fine.

cane ucciso

Come si concluderà la vicenda? L’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Lecce per il tramite dei Carabinieri, dalle associazioni Zampe che danno una mano ODV e Associazione Una Zampa per la Spagna ODV patrocinate dallo Studio Legale “GiustiziAnimale” dell’ Avv Giada Bernardi.

denuncia carabinieri

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram