aerei parcheggio

Cosa fanno gli aerei tra un volo e l’altro?

Tutte le fasi tra atterraggio e decollo

31 maggio 2020 - 19:00

L’aereo atterra e arriva alla propria piazzola di parcheggio, i passeggeri si preparano a scendere. Una scena consueta, ma vi siete mai chiesti cosa succede subito dopo?

Ogni compagnia aerea ha una tabella di tempi da rispettare e mantenere, se vuole avere la massima efficienza, e risparmiare denaro. Procediamo con ordine e vediamo le principali operazioni che si svolgono tra un volo e quello immediatamente successivo.

Appena giunti nella piazzola di parcheggio, assegnata dai controllori, mentre i piloti eseguono gli ultimi controlli e spengono i motori, l’aereo viene collegato ad un sistema di alimentazione elettrica esterno, per continuare a garantire il funzionamento dei servizi per i passeggeri e il personale a bordo. Solitamente sono proprio i motori a fornire la corrente necessaria a tutto ciò.

I passeggeri vengono invitati a scendere con ordine e contemporaneamente, all’esterno una serie di mezzi con personale specializzato si avvicina al velivolo. In attesa che si svuoti, c’è il personale addetto alle pulizie pronto ad entrare in azione. Un altro gruppo si occupa di rimettere in efficienza i servizi igienici riempiendo i serbatoi d’acqua e sanificando il resto del sistema. Una squadra si occupa di scaricare la posta, eventuali merci trasportate e bagagli.

Già da questa fase i bagagli destinati alla coincidenza con un altro volo vengono smistati nella giusta direzione, mentre quelli destinati ai passeggeri dello scalo vengono indirizzati alla distribuzione immediata. I servizi di catering rimpiazzano il cibo non più adatto e riforniscono quello necessario per il prossimo volo. Tutto questo processo che avete appena letto, qualora l’aereo dovesse ripartire  in tempi stretti, può essere effettuato molto velocemente, mezz’ora circa, sia grazie alla specializzazione del personale, sia grazie all’utilizzo di veicoli e apparati specificatamente progettati per ottenere il massimo nel minor tempo possibile.

Mentre a bordo si continua a mettere in ordine, i piloti effettuano un check completo a terra del velivolo, ispezionando le parti più importanti e assicurandosi dell’efficienza dell’aeroplano. Un responsabile controlla i tempi di preparazione e opera in sinergia con I vari gruppi di lavoro, scandendo il ritmo esatto delle operazioni al fine di garantire che tutto sia pronto per rispettare la tabella di marcia per il prossimo volo.

Quando l’aereo è rimesso in condizioni di operatività , la compagnia aerea ha il verde per cominciare a chiamare i passeggeri e iniziare la fase di imbarco. Molto delicata in questo momento è la problematica che si apre qualora uno o più passeggeri siano in ritardo nel prendere l’aereo. Per motivi di sicurezza infatti l’eventuale bagaglio degli stessi, se fosse già stato imbarcato, deve essere rimosso, ma decidere fino a quando aspettare e quando rimuovere il carico non è sempre facile. Dipende da vari fattori, dalle regole della compagnia e dall’esperienza del personale stesso.

Qualsiasi ritardo implica costi e disagio per gli altri passeggeri e, si può ben comprendere come questa evenienza possa diventare una delle cose più fastidiose nella preparazione dei voli.  Se tutto fila liscio, con i passeggeri tranquilli al proprio posto, l’aereo viene chiuso e disconnesso da terra, e si inizia il Pushback, ossia un allontanamento a marcia indietro dalla piazzola di parcheggio per essere indirizzati sulla pista di rullaggio.

Pronti per un altro decollo, e a ripetere tutto da capo appena giunti a destinazione.

 

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Flipboard. Non esitate ad inviarci le vostre opinioni e le vostre segnalazioni commentando i nostri post.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

villeneuve f104

Sfida auto contro aereo: chi vince? [Video]

pan am gioco da tavolo

Pan Am: il gioco da tavolo è assolutamente da provare!

EHang: trasporto pubblico urbano con droni autonomi