bagaglio smarrito

Cosa fare in caso di bagaglio smarrito e chi contattare per ritrovarlo

Come risolvere la grana del bagaglio smarrito senza perdere la pazienza, e la speranza di ritrovarlo.

13 luglio 2021 - 7:00

Bagaglio smarrito: cosa fare? Siete in attesa da un bel po’ in aeroporto davanti al nastro trasportatore, in attesa di poter ritirare la vostra valigia, dopo un lungo volo. Ma non la vedete arrivare. Vi state facendo prendere da un misto di rabbia preoccupazione e panico. Si, il bagaglio è smarrito ma con i nostri consigli si ritrova. Ricordatevi sempre che, anche se è comprensibile comprensibile, perdere le staffe, arrabbiarsi e urlare contro gli addetti non serve a nulla.

Cosa fare se il bagaglio è smarrito? Le regole per ritrovarlo.

Cosa fare? Come muoversi in una situazione simile? Attenzione: il pre requisito è essere in possesso della ricevuta del bagaglio. Viene fornita al momento del check-in: si tratta di quella etichetta adesiva con codice a barre che viene solitamente incollata sulla carta d’imbarco.

Prima regola: mantenere la calma e chiedere ai responsabili

Per prima cosa, mantenendo la calma, cominciare a chiedere ai responsabili nella zona del ritiro bagagli se non sia stata spostato dopo il disimbarco dal velivolo in un’altra area di ritiro. Questo capita per valigie molto voluminose che potrebbero creare problemi sul nastro per la riconsegna, oppure quando ci sono più bagagli rispetto all norma.

Seconda regola: contattare la compagnia aerea

La nostra valigia risulta smarrita: cosa fare? Bisogna contattare la compagnia aerea e soprattutto quella con la quale si è effettuato l’ultimo volo, questo nel caso di un viaggio che prevedesse più vettori. Le indicazioni delle società che gestiscono i bagagli sono chiaramente esposte in tutti gli aeroporti.

A questo punto si dovrà compilare un modulo che funziona da rapporto per la compagnia aerea riguardo allo smarrimento del nostro bagaglio. Vanno fornite tutte le informazioni per poter essere contattati, un eventuale indirizzo di recapito, e verrà consegnata una copia del documento di reclamo.

I casi sostanzialmente possono essere tre:

  1. il bagaglio è rimasto in all’aeroporto di partenza
  2. il bagaglio è rimasto in uno degli aeroporti di transito
  3. il bagaglio è stato inviato per errore in un altro aeroporto

Al desk dei bagagli smarriti vi diranno grazie al codice a barre che è stato applicato al momento del check-in dove si trova. In ogni caso dal sito web della compagnia aerea o da quello della società che gestisce i bagagli, si potrà seguire in diretta l’evolversi della situazione.

Gli obblighi della compagnia aerea

Diventa responsabilità della compagnia aerea fare recapitare il bagaglio smarrito all’indirizzo che abbiamo specificato nel modulo. Per comodità, ad esempio, essere la meta finale del nostro viaggio, e non per forza l’aeroporto in cui ci troviamo al momento dello smarrimento. Si può anche scegliere che la valigia sia recapitata a casa. Consiglio: se state facendo un viaggio a tappe, potete farla consegnare alla seconda o terza tappa, in modo che arrivi prima di voi.

Un’altra cosa importante da sapere è che alcune compagnie prevedono un fondo di risarcimento per spese ragionevoli che si devono sostenere a causa del danno subito dal bagaglio smarrito. Se ad esempio dovevamo presentarci ad una festa importante, ben vestiti eleganti e profumati, tutto ciò che ci occorre è di mantenere copia degli scontrini di ciò che si è acquistato al fine di rimediare alla mancanza delle nostre cose, per poter poi ottenere il rimborso. A seconda del tipo di biglietto c’è un massimale. Inoltre generalmente il rimborso vale per il biglietto di andata e non per quello di ritorno.

Attenzione: chiedere sempre al personale la conferma della possibilità di rimborso. Deve essere subito messa in chiaro al momento della denuncia di smarrimento, con i responsabili della compagnia aerea.

Terza regola: bagaglio non ritrovato dopo 21 giorni

Le valigie che vanno perse sono davvero poche, tenendo conto dell’elevato numero di voli. In ogni caso se dopo 21 giorni non riusciamo ad avere indietro ciò che ci spetta, dobbiamo presentare un nuovo reclamo di smarrimento.

A questo punto la compagnia è costretta a chiedere un elenco di cosa si trovasse all’interno e per articoli molto costosi potrebbe richiedere un prova dell’effettivo acquisto, per poter valutare correttamente la cifra da destinare al risarcimento. Mediamente la cifra massima di rimborso previsto dalle normative internazionali si aggira intorno ai 1500 dollari.

Un ulteriore consiglio: se dovete fare un viaggio con molti scali, tenete qualche abito di emergenza anche nel bagaglio a mano e fotografate il contenuto delle vostre valigie prima di partire.

Carta dei diritti del passeggero

Sul sito dell’ENAC è possibile scaricare gratuitamente la Carta dei Diritti del Passeggero in PDF.

 

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Antony Morato Goldrake

Antony Morato Goldrake: la collezione che celebra l’iconico UFO robot

Oris Big Crown ProPilot Big Date Bronze

Oris Big Crown ProPilot Big Date Bronze: un vero orologio da pilota

westjet disney livree speciali

Le 10 più belle livree speciali degli aerei di linea, quando in volo c’è arte e tanta fantasia