Scoprire il Vietnam in moto

Vietnam in moto: i consigli per programmare il viaggio

Scopri come pianificare il tuo viaggio in moto attraverso il Vietnam.

24 gennaio 2022 - 15:00

Usare la moto è il modo migliore per scoprire il Vietnam. Attraversando i diversi villaggi e le città, è emozionante conoscere la cultura vietnamita e sentire parte integrante del Paese. È un’esperienza unica, che richiede una certa organizzazione, e molto accessibile, per un budget contenuto. Scopri come pianificare il tuo viaggio in moto attraverso il Vietnam.

Definire l’itinerario

Molti backpacker scelgono di percorrere in moto il tragitto tra Hanoi e Ho Chi Minh City (o viceversa). Il tempo di percorrenza è di circa due settimane e offre un mix perfetto di spiagge di sabbia bianca, rilievi di roccia calcarea e campi di riso sterminati. Sono itinerari molto battuti, che non richiedono grandi preparativi.

Nel Paese, però, ci sono molti altri percorsi altrettanto spettacolari e meno frequentati. Per esempio, un tour in moto attraverso la parte settentrionale del Vietnam, che offre percorsi magnifici. Da Hanoi ci si sposta verso ovest in direzione del confine con il Laos, per poi viaggiare verso nord. Le montagne, le vallate, le risaie a terrazzamenti, le rocce calcaree e le strade a tornanti sono mozzafiato. L’intero Paese è ricco di storia, cultura e bellezze naturali. Anche il delta del Mekong è una splendida opzione. Ogni provincia del Paese, infatti, nasconde tesori particolari.

Noleggio o acquisto?

Ad Hanoi e a Ho Chi Minh City si trovano moto con grande facilità. Alcuni viaggiatori optano per il noleggio del veicolo, altri preferiscono acquistare una moto sul posto per poi rivenderla alla fine del soggiorno. Entrambe le opzioni presentano i loro pro e contro. L’acquisto con successiva rivendita di una moto è ovviamente molto più economico, ma occorre tener presente che i mezzi a noleggio sono spesso più affidabili. Acquistando una moto di seconda mano, infatti, saranno frequenti le soste per le riparazioni. Per un viaggio in moto di meno di due mesi in Vietnam, è probabilmente consigliabile il noleggio. Nei quartieri più frequentati dai backpackers le società di noleggio di motocicli sono numerose, così come le moto in vendita.

Blue Card

Chi decide di acquistare una moto, riceverà una Blue Card, un attestato di proprietà che riporta il numero del mezzo, della targa, il marchio di registrazione e il nome del proprietario. La Blue Card è necessaria per rivendere la moto, per caricare il mezzo su un treno o per varcare il confine con il Laos o la Cambogia.

Patente e assicurazione

Purtroppo per guidare in Vietnam non si può utilizzare né la patente di guida italiana né quella internazionale. Ufficialmente servirebbe una patente vietnamita per poter guidare una moto. Solo i turisti in possesso di un visto per più di tre mesi possono ottenere una patente vietnamita, nonostante i normali visti turistici non abbiamo durata maggiore di tale periodo. Senza patente vietnamita non è possibile stringere un’assicurazione.

Visto Vietnam

Ai turisti italiani che si recano in Vietnam occorre un visto. Esistono diverse varianti del visto Vietnam. All’arrivo in Vietnam, per esempio, si può richiedere un “visum on arrival”, disponibile in due varianti (single of multiple entry) con un periodo di validità di un mese e due varianti simili valide per tre mesi. L’ambasciata vietnamita, però, sconsiglia di utilizzare il visto “on arrival”. I turisti preferiscono richiedere il visto in anticipo online. Il visto elettronico Vietnam vale per 30 giorno e può essere utilizzato solamente una volta.

Al rientro in Italia

È molto importante verificare online prima della partenza e durante il viaggio anche i requisiti per il rientro in Italia alla fine del viaggio. Attualmente occorre compilare un formulario digitale di localizzazione, denominato anche digital Passenger Locator Form (dPLF), da presentare in cartaceo o sul proprio dispositivo mobile ai controlli. Occorre poi esibire l’esito di un test molecolare o antigenico effettuati rispettivamente massimo 72 o 24 ore prima dell’ingresso in Italia. Una volta in Italia, sono necessari 10 giorni di isolamento fiduciario, al termine dei quali ci si deve sottoporre a test molecolare o antigenico.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ball Engineer III Marvelight Chronometer

Ball Engineer III Marvelight Chronometer: toni eleganti ed animo sportivo

Avirex Top Gun Maverick

Avirex Top Gun Maverick: la collezione di capi iconici con le grafiche originali del film

Bulgari Aluminium Ducati Special Edition

Bulgari Aluminium Ducati Special Edition: il cronografo in edizione limitata