Karma GS-6

Karma GS-6 al Milano Monza Motor Show 2021

Karma GS-6 è l'elettrica di lusso visibile al MIMO 2021

11 giugno 2021 - 15:00

Karma: ovvero il concetto che ogni azione produce delle conseguenze, nel futuro. Il proposito dell’azienda, nata dalle (ennesime) ceneri di Fisker e oggi tra i nuovi marchi importati dal gruppo Koelliker, è quello di andare oltre i veicoli elettrici, mediante la produzione di automobili di lusso e tecnologie innovative più accessibili, che diano emozione, piacere di guida e relax. È questo che incarna la Karma GS-6, coupé elettrica dalla configurazione sportiva e la linea filante.

L’esterica della Karma GS-6 quindi richiama le supercar del passato, grazie a un aspetto che fa sognare, e che però racchiude  un cuore nuovo, che guarda al futuro e alla mobilità ecosostenibile. L’azienda è nata a Irvine (California) nel 2015, e ha un centro di innovazione e personalizzazione, nonché un suo impianto di verniciatura, con una capacità produttiva di 15.000 automobili all’anno. La Karma GS-6, quindi, è stata progettata, disegnata e prodotta in California.

Karma GS-6: lusso più accessibile

L’intento di Karma è quello di portare nei suoi prodotti lusso, qualità costruttiva, grazie al 70% delle lavorazioni gestite manualmente, e sportività. In Italia, la Karma GS-6 sarà disponibile all’inizio in versione Range Extender con batteria da 28 kWh (prodtta dalla stessa Karma) e un motore BMW 1.5 da 228 CV, in uso solo come generatore. Karma GS-6, nelle sue diverse configurazioni, permette di arrivare a un’autonomia di 575 km, di cui 125 in full electric. Alla fine dell’anno arriverà la versione esclusivamente elettrica, con più di 400 km di autonomia e prestazioni da vera supercar.

Disponibile in 3 livelli di allestimento, ovvero Standard, Luxury e Sport, la Karma GS-6 ha trazione posteriore e 2 motori elettrici per una potenza di 536 CV e 746 N/m di coppia, con un’accelerazione 0-100 in 3,9 secondi e una velocità massima di oltre 210 km/h.

La dotazione tecnologica è di tutto rispetto: aggiornamenti via OTA, connessione 24/7 al sistema centrale, Apple CarPlay e Android Auto, app ufficiale per la gestione da remoto, e 3 livelli di frenata rigenerativa, compreso il one-pedal drive.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

car sharing Fiat 500 elettrica

Fiat 500 elettrica: le caratteristiche della piccola italiana a batterie

Richard Hammond Opel Kadett

Richard Hammond conferma che “The Grand Tour” è il suo lavoro quotidiano

Smog Milano

Sorpresa: l’inquinamento dell’aria nel nord Italia è in calo da 20 anni