Motor Bike Expo 2020 bike show LowRide Top20

Motor Bike Expo 2020: i risultati dei bike show

L’elenco di tutti i vincitori dei principali bike show.

28 gennaio 2020 - 10:00

Nei quattro giorni della kermesse veronese si sono susseguiti molti bike contest organizzati da diverse realtà. Ha chiuso la rassegna come da tradizione quello magazine LowRide, presente fin dalla prima edizione e il più grande per numero di partecipanti, che in occasione di Motor Bike Expo 2020 sono stati circa 180.

Radikal Chopper vince l’MBE Award 2020

Il primo in ordine di tempo di questa dodicesima edizione è stato MBE Award, venerdì dalle ore 12. Sul Main Stage del Pad. 1, davanti a un folto pubblico di biker e appassionati di custom, il Motor Bike Expo ha incoronato la special più bella del Salone assegnando il prestigioso MBE Award 2020.

La giuria, composta da ospiti internazionali del settore, ha selezionato una rosa di finaliste dallo stile eterogeneo: dal revival storico delle basi meccaniche di inizio Novecento al Chicano, dai chopper anni Settanta fino ai custom più moderni. Al cospetto delle forme sinuose e al fascino luccicante espresso dalla “Ad Maiora”, costruita da Andrea Radaelli di Radikal Chopper, presentata in occasione della serata Vernice & Benzina di giovedì alla Gran Guardia, nessuno dei giudici ha avuto dubbi: la più bella del Motor Bike Expo è lei.

La one-off dell’artigiano milanese è realizzata sulla base di una BMW R 1100 S con motore boxer completamente smontata e modificata fino al più piccolo dettaglio. Il risultato è un mezzo filante che fa sfoggio di competenza e creatività ed è la prima special a montare i nuovissimi pneumatici Metzeler Sportec M9 RR dedicati alle supersportive.

Un altro bel colpo portato a segno da Radaelli, ormai noto e apprezzato in tutto il mondo, che torna a casa con un buono spesa Zodiac di 1.500 euro e il monile celebrativo “MBE Award 2020” creato come da tradizione, e fin dalla prima edizione, appositamente da Silverbone.

I Bike Show del sabato

Nel pomeriggio della terza giornata di MBE, la rivista Ferro ha organizzato la premiazione delle special più belle del Salone. Le moto, dopo essere state votate dal pubblico a suon di like sui social, hanno passato l’esame della giuria presente in Fiera. Il titolo di “Ferro dell’anno” è stato conferito a Simone Lovatti di Garage 14, con la sua cafe racer special su base Honda.

Ha eletto la propria regina sul Main Stage del Pad. 1 anche il bike show Club Style California, promosso dal marchio italo-californiano Chopper Kings Clothing, che ha messo insieme alcuni dei maggiori produttori di abbigliamento e accessori rinomati nel Club Style, come Fueling, Speed Merchant, Bassani Xhaust e Kirk Taylor, schierando un parterre di moto, in gran parte Dyna e FXR, al Pad. 3.

Dopo che la giuria, composta dagli ospiti internazionali del mondo Club style, ha celebrato le migliori realizzazioni suddividendole per categoria, è arrivato il momento della premiazione per la Best of Show. Il trofeo è andato alla GP Glide One4Three realizzata da Vallese Garage, un Road Glide CVO che propone una originale rivisitazione della categoria in chiave racing, in opposizione allo stile bagger al quale il preparatore Gianni Vallese ha abituato il pubblico, grazie ad una ciclistica sopraffina, numerosi particolari in carbonio e al motore esagerato, un V-twin S&S da quasi 2.400 cc per 173 CV.

I vincitori dei Bike Show della domenica

La domenica è, per tradizione, la giornata dei Bike Show al Motor Bike Expo, l’occasione per avere le più belle special dell’anno in un colpo d’occhio.

Magazine Award

Alle 14.30 i Magazine Award, assegnati dalle testate digitali e cartacee internazionali presenti a MBE. Il blog australiano Pipeburn ha scelto la Norvin realizzata da Stile Italiano. Il web magazine americano Iron Trader News e Buffalo Chips hanno premiato la BMW K100 di Bottega Bastarda.

