Ecco la Volkswagen Golf GTI Mk1 da 600 CV che perde contro tutti

Robin Grant
01/06/2022

Ecco la Volkswagen Golf GTI Mk1 da 600 CV che perde contro tutti

Stanno girando immagini e video di drag races che vedono protagonista una Volkswagen Golf GTI di prima generazione pompata a 600 CV e messa a confronto con la più moderna Golf R di settima generazione e persino una Lamborghini Aventador, contro le quali ha comunque perso.

La vettura, all’apparenza una normalissima Golf GTI, ha comunque fatto emozionare pubblico del Race1000 che si è tenuto in Germania, vista la sua rinnovata capacità di raggiungere velocità massime fino a 251 km/h.

L’inedita potenza della piccola Golf

La Golf GTI di prima generazione non è stata l’auto più veloce del Race1000 tedesco, ma ha colpito i cuori dei partecipanti. Non ci sono molti dettagli, se non che appunto arriva a una potenza di 600 CV grazie alla presenza di un enorme turbocompressore. Una potenza esagerata, oltre che pericolosa, per un’auto così piccola e leggera resa tale anche dall’assenza di un cambio automatico in vista di un tradizionale cambio manuale.

Durante l’evento, la Golf ha prima gareggiato contro la sua erede Volkswagen Golf R di settima generazione, perdendo. In seguito, ha sfidato una Mercedes-AMG GT 63 S perdendo ancora, ma arrivando a 258 km/h.

Il culmine, però, l’ha avuto con la Lamborghini Aventador. Inutile dire che la supercar bolognese, più moderna, potente e dotata di quattro ruote motrici, ha lasciato indietro la piccola compatta tedesca, la quale però ha raggiunto il suo record di 251 km/h di velocità massima, non molto distanti dai 258 km/h raggiunti dalla Aventador.

Con, dalla sua, la tenerezza suscitata dalle dimensioni e dall’estetica vintage che tanto piacciono in questo periodo.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news