Renault Arkana

La recensione della nuova Renault Arkana nella nostra prova su strada

La nostra prova della nuova Renault Arkana, SUV Coupé dall'indole sportiva, con motorizzazioni ibride, a partire da 30.350 euro.

22 marzo 2021 - 20:00
Motore
1.3 TCe 140 CV
Sistema ibrido
Micro-ibrido 12 V
Prezzo
Da 30.350 €

Dopo anni in cui erano una prerogativa di Bmw e Mercedes, i SUV Coupé hanno iniziato ad espandersi e ad essere introdotti anche nella gamma di tanti altri marchi, arrivando a quelli più generalisti. La nuova Renault Arkana, appena lanciata sul mercato europeo e italiano, appartiene a questa categoria, ed è il primo SUV di questo tipo della Losanga nel Vecchio Continente. Un veicolo che mantiene il nome dell’omonimo modello di successo in Russia , ma che per il resto è totalmente diverso, con tanta tecnologia a bordo e naturalmente motorizzazioni ibride.

Renault Arkana: me la consigli? 

La Renault Arkana è un’auto modaiola, sicuramente. Ma concreta, perché, nonostante la carrozzeria, è estremamente comoda e spaziosa, adatta quindi a viaggi anche fino a 5 persone, grazie sia all’abitacolo sia al bagagliaio molto capiente. La consiglio, quindi, a chi ricerca una carrozzeria coupé, ma apprezza anche la guida alta, che ormai abbiamo capito essere il motivo di successo di questi veicoli. In più, qui, oltre all’estetica un po’ elegante un po’ e sportiva, si può godere della micro-ibridazione per qualche vantaggio economico, e di tanta tecnologia, sia in termini di ADAS che in termini multimediali.

Pro

  • Guida silenziosa
  • Assemblaggio degli interni
  • Bagagliaio e abitabilità

Contro

  • Display stile tablet
  • Troppi tasti poco intuitivi
  • Visibilità posteriore

Il design esterno

La nuova Arkana non evolve la linea di Renault, ma si mantiene conforme alle altre vetture della gamma. A partire dal frontale, molto simile agli altri SUV come Kadjar e Koleos, in senso positivo. Come ho già detto per la Mégane, nella prova su strada che le ho dedicato, il design di Renault degli ultimi tempi è molto piacevole, a partire dal disegno dei fari con l’ormai consueta “C” creata dai LED. Anche la griglia anteriore si mantiene in linea con il family feeling dell’azienda, inglobando il grande logo. Specialmente nell’allestimento R.S. Line (il secondo disponibile) l’aspetto è molto sportivo, dinamico e soprattutto all’anteriore particolarmente possente.

Il profilo enfatizza la carrozzeria coupé della Renault Arkana, che scende creando un lunotto piccolo e rialzato, e una coda particolarmente corta. Il design del posteriore è anche in questo caso conforme alla gamma Renault, con i grandi fari a sviluppo orizzontale e al centro il logo Renault, sotto cui si trova il badge “Arkana“. La cosa che mi ha sorpreso è che il posteriore nasconde la vera capienza della vettura, perché da fuori non si notano i 518 litri di capacità del bagagliaio. Bagagliaio che ha tra l’altro un pianale che si può posizionare in modo di verso in base alle esigenze, aumentando o diminuendo la volumetria. C’è naturalmente la possibilità di reclinare gli schienali dei sedili posteriori.

Gli interni sono molto curati, anzi nell’allestimento R.S. Line da noi provato posso dire che siano i migliori interni visti su una Renault. L’assemblaggio è ottimo, non scricchiola, i sedili hanno la giusta imbottitura e non sono troppo contenitivi, e in generale plancia, volante e tutte le componenti sono molto piacevoli al tatto. A livello di comfort non c’è proprio nulla da dire: davanti ci si sta benissimo e, inaspettatamente, anche dietro. C’è spazio per le ginocchia, soprattutto se chi sta davanti a me ha la mia stessa altezza, e avanza un piccolo spazio anche per la testa. Non me lo aspettavo e, anzi, altri SUV coupé di segmenti superiori hanno un’abitabilità posteriore peggio studiata.

