klm flying v

KLM Flying-V: i passeggeri sono sull’ala

Il posto finestrino sarebbe ancora più ambito!

12 giugno 2019 - 10:00

KLM Flying-V: cos’è? Se non vi è mai capitato di vedere un aereo a forma di V, potrebbe davvero mancare poco. Non si tratta di qualcosa di bizzarro, ma di un progetto sostenuto dalla compagnia aerea KLM in collaborazione con l’Università di Delft. Obiettivo trovare nuove soluzioni aeronautiche al fine di produrre un velivolo commerciale che permetta di risparmiare sui consumi di carburante, per i voli a lungo raggio.

Il risultato delle ricerche ha portato ad un disegno completamente diverso da quello a cui siamo generalmente abituati. Il KLM Flying-V è una sorta di ala volante a forma di V, con due motori posti nella parte posteriore della struttura. I passeggeri si trovano all’interno della grande ala e questo apre lo scenario a nuove idee nella progettazione degli interni. Non più un semplice cilindro, ma uno spazio più ampio con una forma sostanzialmente triangolare.

La scelta della forma del KLM Flying-V non è per nulla casuale ed è frutto di un accurata ricerca aerodinamica. Grazie ad essa, l’aereo è in grado di consumare oltre il 20% di carburante in meno rispetto ad un Airbus A350 e, nonostante sia più corto, ha la stessa superficie alare. Ciò rappresenta un vantaggio qualora si scelga di produrlo, in quanto sarebbe in grado di utilizzare tutte le infrastrutture aeroportuali utilizzate dall’Airbus 350 senza bisogno di particolari adattamenti. Inoltre sia il carico dei passeggeri che il carico merci è identico per i due velivoli.

Il punto di forza nel progetto KLM Flying-V è la minore resistenza aerodinamica, che si traduce in bassi consumi e risparmi per le compagnie aeree. Lo sviluppo mira inoltre a mettere il passeggero al centro della situazione cercando di offrire il massimo comfort possibile, ridisegnando completamente sedili e, aeree particolari, come le toilette. Al momento è prevista un propulsione tradizionale con cherosene, ma ovviamente non manca la possibilità di montare propulsori elettrici, o qualunque altro tipo che in futuro risulti disponibile ed efficiente. Un nuovo modo di concepire un aereo quindi, che nasce dalla necessità di trovare soluzioni sempre migliori per ridurre i costi di esercizio e rispettare l’ambiente, mantenendo alti gli standard di qualità offerti ai passeggeri. Possiamo dire che KLM sta veramente guardando al futuro attraverso un punto di vista unico e rivoluzionario

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

migflug mig 29

Migflug: noleggiare e volare su un aereo da caccia

fulmini aereo

I fulmini sono pericolosi per un aereo?

Volocopter

Volocopter: volo dimostrativo davanti al Museo Mercedes di Stoccarda