elenium

Coronavirus: Etihad prova la tecnologia Elenium per rilevare i sintomi in aeroporto

Una tecnologia interessante

8 aprile 2020 - 19:00

La tecnologia per rilevare i sintomi di coronavirus prima delle fasi di imbarco potrebbe costituire un notevole passo per garantire la sicurezza sanitaria dei voli e degli aeroporti. In questo senso si è mossa Etihad Airways in collaborazione con l’azienda australiana Elenium Automation,

Pensato ovviamente anche per le conseguenze delle epidemie come quella che stiamo vivendo, l’apparecchiatura consiste in una postazione autonoma in grado di identificare il passeggero e controllarne temperatura, battito cardiaco e ritmo respiratorio in pochi istanti.

Applicabile nei gate di accesso dall’esterno, al punto di consegna e ritiro bagagli e negli info point, qualora il dispositivo di Elenium ravvisasse un’anomalia tra i parametri controllati, sospenderebbe immediatamente la procedura di imbarco del passeggero, inviando i dati alle autorità mediche aeroportuali per un controllo più approfondito.

Ethiad sarà la prima a farne uso e provare l’efficacia del sistema Elenium nel proprio hub di Abu Dhabi, dalla fine del mese Aprile. La sperimentazione proseguirà per tutto Maggio, prima sfruttando un gruppo di volontari e poi, qualora venisse comprovata l’efficacia, si penserà all’implementazione completa. Per aumentarne l’affidabilità si sta testando anche una versione touchless, che vede coinvolta nello sviluppo Amazon Web Services, basata principalmente su controlli ad immissione vocale.

L’emergenza coronavirus ha creato perdite economiche enormi al trasporto aereo e in casi simili, per via dei milioni di passeggeri che transitano negli aeroporti, gli stessi rappresentano una sorta di via privilegiata di diffusione di patogeni pericolosi, da sempre. Ragionando in questa ottica si è voluto sfruttare le attuali tecnologie, non al fine di realizzare un dispositivo medico di diagnosi vedo e proprio, ma un apparato di pre allarme, che osservando questi fondamentali parametri, possa creare una prima barriera efficace di controllo.

Il vantaggio di Elenium consiste nella facilità di installazione permettendo di adattarlo anche a moduli già esistenti o acquisiti dalle compagnie aeree in precedenza. Inoltre potrà osservare sia un singolo passeggero, sia gruppi destinati allo stesso volo. Ovviamente dovrà essere presente in loco anche del personale sanitario in grado di gestire la situazione e mettere in sicurezza il passeggero potenzialmente infetto, dalle altre persone presenti. Se Ethiad avrà riscontri positivi, il sistema di Elenium potrebbe diventare uno standard futuro per tutti i punti di transito di grandi quantità di persone, aiutandoci a prevenire scenari come quello attuale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cessna 208B Grand Caravan

Il Cessna 208B Grand Caravan è l’aereo elettrico più grande del mondo

klm flying V airplane

KLM Flying-V: i passeggeri sono sull’ala

Synhelion

Synhelion e Climeworks partner di Lufthansa per i carburanti solari