Casco Arai TT 2019: RX-7V in edizione limitata, omaggio all’Isola di Man

Caterina Di Iorgi
06/06/2019

Casco Arai TT 2019: RX-7V in edizione limitata, omaggio all’Isola di Man

Casco Arai TT 2019 – L’RX-7V rappresenta il massimo della conoscenza, competenza e know-how di Arai nella tecnologia di produzione dei caschi. Il magnifico casco celebra il legame di Arai con le gare TT dell’Isola di Man che si stanno disputando in questi giorni.

L’RX-7V di Arai vede la grafica realizzata da Drudi Performance con il giallo fluorescente a cui ha aggiunto il nero che enfatizza il disegno di tre gambe dell’uomo, il famoso triskelion, in bronzo su entrambi i lati. I dettagli includono anche il logo TT e la scritta ISLE OF MAN TT LIMITED EDITION stampato sul retro.

La maggior parte dei piloti TT hanno scelto di indossare Arai nel 2019 tra cui Michael Dunlop, Ian Hutchinson, Conor Cummins, Davey Todd, Derek McGee, David Johnson e Lee Johnston, Ben e Tom Birchall, John Holden e Lee Cain, Tim Reeves e Mark Wilkes.

Casco Arai TT 2019

Con una nuova calotta esterna, in compositi PB-SNC², il rivoluzionario sistema visiera VAS ed un’area notevolmente più liscia nella zona delle tempie, l’RX-7V è il nuovo punto di riferimento nel campo dei caschi di alta gamma.

Non solo è migliorata la ventilazione, comfort, la silenziosità (rendendo utilizzabile anche per turismo un casco concepito per le gare), l’aerodinamica già ai vertici mondiali, ma soprattutto la sicurezza già ineguagliata di un casco Arai. Dal nuovo rivestimento in materiale antimicrobico con spessore ancora più ridotto per migliorare ventilazione e comfort, alle nuove prese d’aria diffuser implementate, ai nuovi canali di ventilazione integrati, ogni particolare mostra l’attenzione ai dettagli tipici di Arai.

Arai ha continuamente migliorato la capacità dei propri caschi di scivolare imparando dagli scenari del Mondo Reale. Grazie alla nuova calotta più resistente e liscia, ed al sistema VAS, l’RX-7V è il casco che più si avvicina alla forma della calotta ideale.

Grazie al sistema VAS, la posizione del meccanismo visiera viene abbassata, offrendo in media 24mm di spazio in più nella zona delle tempie, alla ricerca di una forma più liscia e rotonda possibile per favorire la capacità del casco di deviare l’energia di un impatto.