polizia controlli multa record

Beccato tre volte di fila senza patente: 10.000 € di multe

Possibile non si riesca a fermarlo definitivamente?

1 settembre 2020 - 19:00

Multe per un totale di 10.700 € quelle cominate ad un uomo di della provincia di Vicenza fermato tre volte di fila senza patente. Il 52 enne era stato fermato la prima volta su una Fiat 600 non assicurata e non revisionata, guidando con una patente scaduta. In quel caso la multa era stata di 1.200 €, più il sequestro del veicolo e al ritiro della patente. Da notare in caso di  mancanza della copertura assicurativa e/o mancanza della carta di circolazione, il sequestro del veicolo è disposto con affido al proprietario o conducente o obbligato in solido, che ha l’obbligo di depositare e custodire il veicolo in luogo non soggetto a pubblico passaggio e di provvedere a proprie spese al trasporto in condizioni di sicurezza per la circolazione stradale.

Condizioni che non sono state minimamente prese in considerazione dall’uomo, che neanche una settimana dopo è stato fermato nuovamente. Quindi, oltre alla mancanza di assicurazione e revisione, è stata riscontrata l’aggravante dell’utilizzo di veicolo sottoposto a sequestro, e con patente ritirata. In questo caso la sanzione è arrivata a 5.726 €, con la possibile violazione di tipo penale per la violazione del sigilli.

Ma la storia non finisce qui, perchè lo stesso guidatore è stato fermato per la terza volta, sempre nella stessa zona. Questa volta al posto della Fiat 600 era a bordo di una Peugeot 206, ma anche in questo caso senza assicurazione. Altra multa di 3.786 € ed altro veicolo sotto sequestro.

A conti fatti si parla di multe per 10.711 €, più due vetture sequestrate. Evidentemente non si tratta di deterrenti efficaci, vista la tranquillità con la quale il 52enne ha affrontato la situazione. C’è inoltre da dire che se un guidatore senza assicurazione provoca un incidente, sarà costretto a risarcire l’altro conducente coinvolto di tutti i danni provocati, a cose e persone. Nel caso in cui non sia in grado di risarcire il danno, chi lo ha subìto può rivolgersi alla CONSAP per chiedere un aiuto economico al Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada. Chiaramente non si tratta di una procedura semplice e rapida, ed in questo caso il risarcimento è dovuto anche per i danni alle cose, con una franchigia di 500 €, in caso di danni gravi alla persona.

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Flipboard. Non esitate ad inviarci le vostre opinioni e le vostre segnalazioni commentando i nostri post.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

mercedes x

In Germania gli attivisti climatici vandalizzano le auto con croci rosse

autovelox

Poliziotto supera limite di velocità in servizio: processato

Mini Paddy Hopkirk Edition

Mini Paddy Hopkirk Edition: il 37 torna sulla linea di partenza