10 consigli su come difendersi dai furti d’auto in Italia

Gianluca V.
17/06/2022

10 consigli su come difendersi dai furti d’auto in Italia

Oggi vi diamo qualche suggerimento per difendersi dai furti d’auto, per diminuire al minimo i rischi grazie al nostro vademecum in dieci punti. Si tratta di consigli che solo in apparenza possono sembrare banali, ma che nella realtà non lo sono.

Suggerimenti utili a contrastare le nuove modalità hi-tech di furti d’auto in Italia. Vediamoli insieme, tenendo anche presente quali sono le auto più rubate in Italia.

  1. Non lasciare l’auto accesa e non lasciare le chiavi inserite, nemmeno per pochi secondi, come ad esempio mentre sei in doppia fila: potrebbero risultare decisivi per il furto.
  2. Prima di lasciare l’automobile, chiudere finestrini e tettuccio. Un pur piccolo spiraglio può rivelarsi un assist per i ladri, cui bastano pochi centimetri per aprire varchi, introdursi nell’abitacolo, mettere in moto e scappare.
  3. Non lasciare l’auto di notte in parcheggi isolati o incustoditi. In simili casi potrebbe rivelarsi preziosa la funzione di “Geofence”, prevista da alcuni sistemi telematici a bordo della vettura come ad esempio dai localizzatori GPS, che attraverso un’app ti avvisano se l’auto esce dalla zona a rischio, mentre tu non sei a bordo.
  4. Verificare ogni giorno che l’auto sia parcheggiata nel punto in cui è stata lasciata, anche se, soprattutto nel periodo estivo, non la si usa quotidianamente. Denunciare con tempestività l’eventuale furto accresce la possibilità di ritrovare la vettura, soprattutto se questa è dotata di un dispositivo di rilevamento hi-tech.
  5. Osservare con attenzione il luogo in cui si parcheggia: se in terra ci sono cumuli di frammenti di vetro, è sinonimo di zona a rischio furto o vandalismo.
  6. Non parcheggiare sempre nello stesso posto, le abitudini danno modo al ladro di organizzare al meglio il furto.
  7. Attenzione alle truffe. Sempre più spesso i ladri utilizzano un escamotage come un finto incidente (con la tecnica dello specchietto, il lancio di piccole pietre sul fianco dell’auto o ancora un lieve tamponamento) per costringere i guidatori (soprattutto donne e anziani) a fermarsi, scendere dall’auto e sottrargliela.
  8. Controlla sempre manualmente l’avvenuta chiusura delle portiere sopratutto quando si fa sosta all’autogrill o nel parcheggio di un centro commerciale e si chiude la vettura a distanza tramite una smart key. Un ladro, appostato nelle vicinanze, potrebbe aver disturbato il segnale con un jammer per poi entrare indisturbato nel veicolo e approfittare della tua sosta.
  9. Proteggi la tua auto con un sistema di antifurto meccanico o con uno hi-tech. Il primo può scoraggiare i ladri meno attrezzati, il secondo (se efficace) può rivelarsi prezioso in caso di furto. Un sistema in radiofrequenza (non schermabile e attivo anche in situazioni critiche, come all’interno di container o nei garage sotterranei) raddoppia la possibilità di recuperare la vettura sottratta.
  10. Proteggere la chiave dell’automobile, custodendola in un “card protector” che ne impedisca la clonazione o che blocchi la sempre più diffusa modalità di furto hi-tech “relay attack”, con la quale i ladri, utilizzando ripetitori in radiofrequenza, riescono a riprodurre la comunicazione tra l’auto e la sua chiave, anche quando questa è distante.

Antifurto gps auto 2022 quali sono i migliori? Come funzionano?

 

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram