Incentivi auto 2022: come funzionano e come ottenere il bonus

Robin Grant
17/05/2022

Incentivi auto 2022: come funzionano e come ottenere il bonus

È ufficialmente possibile prenotare gli incentivi auto 2022, il nuovo fondo stanziato dal governo volto ad agevolare il ricambio del parco auto italiano, anche se la piattaforma informatica sarà operativa dal prossimo 25 maggio. Questa la data del “click-day”, vale a dire il giorno in cui le concessionarie potranno prenotare i contributi statali.

Gli incentivi auto 2022 termineranno il 31 dicembre di quest’anno, ma potranno finire prima se i fondi stanziati per i vari gruppi dovessero esaurirsi, come già accaduto negli scorsi anni. Nello specifico, il governo ha stanziato:

⋅ 220 milioni di euro per le auto di fascia 0-20 g/km di CO2;
⋅ 225 milioni di euro per le auto di fascia 21-60 g/km di CO2;
⋅ 170 milioni di euro per le auto di fascia 61-135 g/km di CO2;

Qualora fosse necessario, il governo potrà spostare le risorse da un fondo non molto utilizzato a un altro, ed emanare un’altra legge specifica per aggiungere fondi ai 615 milioni di euro stanziati per quest’anno.

Incentivi auto 2022: a quali vetture sono rivolte?

Gli incentivi auto 2022 non coprono tutte le auto fino a 3,5 tonellate e 9 posti (M1), ma riguardano tutte quelle con emissioni di CO2 fino a 135 g/km, e con un tetto massimo di prezzo in base alla categoria.

mazda mx-30 2022

Di seguito, le categorie di veicoli coinvolti negli incentivi auto 2022:

⋅ 0-20 g/km di CO2. Prezzo massimo 35.000 € + IVA o 42.700 € IVA inclusa. Appartengono a questa fascia tutte le auto elettriche e parte delle ibride plug-in.
⋅ 21-60 g/km di CO2. Prezzo massimo 45.000 € + IVA o 54.900 € IVA inclusa. Appartengono a questa fascia gran parte delle auto ibride plug-in e full hybrid.
⋅ 61-135 g/km di CO2. Prezzo massimo 35.000 € + IVA o 42.700 € IVA inclusa. Appartengono a questa fascia auto full hybrid e mild hybrid.

I limiti di listino indicati comprendono optional a pagamento, ma non l’Imposta provinciale di trascrizione.

Incentivi auto 2022: i bonus

Di seguito, il contributo statale all’acquisto in base alla classe di emissioni.

0-20 g/km:
⋅ 3.000 € senza rottamazione;
⋅ 5.000 € con rottamazione;

21-60 g/km:
⋅ 2.000 € senza rottamazione;
⋅ 4.000 € con rottamazione;

61-135 g/km:
⋅ 2.000 € solo con rottamazione.

La rottamazione

La rottamazione volta ad ottenere l’incentivo è obbligatoria solo per chi intendesse acquistare un’auto ibrida o endotermica con emissioni di CO2 tra i 61 e i 135 g/km.

Non è quindi obbligatoria per coloro intenzionati ad acquistare auto elettriche o ibride plug-in, anche se in caso di demolizione l’incentivo aumenta di 2.000 euro.

Auto elettriche car sharing

In tutti i casi, la legge ammette alla rottamazione solo auto di classe da Euro 0 a Euro 4, con intestazione alla persona fisica che acquista l’auto nuova o a un suo familiare convivente da almeno 12 mesi.

Proprio per questo, non hanno accesso agli incentivi le auto km0, perché intestate alle concessionarie.

Incentivi auto 2022: chi può accedere e come si paga

Gli incentivi auto 2022 sono rivolti a persone fisiche e non giuridiche. Solo in una piccola parte, nello specifico per auto elettriche e ibride plug-in, per le società operanti nel car sharing pubblico. Sono escluse le aziende, mentre i liberi professionisti possono accedervi solo se la vettura viene intestata alla persona fisica e non alla partita IVA.

Per quanto riguarda le modalità di pagamento, l’individuo può acquistare in contanti, con assegno, con un finanziamento o con leasing finanziario. Non è invece compresa la formula del Noleggio a Lungo Termine, perché la vettura è in questo caso intestata alla società di noleggio, e come si è detto gli incentivi auto 2022 non sono validi per le aziende.

Infine, ricordiamo che la vettura comprata con gli incentivi va immatricolata entro 180 giorni dalla prenotazione del contributo.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news