Mido Dominate The Water 2022: l’intervista al campione olimpico Gregorio Paltrinieri

Caterina Di Iorgi
04/10/2022

Mido Dominate The Water 2022: l’intervista al campione olimpico Gregorio Paltrinieri

Mido Dominate The Water 2022: il brand svizzero ha siglato una nuova partnership con Dominate The Water, il circuito di gare di nuoto in acque libere ideato e promosso dal campione olimpico Gregorio Paltrinieri per l’amore dello sport e la tutela del mare. Il brand orologiero è Partner Ufficiale di questo straordinario evento sportivo e ha scelto il nuovo orologio Ocean Star 600 Chronometer in DLC, per incarnare questa collaborazione volta alla tutela dei mari e alla salvaguardia dell’ambiente.

Lo Sport che fa bene all’ambiente

Mido Dominate The Water 2022
Photo by Giorgio Scala / Deepbluemedia

Dominate The Water nata nel 2021 è una gara di nuoto in acque libere per agonisti, master e professionisti; un festival dello sport, un inno al mare, una preghiera per l’ambiente. Un calendario di gare di nuoto di fondo intorno all’Italia, per promuovere i suoi incantevoli scenari. Questi luoghi magnifici devono esser protetti e per questo si vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della sostenibilità ambientale. Durante le gare sono stati utilizzati materiali biodegradabili e prodotti ecosostenibili, i premi e le medaglie sono stati realizzati in legno e si sono utilizzate canoe e sup al posto delle barche a motore. Si “nuota a fondo” per salvare il mare e lo si fa in coro.

Quotidiano Motori ha partecipato all’ultima tappa, quella di Positano e in questa occasione abbiamo intervistato il campione olimpico Gregorio Paltrinieri.

Mido Dominate The Water 2022: intervista a Gregorio Paltrinieri

Mido Dominate The Water 2022 intervista Gregorio Paltrinieri
Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia

Perchè hai creato Dominate the Water e perchè hai stretto questa partnership con Mido?

Dominate è nato dalla mia passione nel corso di questi ultimi anni per il nuoto in mare. Ho sempre fatto solo piscina, ad un certo punto ho avuto bisogno di nuovi stimoli, ed il mare mi affascinava molto. Ho iniziato e ne sono subito rimasto innamorato, ultimamente credo mi piaccia più nuotare in mare che in piscina, ad essere onesti. E’ una situazione nuova che crea più challenge. Il progetto nasce per far conoscere questo sport, che per come lo vivo io, può essere molto più divertente rispetto che a nuotare in piscina. E’ un buon modo per promuovere uno sport che nelle nostre spiagge italiane si può fare benissimo in luoghi stupendi.

In più vorremmo dare l’idea di quanto sia importante il mare. Ci siamo uniti ad associazioni che tutelano l’ambiente perché deve passare questo messaggio, soprattutto tramite un protocollo di plastic free. Quest’anno non siamo ancora riusciti ad attuarlo, ma è sicuramente il nostro obiettivo per la prossima stagione.

La partnership con Mido è nata sia da un’attrazione per il bello e l’estetica, che dall’interesse per la storia del marchio. C’è stata disponibilità da entrambe le parti e penso che sia bello poter crescere insieme e fare qualcosa che sia ricondivisibile al nostro comune amore per il mare.

Dominate the Water è un evento sostenibile e improntato alla salvaguardia del mare, in che modo vi state impegnando in questo ambito nel progetto ma anche nella vita di tutti i giorni?

Questa è stata la prima stagione in assoluto per Dominate ma dobbiamo crescere. Le persone devono sapere quanto è bello nuotare in mare e noi dobbiamo crescere come organizzazione e cercare di fare tutto nel migliore dei modi. Ovvero, senza sporcare e tutelando l’ambiente. In più ci saranno progetti in cui, personalmente, ci vogliamo impegnare per aiutare. Dalla pulizia delle spiagge alla diffusione di conoscenze sulla biodiversità e il mondo sottomarino. Faremo sicuramente delle esperienze collaterali oltre alle gare. Questo è il nostro obiettivo per i prossimi anni, stiamo studiando come evolvere e ci arriveremo.

Parliamo di mobilità sostenibile. E’ il momento dell’elettrico, dalle auto ai monopattini. Quale è il tuo mezzo preferito e perchè?

Devo dire che innanzitutto uso pochissimo la macchina. Ad Ostia ho la casa con sotto la piscina, casa e bottega. Ho preso una macchina ibrida perché ad Ostia è ancora difficile caricare, quindi non potevo optare per un modello totalmente elettrico. Credo sia molto importante agire nel singolo per quello che siamo in grado di fare. Ovviamente ci sono decisioni importanti da prendere sul futuro del pianeta, però ognuno di noi può fare il suo. Mi stavo cambiando prima della gara, c’era un sacco di plastica per terra, l’ho presa e l’ho buttata nel cestino. Questo possiamo farlo, così come scegliere di guidare mezzi più sostenibili. Se ognuno fa il suo, già miglioriamo tanto.

Qual’è il senso del tempo per un Campione?

E’ importantissimo, è la cosa più importante che abbiamo. Oltre a quello che faccio, mi piace ritagliarmi del tempo per me e dedicarmi alle mie cose. Gli do un valore agonistico, ovviamente, poi in quello che faccio è vitale. Vinco e perdo delle medaglie per un centesimo. Tutto si basa sul tempo a dir la verità. Quando sono in allenamento guardo il cronometro e quanto sto facendo per capire se mi sto allenando bene o male. Ne va dell’esito della giornata. Al di fuori dello sport è il tempo a permettermi di sviluppare nuove idee, avere tempo libero, passarlo nei miei hobby…

Ci vuoi raccontare un ricordo della tua vita, personale o professionale, legato all’orologio?

Esco da una lunghissima collaborazione con Panerai dove ho anche disegnato e creato con loro un orologio che porta la mia faccia sul retro. E’ stata un’esperienza molto bella che poi ha fatto scattare la mia curiosità sul mondo degli orologi. Ero già appassionato, ma è stato lavorando con loro che sono entrato veramente nel mondo degli orologi e che mi ha portato a continuare questo legame che oggi è con Mido.

Ocean Star 600 Chronometer DLC

Ocean Star 600 Chronometer DLC

L’Ocean Star 600 Chronometer DLC è progettato per garantire una straordinaria precisione, resiste in modo eccellente agli urti ed è garanzia di affidabilità. La passione per il mare di questo orologio subacqueo si basa su caratteristiche straordinarie: un’impermeabilità fino a 600 m, la presenza della valvola per la fuoriuscita dell’elio e il calibro 80, un movimento cronometro certificato COSC di ultima generazione con spirale in silicio, che coniuga una straordinaria autonomia (grazie a una riserva di carica fino a 80 ore), un’assoluta precisione e una grande resistenza agli urti.

La sua cassa robusta in acciaio con rivestimento in DLC è dotata di ghiera in ceramica high tech con numeri incisi riempiti da Super-LumiNova Grade X: un’innovazione che consente di leggere il tempo di immersione con estrema precisione in qualsiasi condizione di visibilità. Presentato in una confezione speciale, con cinturino aggiuntivo in caucciù nero questo modello ha un look ancor più sportivo.

Intervista by Camilla Di Iorgi – credit image by Press Office – photo @deepbluemediaphoto e @giorgioscala

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.