Il digger psichedelico anni Settanta firmato Hillside Classics è premiato dalla russa Polina Krasnova di Bikers Insider. Il chopper Shovel Long Finger costruito da Boccin Custom Cycles è stato il preferito da Onno Wieringa dell’agenzia giornalistica olandese Madness Photography. Ancora un riconoscimento per la “Ad Maiora” di Andrea Radaelli di Radikal Chopper, stavolta dalla rivista tedesca Custombike.

Il magazine americano Easyriders, che a Verona ha festeggiato 50 anni, ha assegnato la sua preferenza alla “Blue Godzilla” di Danny Schneider di Hard Nine Choppers, una tracker su base Harley-Davidson XLCR del 1979. Il giapponese Minoru Uemura di Vibes ha scelto una special di chiaro gusto orientale: si tratta di “The Blizzard”, realizzata da Boman Kustom Bike su Harley-Davidson Shovelhead 1200.

Metzeler Award

A seguire, alle 16,40, il brand di pneumatici Metzeler, dopo i positivi riscontri del 2019, ha assegnato per il secondo anno il Metzeler Award, che è andato alla streetfighter “Labirinto Mentale” dell’officina laziale ED Special, realizzata su base Harley-Davidson Night Rod Special, l’esemplare numero 10 di una serie limitata di 11 creazioni esclusive, così chiamata perché, su richiesta del proprietario, un collezionista d’arte, le sovrastrutture sono finemente cesellate, con un motivo che richiama il disegno di un labirinto. Anche parti fondamentali come il forcellone monobraccio, o il sistema di scarico, sono state costruite artigianalmente.

Le piastre di sterzo sono state create sfruttando la tecnologia della stampa 3D. Il titolare dell’officina, Emiliano Damia, si è portato a casa un set di pneumatici Cruisetec, presentati lo scorso anno proprio a Motor Bike Expo.

La seconda posizione è andata alla full custom 69 di MS Artrix, vincitore lo scorso anno, seguito da uno Sportster Forty-Eight con ruota posteriore extralarge 300/35 VR18 di Asso Special Bike. Gli altri sponsor del contest sono stati X-Forte, con set di prodotti per la pulizia studiati per le moto custom, e il brand di abbigliamento Johnny Rapina.

LowRide Contest e Top20

Come da tradizione, è toccato al mensile LowRide concludere la ricca serie di premiazioni della domenica. Ha stravinto Vallese Garage che, con la sua One4Three, è prima tra le Club Style, si aggiudica il premio di categoria per le Bagger e fa vincere a Lorenzo DOX Dossena il premio Best Paint.

Gli altri vincitori di classe sono stati Boccin Custom Cycles con la “Long Finger” (categoria Chopper), ancora la “Ad Maiora” di Radikal Chopper (Freestyle), Asso Special Bike con la sua V-Rod (Modified) e T4 Motorcycles tra i Bobber. Il premio Sporty Award è stato assegnato dal blog Duecilindri allo Sportster RCK Roll Chop.

Carboni e Metalli ha vinto nella categoria Scrambler con la “Lunar”. Per le Cafe Racer, Stile Italiano si impone con la NorVin 1140 CR. Infine, Best of Show per “The Blizzard” di BKB Boman Kustom Bike, un chopper motorizzato Shovel rivisto in chiave moderna con forcella girder e monoammortizzatore posteriore.

L’appuntamento con Motor Bike Expo, secondo le dichiarazioni degli organizzatori e della Fiera di Verona sarà garantito almeno fino al 2030, dunque nei prossimi dieci anni sarà ancora il palcoscenico più importante per scoprire le tendenze del mondo custom.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Caschi moto Nolan 2020

Caschi moto Nolan 2020: per un’estate su due ruote

Offerte scooter elettrico Lifan Agosto 2020

Offerte scooter elettrico Lifan Agosto 2020: gli incentivi su tutta la gamma

Caricabatterie per auto 2020: i migliori, quali scegliere