Jeremy Clarkson bullizza il nuovo Codice della Strada britannico

Robin Grant
01/02/2022

Jeremy Clarkson bullizza il nuovo Codice della Strada britannico

Jeremy Clarkson, noto per aver condotto The Grand Tour e Clarkson’s Farm, non ha mai fatto mancare il suo interesse e coinvolgimento nei fatti di attualità politica del suo Paese, il Regno Unito. L’ultima sua polemica nasce in seguito al nuovo Codice della Strada britannico, che entrerà in vigore venerdì 4 febbraio 2022. Tra le altre cose impedisce qualsiasi azione allo smartphone durante la guida, compresi i comandi di gestione delle app musicali, a fronte di multe di 200 sterline.

Jeremy Clarkson incredulo per la riforma

Il nuovo codice della strada inglese prevede che coloro che usano lo smartphone, si scattano selfie o giocano alla guida possano ricevere multe e vedersi togliere sei punti sulla patente, mentre rimangono consentiti la chiamata in vivavoce e l’utilizzo di app per il navigatore satellitare. Inoltre, lo smartphone può essere usato per pagare i takeaway al drive-trhus e i pedaggi autostradali.

Nella sua rubrica per il “The Sun”, Clarkson ha scritto:

Questa nuova regola significa che non ti è permesso nemmeno toccare il tuo telefono mentre sei al volante. Anche se ti trovi in un ingorgo. Davvero? Se la tua playlist casuale decide di riempire l’auto con i rumori degli Arctic Monkeys e non sei dell’umore giusto, non ti è più consentito sbloccare lo schermo per farlo smettere. Le persone che scrivono queste leggi sono impazzite? Quasi tutti gli esseri umani possono fare due cose allo stesso tempo.

Gli uomini possono leggere un giornale mentre sono al gabinetto; le donne possono avere rapporti coi loro mariti mentre pensano a Brad Pitt. E allora perché non ci è più permesso cambiare brano musicale mentre siamo bloccati nel traffico?“. Non è difficile individuare un tono piuttosto scocciato.

Oggi le auto sono in gran parte compatibili con Apple CarPlay e Android Auto, per cui è possibile usare direttamente il display touch integrato per cambiare musica o fermarla. La polemica di Clarkson immaginiamo sia più rivolta a chi non ha questa dotazione, che rimane quindi “fregato” da questa novità. “Cosa viene dopo? Ci verrà detto che se vogliamo accendere il riscaldamento dovremo trovare una piazzola e accostare? E ci sarà una nuova infrazione di guida mentre si pensa ad Abbey Clancy?“.

Che Clarkson, questa volta, se la sia presa un po’ troppo?

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news