Che sia un’auto modaiola, poi, lo si vede dalla disposizione della plancia. Rispetto alle altre Renault, il display centrale, sempre verticale, non è più integrato ma a mo’ di tablet. Come ho detto per tutte le vetture con questa disposizione, a me non piace particolarmente e preferivo la configurazione precedente. Ma alla fine sono gusti o, in questo caso, sono un po’ le mode.

Si mantiene, invece, la disposizione forse poco intuitiva dei tasti, a partire da quelli del volume e cambio brano/stazione radio, che non sono sulle razze del volante, né sotto al display, ma in una leva dietro lo sterzo. Sulle razze, invece, si trova il comando per accettare/chiudere le chiamate, i comandi vocali, e i tasti di navigazione del menù. Una disposizione a cui sicuramente si fa l’abitudine, ma un po’ confusionaria. Tolto questo, mi piace molto il cluster digitale da 10′‘ completamente personalizzabile, e che fornisce tutte le indicazioni su velocità, autonomia residua, ma anche segnali stradali e ADAS attivi. Mi piace anche il sistema Easy Link, che dialoga bene con lo smartphone e, infine, mi piace il sistema audio BOSE, molto equilibrato e in grado di assicurare un sound ottimale.

Come va il TCe da 140 CV

Renault Arkana è disponibile con motore E-Tech Hybrid da 145 CV, oppure con motori micro-ibridi 12 V da 140 o 160 CV. Noi abbiamo provato il TCe da 140 CV, e mi sento subito di definire questa motorizzazione efficiente e silenziosa. Non ho provato abbastanza la vettura per capire i consumi, per cui non mi soffermerò, ma per il resto anche ad alte velocità, a 130 km/h, è molto ben insonorizzata. Anche il cambio automatico a 7 rapporti lavora bene, è fluido e non va quasi mai su di giri.

Come detto, l’Arkana è disponibile anche con motorizzazione E-Tech Hybrid da 145 CV, lo stesso Full Hybrid  della Clio. Una tecnologia che si basa su una soluzione di più di 150 brevetti, e che conta sulle competenze di Renault nei campionati F1 per quanto riguarda rigenerazione e recupero energetico. Speriamo di poter fare una prova approfondita anche di questa motorizzazione.

Tornando a noi, la guida dell’Arkana è comoda anche grazie alla lunga lista di ADAS gestiti dal sistema Easy Drive. Gli ADAS dispongono dell’Highway and Traffic Jam Companion, ovvero la guida autonoma di livello due, a cui si uniscono:

  • Adaptive Cruise Control;
  • Commutatore automatico degli abbaglianti;
  • Frenata di emergenza attiva con riconoscimento di pedoni e ciclisti;
  • Sensore di angolo cieco;
  • Riconoscimento dei segnali con alert per eccesso di velocità;
  • Alert di superamento della linea di carreggiata;
  • Assistente al mantenimento di corsia;
  • Telecamera a 360° gradi;
  • Sistema di rilevamento attivo dei veicoli in arrivo;
  • Sensori di parcheggio;
  • Easy Park Assist.

Una lunga lista di ADAS che, anche grazie a 8 airbag, le ha permesso di ottenere 5 stelle EurNCAP.

Allestimenti e prezzi

La nuova Renault Arkana è configurabile in due allestimenti, scelta condivisibile perché crea meno confusione. Il primo è l’allestimento Intens, che parte da 30.350 euro, mentre poi si sale alla RS Line, che parte da 33.150 euro per il 1.3 TCe da 140 CV. Per la E-Tech RS Line servono invece 34.650 euro.

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

 

Commenta per primo