Harbour Air

Harbour Air: la compagnia aerea degli idrovolanti elettrici

Idrovolanti elettrici? Perchè no?

5 novembre 2020 - 7:00

Harbour Air è una compagnia aerea completamente formata da idrovolanti. Sebbene da noi non siano praticamente ormai più utilizzati, l’era di questi velivoli non è mai terminata. Sono 41 gli aeroplani che fanno servizio da Vancouver, in Canada, verso diverse località, portando in volo passeggeri e turisti per una una delle più grandi compagnie al mondo dotata soltanto di idrovolanti. Dove c’è acqua si può decollare ed atterrare, anche senza costruire un aeroporto. Vantaggi economici e di praticità, che ancora oggi sono riconosciuti agli idrovolanti.

Nelle ultime ore Harbour Air ha annunciato di voler convertire tutti i velivoli  di sua proprietà, dal tradizionale motore a pistoni ai nuovissimi motori elettrici. Grazie ad un accordo con l’azienda magniX che fornirà i propulsori, Harbour Air sarà probabilmente una delle prime compagnie aeree ad essere dotata completamente ed esclusivamente di motori elettrici.

La linea aerea canadese trasporta oltre mezzo milione di passeggeri all’anno ed è molto interessata alle nuove possibilità offerte dal motore magni500, che verrà installato sugli aeroplani in servizio, primi fra tutti i DHC-2 de Havilland Beaver. Il motore sviluppa una potenza di 750 cavalli con un autonomia di oltre un’ora. Tenendo conto che la maggior  parte dei voli svolti da Harbour Air  durano mezz’ora circa, il magni500 risulta essere un ottima opportunità di risparmio nella gestione della società.

I benefici, oltre a quelli ambientali, grazie alla assenza di emissioni inquinanti, riguardano anche la manutenzione. Sono infatti previste una più facile gestione dei motori, con cicli di controllo obbligatori in tempi più lunghi rispetto ai motori tradizionali. La compagnia prevede tempi abbastanza brevi per completare il passaggio da tradizionale ad elettrico, cosa che potrebbe essere ultimata entro l’anno, andando a coprire lentamente tutte e dodici le rotte attualmente in servizio.

Harbour Air, nata nel 1982 come Windoak Air Service per servizi dedicati alle industrie del legname,è diventata negli anni uno dei vettori più importanti della costa occidentale. Oltre ai voli di collegamento tra diverse città, propone pacchetti di voli turistici e  soluzioni per voli privati. L’azienda ha ottenuto una rapida espansione grazie al turismo e alle bellissime zone che consente di sorvolare, permettendo di ammirare le bellezze naturali,  sfruttando a pieno le potenzialità degli specchi d’acqua grazie ai propri idrovolanti, DCH2, Otter e Twin Otter.

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social. Vi invitiamo a seguire Quotidianomotori.com su Google News, ma anche su FlipboardFacebookTwitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Triangolo nero sopra al finestrino

Cos’è il triangolo nero sopra al finestrino degli aerei?

head up display hud

L’Head Up Display: una storia che parte dall’aeronautica e arriva all’automobilismo

stallo

Lo stallo è realmente pericoloso come ci fanno vedere nei film?