Auto leggendarie: 5 modelli che hanno fatto la storia

18 ottobre 2020 - 13:00

Auto leggendarie: Jaguar E-Type

Enzo Ferrari la definì come “l’auto più bella che sia mai stata costruita”, e questo fa capire l’importanza di questa iconica coupé inglese nella storia dell’auto, se persino il fondatore del cavallino rampante si è come inchinato al suo cospetto. Effettivamente, è quasi impossibile non apprezzare la linea di questa sportiva anni Sessanta, nota anche come Jaguar XKE, che si è fatta amare nonostante alcuni difetti costruttivi.

L’estetica era rivoluzionaria, così come alcune caratteristiche di guida: abitacolo tutto spostato all’indietro, per far spazio a un cofano lunghissimo, che occupa gran parte dei ben 4 metri e mezzo di lunghezza di questa vettura. Ma anche il piccolo e inclinato posteriore si fa notare, e il tutto è reso armonioso da delle linee eleganti, morbide e raffinate, anche per merito delle cromature piuttosto evidenti poste sia sul paraurti anteriore che su quello posteriore. Ai grandi fari tondeggianti anteriori, poi, fanno da contrasto i piccoli e sottili fari posteriori. Prodotta dal 1961 con un motore da 265CV e delle sospensioni d’avanguardia per l’epoca (a ruote indipendenti quelle posteriori, doppi quadrilateri con barre di torsione per quelle anteriori), il suo successo si deve anche a un prezzo decisamente concorrenziale, il più basso della categoria: in Italia costava 4.350.000 lire, contro alle 5.800.000 della Ferrari 250GT e le ben 7.500.000 della concorrente in casa, la Aston Martin DB4 Volante.

Commenta per primo