Guida autonoma Toyota e Uber: si farà

Guida autonoma Uber

Uber integrerà la propria tecnologia di guida autonoma con la tecnologia Toyota Guardian su veicoli appositamente progettati

28 agosto 2018 - 22:01

Guida autonoma Toyota e Uber: matrimonio in vista? Si, se parliamo appunto di guida autonoma. Toyota e Uber hanno annunciato di aver accettato di espandere la collaborazione con l’obiettivo di avanzare e portare sul mercato autonomo il ride-sharing come servizio di mobilità su larga scala. Per fare ciò, la tecnologia di Uber sarà integrata in veicoli a guida autonoma Toyota appositamente progettati per essere implementati sulla rete di condivisione del viaggio di Uber.

Mentre Toyota e Uber guardano al futuro verso l’auto a guida autonoma, questa partnership sarà fondamentale per realizzare tecnologie su larga scala. Toyota e Uber prevedono che i veicoli autonomi prodotti in serie saranno di proprietà e gestiti da operatori di flotte autonomi di terze parti reciprocamente concordati.

La flotta iniziale “Autono-MaaS” (autonomous-mobility as a service) sarà basata sulla piattaforma a guida autonoma Toyota Sienna. Il sistema di guida autonomo di Uber e il sistema di supporto automatico di sicurezza di Toyota Guardian saranno entrambi integrati nei veicoli Autono-MaaS. Toyota utilizzerà anche la propria Mobility Services Platform (MSPF), ovvero l’infrastruttura informativa principale per i veicoli connessi. Nel 2021 inizieranno le implementazioni su scala pilota sulla rete di ride-sharing Uber.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

McLaren Ultimate Series 2020

McLaren Ultimate Series 2020: annunciata la nuova roadster decapottabile

Lamborghini Aventador SVJ 63 Roadster

Lamborghini Aventador SVJ 63 Roadster: svelata alla Monterey Car Week 2019

Autostrada di notte

Calendario esodo 2019: bollini neri e rossi nel rientro dalle vacanze