Tag Heuer Velacup 2019: a vele spiegate nei mari italiani

Tag Heuer, già partner di Oracle, vincitrice dell’America’s Cup nel 2013, continua a coltivare la passione per la Vela anche nelle acque italiane.

9 giugno 2019 - 15:35

Tag Heuer Velacup 2019 – Il marchio di cronografi svizzero già partner di Intrepid negli anni Sessanta e più di recente di Oracle, vincitrice dell’America’s Cup a San Francisco nel 2013, continua a coltivare la passione per la Vela anche nelle acque italiane.

TAG Heuer è partner di VelaCup: il più importante circuito velistico del nostro Paese, che include sette tappe presso i più interessanti spot di regata delle nostre coste. L’esordio è stato a Santa Margherita in occasione del TAG Heuer VelaFestival, si continuerà per tutta l’estate fino a tornare in Liguria per la chiusura a Loano ad ottobre.

Ad oggi TAG Heuer Vela Cup è il circuito di raduni velici con il maggior numero di partecipanti in Italia. Per
il 2019 gli appuntamenti da maggio a settembre vedono protagoniste oltre 600 barche da 5 a 30 metri, 20.000 appassionati coinvolti, 300 premi in palio agli equipaggi vincitori di quattordici categorie, sette villaggi direttamente sul mare, sette feste il sabato sera con premiazione, cibo e musica.

Per il primo anno TAG Heuer è partner anche di 151 miglia – Trofeo Cetilar, la regata d’altura che sfida le acque tirreniche da Pisa a Punta Ala. L’edizione 2019, la decima, che ha salutato l’arrivo della bella stagione, ha visto un’adesione record di 220 scafi e una performance eccezionale per il Maxi Yacht che ha conquistato la vittoria, Rambler 88, che ha percorso le 151 miglia nel tempo record di 13 ore e 50 minuti, ben 1 ora e 40 di meno rispetto al record precedente.

Armato da George David, Rambler 88 è condotto dallo skipper neozelandese Brad Butterworth, vincitore di diverse edizioni dell’America’s Cup. TAG Heuer ha premiato i sei vincitori delle sei classi in regata con il suo modello subacqueo dedicato alla passione per il mare: TAG Heuer Aquaracer 300M.

Il segnatempo Tag Heuer ha una ghiera girevole unidirezionale in ceramica resistente a graffi, urti ed erosione da parte del sale, ed è l’orologio sportivo ideale per essere indossato a bordo di una barca a vela, così come in sella ad una bici; impermeabile e resistente ad una pressione pari a quella che si sviluppa a 300 metri di profondità.

Ha una cassa in acciaio 43mm con superluminova agli indici per la lettura dell’ora in condizioni di scarsa visibilità, un bracciale in acciaio con chiusura estendibile per essere indossato sopra la muta o sopra giacche antivento e il movimento orologiero automatico Calibre 5.

SEGUICI SU:
Facebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Vacanza in barca: 5 mete alternative da sogno da non perdere

Riva Yacht 50 metri: Race, svelato nella meravigliosa cornice dell’Arsenale di Venezia

24 Ore Le Mans 2019 Tag Heuer: il nuovo Monaco in limited edition