Dal 2023 il Ford Sync sarà basato su Android

Robin Grant
03/02/2021

Dal 2023 il Ford Sync sarà basato su Android

La nuova generazione del Ford Sync, a partire dal 2023, funzionerà su base Android. Dopo Volvo, anche l’ovale blu si affida a Google per lo sviluppo di un sistema di infotainment fluido e integrato allo smartphone, e soprattutto comprendente di tutti i servizi dell’azienda, come Google Assistant e Google Maps. 

Il Ford Sync, già uno dei migliori sistemi di infotainment disponibili per le vetture, si appresta a diventare ancora più connesso grazie alla nuova partnership con Google: la prossima generazione, infatti, sarà basata su Android.  Una scelta che arriva dopo l’esperienza con Microsoft, che ha sviluppato le prime due generazioni; e con Blackberry, che ha sviluppato le ultime due generazioni del software.

Rispetto alle attuali vetture, le prossime generazioni di auto dell’ovale blu saranno, sull’onda di Mustang Mach-E, dotate di un display centrale più grande, che servirà anche a impostare il clima, e che sarà in grado di ricevere gli aggiornamenti via OTA, aggiungendo nuove funzionalità. Ad ogni modo, il sistema sarà sempre compatibile con Apple CarPlay, e Ford garantirà anche Amazon Alexa come opzione.

I primi veicoli Ford con Ford Sync basato su Google arriveranno nel 2023, anche se l’azienda non ha specificato quale modello sarà il primo ad avere questa caratteristica. L’azienda si è limitata a dichiarare che ci saranno “milioni” di veicoli a marchio Ford e Lincoln con il nuovo sistema, in tutto il mondo a parte in Cina, dove attualmente vige ancora il ban statunitense che ha costretto Big G a ritirare i suoi servizi.

Non solo Ford Sync: la partnership Ford-Google per i servizi Cloud

L’accordo con Google non riguarda solo il sistema di infotainment dell’azienda. L’ovale blu ha infatti firmato un accordo di 6 anni, per usare la tecnologia di Google come server cloud preferito per i veicoli connessi. 

Inoltre, le due aziende stanno creando un nuovo gruppo dal nome Team Upshit, il cui compito sarà quello di trovare altre aree di innovazione.

google cloud

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram